Cerca nel Blog

mercoledì 31 agosto 2011

Niente cover originale per Need.

Image and video hosting by TinyPic

Pochi minuti fa ho appreso su Facebook presso il profilo Newton Compton che la cover di Need non sarà originale ma sarà questa:

Image and video hosting by TinyPic


Ecco la spiegazione fornita.

Ciao a tutti, cari fan.
Abbiamo seguito con interesse la mobilitazione "vogliamo la cover originale di Need". Siamo lusingati dall'affetto che ci dimostrate e siamo fieri di aver creato con voi questo rapporto così dinamico. Purtroppo non sempre ci è possibile soddisfare i vostri desideri, anche se ce la mettiamo tutta. Diamo la parola alla nostra redazione:

‎"Care lettrici, cari lettori,

questo nostro lungo silenzio a proposito della copertina di Need è stato dovuto al fatto che abbiamo riconsiderato il progetto grafico sulla base delle vostre accorate segnalazioni. Così abbiamo provato a rimettere mano al processo di stampa, ma purtroppo molto era già fatto prima dell'estate e le cover erano state già mandate in stampa. Se avessimo interrotto il processo non ci sarebbero stati i tempi sufficienti per rispettare le consegne. Quindi vi ringraziamo ma non siamo riusciti a cambiare le cose in corsa. Sperando di non aver deluso le vostre aspettative, vi confermiamo che i vostri suggerimenti sono sempre ben accetti, e da parte nostra ci sforzeremo di non lasciarli inascoltati."


Io voglio ringraziare la Newton Compton per averci per lo meno ascoltate e avvertite.
Tuttavia spero vivamente che le copertine che verranno a seguire saranno originali!

domenica 28 agosto 2011

Prossime Uscite in Libreria - Periodo Fine Agosto/Novembre

24 Agosto Arde la Notte di J.R.Ward - Ed. Rizzoli
25 Agosto Wiched lovely. I racconti del deserto”(graphic novel) di Melissa Marr - Ed Fazi
30 Agosto La sposa del vampiro di Syrie James - Ed. Piemme

1 Settembre Blue di Kerstin Gier - Ed. Sperling e Kupfer
La cacciatrice della notte di Darynda Jones-Ed. Leggereditore
Il bacio eterno" di Lara Adrian-Ed. Leggereditore
Appuntamento al buio di Rachel Caine-Ed. Fanucci
Lacrime di tenebra di Laurell K. Hamilton-Ed. Nord
Il bacio del demone” Di Eve Silver-Ed. Leggereditore
Desiderio Eterno di Larissa Ione-Ed. Leggereditore
7 Settembre Starcrossed di Josephine Angelini-Ed. Giunti Y
22 SettembreL'odore della notte di Jeaniene Frost- Ed. Fanucci
Il bacio della notte" di Sherrylin Kenyon-Ed. Fanucci

Black Moon. Un bacio prima di morire di Keri Arthur-Ed. Newton Compton
Vampire Empire- Il principe dal sangue nero" di Griffith Clay e Griffith Susan-Ed. Sonzogno
Il bacio sacro di Melissa De La Cruz-Ed. economica Fanucci
Need. L'amore che vorrei di Carrie Jones-Ed. Newton Compton


Ottobre
Awakened di P.C. e Kristin Cast-Ed. Nord
Angel di Anne Rice-Ed. Longanesi
Il bacio della tempesta di Laurell K. Hamilton-Ed. TEA
La stirpe di mezzanotte. I primi tre romanzi di Lara Adrian-Ed. Leggereditore
Jane e i fantasmi di Netley. Le indagini di Jane Austen di Stephanie Barron-Ed. TEA
Promessi vampiri- The dark side di Beth Fantaskey-Ed. Giunti Y
Il principe vampiro. Magia nera di Christine Feehan-Ed. Newton Compton


Novembre
Dark Desire di Kresley Cole-Ed. Leggereditore
Micah di Laurell K. Hamilton-Ed. Nord
Mezzanotte. Il diario del vampiro di Lisa Jane Smith-Ed. Newton Compton
La spada di Avalon di Marion Zimmer Bradley-Ed. Longanesi

Facciamo Vivere La Lettura.


