Cerca nel Blog

venerdì 28 aprile 2017

Recensione The Glittering Court di Richelle Mead

The Glittering Court
di Richelle Mead
Serie: The Glittering Court #1
Prezzo: 16,90€
Pagine: 448
Genere: fantasy, young adult
Editore: Edizioni LSWR
Data di pubblicazione: 19 Aprile 2017
Per un gruppo selezionato di ragazze la Corte Scintillante (The Glittering Court) rappresenta l'opportunità di conquistare una vita che finora potevano solo sognare, una vita fatta di lusso, glamour e ozio. Per l'aristocratica Adelaide, costretta dalla sua famiglia nobile, ma ormai decaduta, a un matrimonio d'interesse, la Corte Scintillante rappresenta qualcos'altro: l'occasione di pianificare il proprio destino e di avventurarsi in una nuova terra ricca e incontaminata al di là dell'oceano. Dopo un incontro fortuito con l'affascinante Cedric Thorn, Adelaide si spaccia per una cameriera. Tutto comincia a sgretolarsi quando Cedric scopre lo stratagemma di Adelaide e questa viene notata da un giovane governatore molto potente, che vuole sposarla. La fanciulla non si è lasciata alle spalle la gabbia dorata della sua vecchia vita solo per diventare di proprietà di qualcun altro. Ma a essere davvero sconvolgente - o meravigliosa - è la fortissima attrazione proibita tra Adelaide e Cedric, che, se assecondata, li renderebbe due emarginati in un mondo selvaggio, pericoloso e inesplorato, e forse ne causerebbe perfino la morte.

L'autrice

RICHELLE MEAD è l’autrice della serie numero uno tra i bestseller internazionali L’accademia dei vampiri, della serie spin-off inserita nella lista dei bestseller del New York Times Bloodlines, e del fantasy anch’esso nella lista del New York Times Soundless. Fin da bambina grande lettrice, Richelle è sempre stata particolarmente affascinata dalla mitologia e dal folklore. Quando riesce a staccarsi dai libri (dopo averli letti o scritti), le piace guardare reality scadenti, viaggiare, provare cocktail interessanti e comprare vestiti da indossare durante i suoi tour. È per sua stessa ammissione caffè-dipendente, lavora in pigiama e ha una passione per tutte le cose stravaganti e rumorose. Originaria del Michigan, ora Richelle vive a Seattle (Washington), dove sta attualmente lavorando sodo al prossimo romanzo della Corte Scintillante.





Concedetemelo: oh my goddess!
Non potevo iniziare questa recensione senza un'esclamazione del genere.
Dopo l'Accademia dei vampiri e Bloodlines, Richelle Mead torna più combattiva che mai con una nuova saga in cui mescola egregiamente elementi distopici a quelli romantici rendendo questo romanzo unico.
Ma andiamo per gradi: Lady Elizabeth è una giovane contessa osfridiana la cui vita è segnata dalla monotonia e dal trovare un buon partito con cui maritarsi, almeno questo è ciò che vuole l'aristocratica nonna.
A Elizabeth questa vita e in generale il Vecchio Mondo di Osfrid, va stretta, fin troppo.
Questo almeno fino a quando non viene a conoscenza della famosa Corte Scintillante tramite il figlio del fondatore, Cedric Thorn: una scuola che nell'arco di un anno trasforma le ragazze povere in signore altolocate destinate poi a maritarsi con la nuova nobiltà del Nuovo Mondo.
Elizabeth decide quindi di prendere il posto della sua cameriera, Adele, ed entrare nella Corte Scintillante per arrivare nel nuovo mondo di Adoria e iniziare una vita totalmente diversa dalla precedente.
Durante questo periodo Adelaide conoscerà Tamsin, un'ex lavandaia che aspira a essere la migliore, il diamante della corte, e Mira, una provoca sirmicana presa di mira dalle altre ragazze proprio per le sue origini.
Penserete che per Adelaide tutto sarà estremamente facile proprio per le sue origini aristocratiche ma il punto è proprio questo: per non dare nell'occhio, per non essere riconosciuta, deve mantenere un profilo basso ma non sarà per niente facile.
Ovviamente avrà dalla sua parte Cedric: fin da subito ho capito che tra i due sarebbe scattata la scintilla anche se non da subito, cosa che a mio parere è di gran lunga migliore rispetto al classico colpo di fulmine.
Il rapporto tra i due si evolve pagina dopo pagina, arriveranno a coprirsi le spalle a vicenda, chi per nascondere la vera identità e chi per nascondere il proprio Credo.
Perché molti pregiudizi in merito alla religioni sono trasportati dal Vecchio Mondo al Nuovo Mondo.
Adelaide e Cedric si spalleggeranno a vicenda, aiutati anche dall'indomita Tamsin e dalla coraggiosa Mira.
L'evoluzione della protagonista, da annoiata Elizabeth alla sicura Adelaide, è notevole e posso affermare con sicurezza che sia uno dei personaggi femminili che più mi è piaciuto nell'arco di questa prima metà del 2017.
The Glittering Court è sì un romance distopico ma rimane pur sempre ancorato alla realtà dei nostri giorni, in cui il divario tra Nuovo e Vecchio non è poi così ben visibile.
Ho sempre adorato la scrittura di Richelle Mead già ai tempo dell'Accademia dei Vampiri ma in questo romanzo ha superato se stessa e io non posso fare altro che ringraziare la LSWR Edizioni per aver portato in Italia il Diamante della Corte Scintillante e non vedo l'ora di veder pubblicato anche il romanzo dedicato a Mira.