Girovagando su Facebook sono capitata in una pagina dedicata ai libri (Un buon libro, un ottimo amico) che aveva creato un evento davvero carino che può davvero in qualche modo far rinascere la lettura in questo secolo basato soprattutto su videogiochi e TV.
Riscopriamo la lettura, facciamola rivivere. Non ci dimentichiamo che ogni lettore esiste per assicurare a un certo libro una piccola immortalità. La lettura è in tal senso un rito di rinascita.

Ma che è questa cosa, facciamo vivere la lettura?
'Sta cosa, cara Italia, è per farti aprire gli occhi e porti di fronte dei personaggi bizzarri; li riconosci perché un buon numero indossa gli occhiali, un'altra buona parte è ingobbita, un'altra parte ancora va in giro con sacchetti pieni di carta o in questo momento sta ricevendo il postino che le consegna un pacco pieno di... libri. Li riconosci da tutti questi particolari, i lettori. Degli essere un po' vintage, se vogliamo retrò, che sfidano le caratteristiche del tempo e si ritagliano il loro spazio accanto a creature di carta, con un cuore di inchiostro e un'anima di parole. I libri.
Cosa facciamo allora per far vivere la lettura?
Iniziamo dall'inizio con i dovuti riassunti per i navigatori poco esperti e da poco giunti su questa pagina. Il 13 Giugno - in occasione di un anno, DICO BEN UN ANNO, ci siamo intrufolati nelle librerie e abbiamo disseminato bigliettini. Ma eravamo pochi, eravamo intimiditi, insicuri dell'iniziativa. Il successo è stato minimo, ma comunque un successo, ed un successo minimo è meglio di un insuccesso. E siccome non ci arrendiamo di fronte ad alcunché, noi lettori che ci siamo innamorati di quel barbaro di Heatcliff, che siamo stati nell'albergo dell'orrore di King, che abbiamo sbaragliato le guardie del Cardinale con Dumas, ci ripetiamo. Di più, più grandi, più esperti. Questa volta ci preoccupiamo di quantità e di qualità. Prima di spiegare COME, ancora una breve sosta sul PERCHE'. Perché leggere è bello; i più grandi lettori della storia magari sono quelli che ancora non hanno letto un libro perché non sanno da dove iniziare a farlo. I libri più belli magari sono stati accantonati perché vecchi, fuori luogo, fuori uso, fuori..moda. E allora noi, pionieri del valore della lettura, accecati ed ingobbiti, FACCIAMO VIVERE LA LETTURA, ma questa volta in maniera più forte e più viva della prima.
Come?
Ci prendiamo il diritto di appellare Settembre a 'Mese della lettura', arbitrari, anarchici, menefreghisti, ce ne freghiamo di quello che fanno le grandi catene e le loro bizzarre festività del lettore barra consumismo, e ci prendiamo Settembre per dedicarlo alla lettura; non nel senso che gli altri 11 mesi ce ne freghiamo e lasciamo che i libri raccolgano polvere, ma nel senso che a Settembre ci mettiamo sotto e facciamo tutto il possibile, immaginabile, straordinario per mettere in moto la grande macchina dei lettori.
Dal 1° al 30° Settembre entriamo in TUTTE le librerie d'Italia, anche in quelle che sin ora abbiamo evitato, andiamo alla scoperta, e inseriamo i nostri, ormai conosciuti, BIGLIETTINI.
L'altra volti molti non sapevano che scrivere nei suddetti bigliettini.. beh, FATEVI ISPIRARE. Scriveteci consigli, scriveteci motivi per leggere, scriveteci tutto quello che volete che parli di libri, di amore per essi, amore per la cultura. Ricordatevi che è fondamentale aggiungere nel bigliettino la scritta che convinca a:
-giungere su questa pagina
-raccontare la propria esperienza di rinvenimento
e la data e il luogo in cui sono rilasciati con relativo consiglio a:
-riportare su questa pagina anche dettagli di data e luogo.

Date sfogo alla vostra creatività.
Mettetevi in gioco.
Andate ovunque, nascondete ovunque, azzardate. Fotografatevi mentre compite l'atto e postate qui la foto.
Insomma. In quattro semplici parole:
FACCIAMO
VIVERE
LA
LETTURA.

Link per partecipare all'evento: http://www.facebook.com/event.php?eid=191229274275429

In My Mailbox #1


Buongiorno a tutti! Molti di voi già la conoscono, ma vi ripresento la rubrica In My Mailbox.
La rubrica viene pubblicata ogni fine settimana, con un post che avrà lo scopo di presentarvi i libri che ho acquistato durante la settimana, ma anche quelli che mi sono stati regalati o prestati.

Alla libreria Feltrinelli di Pisa ho preso:

Black Friars - L'ordine della chiave di Virginia De Winter


Il bacio del risveglio di Lara Adrian



Questo libro invece l'ho preso nella mia cartoleria di fiducia:

Passione ad Atlantide di Gena Showalter


Alla libreria Edison di Lucca ho preso invece:

Il bacio perduto di Lara Adrian




Shopping con Jane Austen di Laurie Viera Rigler



Al prossimo fine settimana!

mercoledì 24 agosto 2011

Per gli amanti della scrittura

Vi piace la scrittura? Allora sicuramente questo GdR fa per voi! E' diverso dagli altri GdR poiché a trama libera, dovete solo attenervi alle poche regole del forum! E vi divertirete sicuramente! Parlo per esperienza personale! All'inizio ero indecisa se partecipare o meno poi però mi sono convinta ed è la bellezza di un anno che sono su questo forum! Per cui avanti, popolate Misty Hill ma mi raccomando state alla larga da Hope e ricordate che niente è come sembra.

~Misty Hill GDR

« Non troverete Misty Hill (una piccola cittadina del Maine situata più a nord di Portland) su tutte le carte geografiche, a meno che esse non siano così accurate da riportarvi anche i luoghi sconsigliati da visitare. L'unico libro che riporta la storia di questo luogo è il “Trattato di una città morta” di un certo Alfred Wilson ritrovato nell'archivio della biblioteca della città prima che questa come, altri edifici del posto, cadesse in malora nel 1987...»


Misty Hill non è solo una città, non è solo un gioco di ruolo; a Misty Hill si scrivono storie, senza essere vincolati da trame comuni; a Misty Hill ciascuno può mettere alla prova la propria fantasia e ricercare lo "scrittore" che è in sè. Misty Hill vi aspetta tra le sue nebbie di misteri segreti e personaggi, immersi nel tempo indefinito delle sue locations fantastiche.
Le città, come i sogni, sono costruite di desideri e di paure.

lunedì 22 agosto 2011

Demon's Kiss - Gena Showalter


TRAMA
In una remota fortezza di Budapest, sei seducenti guerrieri immortali sono legati da un'antica maledizione che nessuno è mai riuscito a infrangere...
Un guerriero possente e signore della Morte... Una temibile dea, portatrice di caos e disordine...
Ma nessuno dei due è padrone del proprio destino...
Anya, dea dell'anarchia, decide di mettere in campo tutte le proprie arti per sedurre Lucien, il guerriero che accompagna le anime dei defunti nell'oltretomba, e benché lui cerchi disperatamente di resisterle alla fine lo conquista. I due non sospettano nemmeno lontanamente di essere solo delle pedine nelle mani di Crono, che cerca con ogni mezzo di metterli l'uno contro l'altra. Riusciranno a sconfiggere le forze invincibili che li controllano e a liberarsi dalle rispettive condanne evitando il crudele sacrificio d'amore che il perfido titano vorrebbe imporre loro?