lunedì 24 aprile 2017

Anteprima Dark Man di Anisa Gjikdhima



TITOLO: Dark Man
AUTORE: Anisa Gjikdhima
DATA D’USCITA: 29 Aprile 2017
SERIE: Falco Vol.1
GENERE: Dark/Erotico
PREZZO: 2,99€
EDITORE: Self Publisher

Disponibile in tutti gli store.
Link preordine

Sinossi:
Si dice che anche il diavolo tema l’ira di una donna, ma non Carlos. Valentine Harper, scenderà a patti con il diablo pur di raggiungere il suo scopo. Dovrà fare i conti con la personalità contorta dell’uomo e accontentarlo finché lui ne avrà voglia. 
Inizia così un gioco pericoloso, dove non ci sono vincitori e vinti. 
Due mondi malati che si annientano lentamente fino all’ultimo respiro. Solo un folle può rimanere sapendo che sarà la sua fine e loro sono entrambi folli. 
«Una volta entrati nella mia vita, esiste solo un modo per uscirne…la morte.»


Un dark romance che vi spalancherà le porte di una Cuba sommersa, dove l’illegalità e brutalità vincono…quasi sempre. 

La Serie Falco è composta da volumi AUTOCONCLUSIVI.


***Attenzione***

Il romanzo contiene scene di sesso e tratta contenuti delicati. Se ne consiglia la lettura a un pubblico adulto.


ESTRATTO

«Voglio che sia chiaro una cosa», dice quasi in un sussurro. «Ti fotterò finché ne avrò voglia e poi, forse, ti permetterò di lavorare per me. Hai dieci secondi per decidere se scappare via».
Un brivido di puro terrore mi attraversa. Le sue parole sono in grado di torturarmi e uccidermi.
«Diez.» Appoggia le mani ai lati del mio corpo.
«Nueve. Sento il tuo battito che accelera.»
Il fuoco innesca la miccia dentro di me.
Le sue mani si avvicinano ai miei fianchi mentre io continuo a sostenere il suo sguardo.
«Ocho. Pensaci bene Valentine.» Il tono è minaccioso.
Non riesco a pensare.
«Siete.»
Il mio cuore batte solo al suono della sua voce.
Inclina la testa di lato e si acciglia.
«Seis. Lo sento, stai per cedere.»
Non ho nessuna intenzione di andarmene, sono dove voglio essere.
Si morde il labbro mentre il suo sguardo percorre il mio corpo.
«Cinco. Se rimani sarà la tua fine.»
Sono già finita dal momento che la mia vita ha incrociato la sua.
«Cuatro. Sto già assaporando la tua distruzione.»
Mi manca l’aria.
Le sue labbra sfiorano le mie, gli occhi incatenano i miei. «Tres. Tic tac, il tempo sta scadendo. Lo senti Valentine? Il sangue ti pulsa nelle vene, il cuore batte sempre più velocemente, la paura ti sta divorando.»
Ha ragione, è esattamente così.
La sua mano mi trattiene il mento, il suo sguardo diventa cattivo. Il tempo è scaduto.
«Dos, mi pregherai di smettere.»
La sua voce è profonda ed è come se la sentissi dentro.
«Uno…Sei fottuta.»

mercoledì 12 aprile 2017

Blog Tour Hai conquistato ogni parte di me... e non solo: PRIMA TAPPA - INTERVISTA E FLASH GIVEAWAY

Buongiorno Bookaholics!
Quello di oggi è un post molto speciale dedicato al blog tour dell'ultimo romanzo di Alessandra Paoloni, Hai conquistato ogni parte di me, edito dalla Newton Compton.