RECENSIONE
Leggendo alcune recensioni sul web ho notato che questo libro non è stato molto apprezzato.
Contrariamente a quello che pensano tutti, ho trovato Demon's Kiss eccezionale! Gena Showalter è riuscita a intrecciare la mitologia greca degli dei dell'olimpo e titani con la passione tipica dei romanzi Harmony. Il fatto poi che abbia accoppiato la dea dell'Anarchia con il Demone della Morte è stata fantastica! La prima non può sottostare alle regole, anzi, ha bisogno di infrangere la legge per sentirsi meglio ma è sotto una maledizione che per lei è a dir poco terribile, mentre il secondo deve sottostare a quelli che sono i suoi doveri di "traghettatore di anime" e mettendo tutto il resto in secondo piano a causa di tragici trascorsi, anche l'amore ed il desiderio. Ma l'attrazione che c'è tra i due non può essere negata, sebbene Lucien debba uccidere Anya! D'altro canto Anya non vede l'ora di concedergli il bene più prezioso che ha, andando oltre l'aspetto fisico (Lucien aveva cercato di uccidersi e per questo era rimasto sfregiato): la sua libertà. Il tutto ha come contorno la lotta dei "Lords of the Underworld" che devono ottenere il vaso di Pandora prima di Crono. La lettura è scorrevole e si legge tutto d'un fiato! Spero vivamente di riuscire a trovare i restanti libri della saga ma alcuni di questi sono difficili da trovare persino sul sito della Harmony poiché si parla di pubblicazioni del 2009 ma non demordo!

VOTO:
Grande aggiunta alla mia biblioteca, lo consiglio davvero

Il Bacio Eterno - Lara Adrian

Data prevista della pubblicazione: 01 Settembre 2011
Casa Editrice: Leggereditore


Trama
Quando cala la notte, Claire Roth è costretta a fuggire... Una minaccia che sembra provenire dall'inferno stesso la spinge lontano da casa. Poi, dal fuoco e dalla cenere sorge un guerriero vampiro. Si tratta di Andreas Reichen, suo antico amante e ora un estraneo consumato dalla vendetta. Colta tra le fiamme, Claire non ha scampo: la furia di lui è implacabile, così come il richiamo che la spinge ad addentrarsi in un mondo di oscurità eterna e di piacere infinito. Nulla placherà l'ira di Andreas: è determinato ad annientare il vampiro che ha ucciso un compagno della Stirpe. È disposto a tutto, persino a usare la sua ex amante come pedina nella sua missione mortale. Profondamente attratta dal suo insidioso nemico, Claire conduce Andreas dal suo avversario, ma il loro è un viaggio disseminato di pericoli e di seduzione... Perché Claire è l'unica donna che Andreas dovrebbe tenere lontana, e l'unica che abbia mai voluto fare sua.
Ha inizio un'avventura piena di insidie, dove il confine fra la vittima e il carnefice è sfocato, dove le fiamme di una passione infinita potrebbero risucchiare tutto ciò che si trova sul loro cammino... 


"Blue" - Kerstin Gier

La casa editrice Corbaccio ha annunciato che il seguito di Red, Blue, uscirà l'1settembre.

Questo è il secondo libro della Trilogia delle Gemme di Kerstin Gier.
In ordine:

Rubinrot (rubinoRed
- Saphirblau (zaffiroBlue
- Smaragdgrün (smeraldo)





TRAMA:

Viaggiatrice nel passato suo malgrado per un dono di famiglia, Gwen, giovane londinese che vorrebbe avere a che fare con i problemi tipici della sua età e dei suoi compagni di scuola, si trova catapultata da un secolo all'altro con una pericolosa missione da compiere. Peccato che non sappia di chi può fidarsi, dei Guardiani del Tempo o del terribile Conte di Saint Germain, dell'affascinante ma scostante Gideon o dell'invidiosa cugina Charlotte. A un certo punto l'unico vero amico sembra essere Xemerius... un gargoyle col muso di gatto.