Mercoledì 12 Aprile: 
Atelier di una Lettrice Compulsiva - intervista. Così potrete scoprire un po' meglio chi si cela dietro le figure dei miei personaggi.
Mercoledì 19 Aprile:
  Book's Angel i personaggi del romanzo
Mercoledì 26 Aprile:
  The Mad Otter breve estratto dal libro di Nicoletta Il posto che non sai di me
Venerdì 28 Aprile:
  Sale e Pepe intervista esclusiva a Luke Grady
Mercoledì 3 Maggio:
Romance e non solo i luoghi del romanzo
Venerdì 5 Maggio:
 nel sito La bottega dei libri incantati avverrà una tappa curiosa, nella quale Barbara Mangalo vi presenterà, in un articolo, alcune delle mie opere gratuite.



PRIMA TAPPA
INTERVISTA

Ciao Alessandra, ben ritrovata nel mio piccolo Atelier. Prima di parlare della tua ultima uscita, voglio parlare di te. Chi è Alessandra Paoloni?
Ciao Diletta, grazie sia per avermi ospitata che per aver aderito al mio blog tour. Alessandra Paoloni è una ragazza che adora scrivere, leggere, vivere le amicizie, fare volontariato e cercare di rendersi utile quando occorre. Cerco di dare sempre il meglio di me stessa anche se non sempre è facile perché gli ostacoli che la vita mi mette di fronte sono sempre più difficili. Ma il mio motto è mai perdersi d'animo. Pazientare e perseverare.

Tre aggettivi per descriverti.
Sognatrice, ma coi piedi per terra, volenterosa e paziente. Dopo quasi dieci anni nell'editoria la pazienza oramai è collaudata.

Prima di approdare alla Newton Compton Editori, hai pubblicato molti romanzi in versione self e ancora prima eri una role-player. Come sei cambiata nell'arco di questi anni?
Bellissimi davvero quei tempi! Quando ancora l'ingenuità mi faceva ben sperare che tutto sarebbe andato secondo i miei piani! In questi anni sono cambiata e molto. A parte aver sperimentato diversi generi letterari per testare le mie capacità, è cambiato anche il mio modo di approcciarmi e intendere la scrittura. Questa “passione” è diventata sempre di più parte di me, mi accompagna oramai nella mia vita e mi contraddistingue. Tuttavia ho ancora molto da imparare e molto da fare. Ho imparato che non è la gloria o i soldi che si devono cercare, ma il rapporto con i lettore e con se stessi. La scrittura mi svela non solo agli occhi dei lettori ma soprattutto ai miei. Mi fa da specchio. E solo se s'infrangesse, allora sarei perduta.

Il primo romanzo edito dalla Newton è stato Ti regalo l'amore diventato poi Le infinite probabilità dell'amore in cui la storia di Clelia e Dante ci ha fatto palpitare il cuore. È stato difficile dover rimettere mano al romanzo già pubblicato in self?
Non molto a dir la verità. Anzi, è stato divertente poter approfondire alcuni aspetti di personaggi che nella versione self erano appena accennati. Come è stato utile approfondire il punto di vista di Dante. Rimettere mano ai miei lavori è un vizio che non mi toglierò mai. Starei sempre lì a fare un taglia e cuci generale.

Veniamo poi all'attuale romanzo: Hai conquistato ogni parte di me. Come è nato e quale è stato il suo excursus?
Nicoletta e Luke sono nati quasi per caso. Volevo scrivere una classica favola d'amore e quale miglior personaggi maschile se non quello dell'attore belloccio che sembra aver tutto, soldi, fama e bellezza? Il romanzo è stato scritto un anno e mezzo fa, d'estate. È stato il compagno di avventure calde e afose. Mi ricordo di essermi divertita a fare il gioco dei ruoli e a mescolare le carte, ribaltando le vicende. Annotavo tutto su un block notes. Questo romanzo mi ha divertita, e spero che diverta anche i lettori. Il suo scopo è proprio questo. Quindi quando leggo di un “romanzo leggero senza troppe pretese”, sembra strano, ma dico sempre tra me “ok allora sono riuscita nel mio intento”.

Chi senti più vicina al tuo modo d'essere tra Clelia e Nicoletta? E chi vorresti avere a fianco tra Dante e Luke? Devo dire che la scelta soprattutto tra i protagonisti maschili è molto ardua.
Sono entrambe delle domande difficili perché sia Clelia che Nicoletta conservano una parte di me. Clelia la parte insicura, tenera e buffa. Nicoletta quella invece della donna che diventa caparbia quando si tratta di portare avanti le proprie idee o di difendere ciò che ama. Sono entrambe perché entrambe sono me. Accanto vorrei avere forse un Dante. Non so se reggerei la notorietà di Luke e tutti gli scandali riportati sulle riviste di gossip.

A quali lettrici consiglieresti di leggere i tuoi romanzi?
Alle lettrici che amano sognare ad occhi aperti, perché ogni tanto meritiamo di regalarci un sogno o una favola. E anche a tutti quei lettori che vogliono staccare la spina e leggere qualcosa di non impegnativo. Perché anche tenere compagnia e allietare non è sempre semplice per uno scrittore.

Quali sono i tuoi progetti scribacchini nell'immediato futuro?
Ho in mente un altro romanzo dalle tinte rosa. E poi ci sono i vecchi progetti da rispolverare. Come la saga sulla discendente.

Riprenderai in mano alcuni vecchi progetti pubblicati in versione self?
Come ti dicevo, la discendente sarà uno di quei progetti da rispolverare. In realtà ho già revisionato il primo libro ma aspetto di ultimare il secondo per farli leggere in self. Tutti quei libri e quelle storie edite che per svariate ragioni sono tornate nel mio pc, meritano una seconda opportunità.

E ora la domanda di rito: che cosa è per te la scrittura? 
La scrittura è consolazione. Perché mi ha tirato su di morale molto spesso, durante la mia esistenza. È un'amica perché è fedele e mi aspetta. È paziente con me quasi quanto io lo sono con lei. Poi rappresenta una gran parte della mia personalità e della vita. È una sorta di marchio che mi contraddistingue. A volte penso “basta, io smetto. Faccio altro”. Poi mi sento vuota e capisco che scrivere fa di me una persona migliore, a volte.

Grazie ancora Alessandra per avermi concesso l'intervista.
Grazie a te Diletta, per tutto, e un saluto ai tuoi lettori.

FLASH GIVEAWAY

Eccoci arrivati al flash giveaway!
La regola fondamentale per partecipare è:

COMMENTARE QUESTO POST LASCIANDO LA VOSTRA EMAIL.

Sabato verrà effettuata l'estrazione e il fortunato vincitore si aggiudicherà il romanzo in formato digitale più una novella a scelta tra "Non aspetterò che te" e "L'amante del boia" sempre in formato digitale!

martedì 28 marzo 2017

ASIAN STYLE #15: RECENSIONE KUROSAKI KUN NO IINARI NI NANTE NARANAI


Rubrica ideata da questo blog (se prendete citate)  in cui verranno presentati e recensiti manga, anime, live action e drama che attirano particolarmente la nostra attenzione!

Titolo originale: Kurosaki kun no Iinari ni Nante Naranai
Titolo inglese: The Black Devil and the White Prince
Genere: Commedia Scolastico Sentimentale
Trama:
Yuu è una ragazza semplice che ha trovato la determinazione di cambiare non appena entrata al liceo. Ha avuto subito un colpo di fulmine per il bel Shirakawa soprannominato "Principe Bianco", ma allo stesso tempo sembra provare interesse per il sadico Kurosaki soprannominato "Diavolo Nero".
Prequel di 2 episodi usciti nel 2015.
Film uscito nel 2016.



Il drama segue le vicende della studentessa Yuu alle prese con la nuova vita dopo che i genitori su sono trasferiti a Shangai per lavoro.
Qui si ritroverà immediatamente alle prese con l'arroganza e prepotenza di Kurosaki che fa di lei la sua schiava personale non prima di averle rubato un bacio per avergli tagliato una ciocca di capelli.
E già qui parte la ship fra i due. Ovviamente però in soccorso di Yuu arriverà l'amico d'infanzia di Kuro, Shirakawa.
I due ragazzi sono l'uno l'opposto dell'altro: Kuro è un vero demone (più volte nel drama viene chiamato "akura" che in giapponese vuol dire appunto demone) mentre Shirakawa viene visto da Yuu come un principe, l'angelo sceso in terra per alleviare tutte le pene inflitte da Kuro a Yuu.
La ragazza però ha dei progetti ben diversi, progetti di crescita sia interiore sia esteriore. Nella precedente scuola Yuu era vittima di bullismo della peggior specie e ciò l'ha spinta a cambiare non solo il suo aspetto estetico ma anche il suo carattere. Ha fatto anche una lista per diventare una persona totalmente diversa.
Due punti fondamentali sono: fare nuove amicizie e trovare un fidanzato.
Nell'arco del live action Yuu riesce a depennare dalla sua lista quasi tutto: ovviamente l'ultima voce rimasta è trovare un ragazzo.
Inutile dire che il fulcro di questo drama è il triangolo amoroso Yuu-Kuro-Shirakawa.
Tutto protenderebbe verso l'angelo Shirakawa, così perfetto anche se pieno di sofferenza interiore è legato a Kuro tanto da considerarlo come un fratello, eppure non ho potuto fare a meno di notare la chimica tra Yuu e Kuro.
Anche senza volerlo i due si cercano e non possono fare a meno l'uno dell'altra.
Kuro, il demone, mi diverte per le sue uscite eppure anche i demoni hanno un cuore, un cuore che non vede l'ora di essere amato dalla persona giusta, una persona che con il suo essere goffa, lunatica, solare e allo stesso tempo timida riesca a tenere testa all'oscuro demone.
Non posso far altro che promuovere questo drama e, dal momento che è tratto da un manga, non vedo l'ora di poterlo avere fra le mani.

VOTO
9/10

domenica 12 marzo 2017

RECENSIONE IN ANTEPRIMA Hai conquistato ogni parte di me di Alessandra Paoloni

HAI CONQUISTATO OGNI PARTE DI ME
Alessandra Paoloni
Casa Editrice: Newton Compton
Prezzo: 2,99€
Data di pubblicazione: 14/03/2017
Sinossi:
Nicoletta Catullo lavora come giornalista per un un noto settimanale italiano. Ha ambizioni letterarie e un libro nel cassetto che non ha mai avuto il coraggio di far leggere a nessuno. La sua vita cambia totalmente quando il suo direttore le commissiona un articolo molto particolare: intervistare il cast di una nuova fiction italiana sui Borgia. Nicoletta ha modo non solo di conoscere personaggi già famosi ma anche Luke Grady, un giovane attore che si sta facendo ammirare nel panorama cinematografico italiano. Al termine delle interviste per il suo articolo, la ragazza si ritrova però a firmare, senza saperlo, un documento che la legherà per i mesi a venire a Luke Grady: l'accordo "segreto" che siglerà la "costringerà" a vestire i panni della “finta fidanzata” dell'attore, fino al termine delle riprese della fiction...




La vita di Nicoletta è pressoché ordinaria, giornalista di talento scrive per l'importante rivista Ab Urbe Condita. Questa volta però le è stato affidato un incarico speciale: dovrà intervistare il cast della nuova serie dedicata ai Borgia. Nicola si troverà a intervistare sia attori che hanno segnato la storia della TV sia l'astro nascente nonché figo della madonna Luke Grady.
Dal canto suo Luke si è sempre trovato davanti donne bellissime che, a un suo schiocco di dita, si gettano ai suoi piedi, o meglio nel suo letto. Nicoletta però è diversa, lei non cede al suo fascino e non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. Ecco perché viene scelta dall'astro nascente dello spettacolo per interpretare niente di meno che la sua finta fidanzata. Questa non è altro che una mossa di marketing ideata dal suo agente per ingraziarsi non solo le ragazzine attratte dal suo fascino da bello e dannato ma donne di tutte le età.
La domanda però è una sola: dove finisce la finzione e comincia la realtà?
Ben presto Nicoletta e Luke si troveranno di fronte a questo interrogativo, il loro rapporto avrà alti e bassi.
Come tutte le favole in cui il bel principe si innamora di Cenerentola, potrà avere questo romanzo il lieto fine? Lo dovrete leggere per scoprirlo.
Ho letteralmente amato il personaggio di Nicoletta, così diverso dai soliti canoni proposti nelle odierne letture di genere. Sa il fatto suo, sa cosa vuole ed è disposta a tutto pur di ottenerlo. Non si è lasciata intimidire dal mondo dello spettacolo in cui bazzicano soprattutto serpenti anzi, è riuscita a districarsi egregiamente da tutti gli ostacoli che le venivano posti davanti.
Luke... cosa si può dire di lui se non che è molto di più di quello che vuole farci vedere o che i giornali mostrano. Con Nicoletta ha trovato il modo perfetto di esprimersi, può essere finalmente se stesso senza essere giudicato.
Con Nicoletta può dire finalmente di aver trovato l'amore.
Ed è quello che tutte noi sogniamo alla fine, no?
Trovare un amore che ti stravolge, un rapporto in cui puoi essere te stesso, senza alcuna maschera.
Avevo già ringraziato Alessandra Paoloni per il romanzo Le infinite probabilità dell'amore.
Risulterei banale a ringraziarla ancora per l'amore, quindi per questo romanzo voglio dirle GRAZIE per la speranza. 
La speranza nel lieto fine che tutte noi donne ci meritiamo.