Per chi non la ricordasse metto la trama anche di Red.




 

TRAMA:

Ci sono famiglie, nel mondo, che posseggono un gene che consente il viaggio nel tempo a un componente in ogni generazione. La particolare famiglia allargata della protagonista, Gwendolyn, che vive in una vecchia e imponente casa d’epoca della Londra contemporanea, è una di queste. Solo che la famiglia, avendo sempre pensato che sarebbe stata la cugina Charlotte a ereditare il gene, ha cominciato ad addestrare lei, sin da piccola, al difficile compito di “viaggiatrice“. Non Gwendolyn. Peraltro poco apprezzata e già in possesso di un dono soprannaturaleparticolare. Il destino, però, è sempre pronto a fare sorprese. E un giorno, all’età di 16 anni, Gwen, improvvisamente, “salta indietro”: «Mi sentii strattonare in aria all’improvviso. Avevo lo stomaco sottosopra. La strada si trasformò in un fiume grigio davanti ai miei occhi. Quando tornai a vedere chiaramente, scorsi un’auto d’epoca che girava l’angolo mentre io ero inginocchiata sul marciapiede e tremavo di paura. C’era qualcosa che non andava nella via. Era diversa dal solito».

Jessica Rules The Dark Side - Beth Fantaskey

Edito dalla casa editrice Giunti, titolo in inglese "Jessica guide to dating the dark side", consiglio a tutti questo libro il cui seguito uscirà il 19 ottobre 2011 col titolo "Promessi Vampiri - The dark side".
L'autrice ha pubblicato sul suo sito personale ( http://www.bethfantaskey.com/ ) la copertina del secondo capitolo della saga, la trama ed il prologo.

 
Copertina italiana: 

 
Trama

Quando Jessica Packwood ha scoperto di essere una principessa vampira romena, ha avuto lo shock di tutta la sua vita da adolescente. Poi ha scoperto che quella era la parte facile. Ora, sposata al principe Lucius Vladescu, deve rivendicare il proprio trono e convincere una nazione di vampiri che lei è adatta ad essere la loro regina. Ma Jess non può neanche ordinare un pasto decente al suo personale rumeno, figuriamoci poi parlare di argomenti ambugui "non-morti" che godrebbero nel vederla fallire.
E quando Lucius è accusato di aver ucciso un vampiro Anziano ed è imprigionato senza neanche il sangue di cui ha bisogno, Jessica si ritrova da sola a lottare per la sopravvivenza di entrambi.
Disperata nel cercare di ripulire il nome di suo marito e ottenere la sua liberazione, Jess chiederà aiuto alla sua migliore amica Mindy Stankowicz e il misterioso cugino italiano di Lucius, Raniero Lovatu. Ma entrambi hanno degli oscuri segreti da tenere nascosti. Riuscirà Jessica capire di chi fidarsi e compiere la sua ascesa al potere, prima di perdere ogni cosa, compresoe il vampiro che ama?


Prologo
"Madre?"
Vortici di neve intorno a lei, e mi dava la schiena, il corpo avvolto in un mantello rosso brillante. Cremisi... Il colore di Mihaela. La regina, che una volta dominava sui Dragomir, appare come una macchia di sangue contro la distesa di bianco, eppure è forte e concreta, come le rocce frastagliate dei Carpazi che si innalzano dal solitario monte rumeno dove ci incontriamo sempre.
Faccio un passo verso di lei, non capisco. Perché non si volta a salutarmi? "Madre?"
E poi Mihaela Dragomir si volta, il viso nascosto dal mantello. E tra le mani tiene un oggetto, qualcosa che preme contro il suo petto nello modo in cui una suora cullerebbe una croce. Ma Mihaela non è umile, una pia suora o qualsiasi altra cosa... Quella non è una santa reliquia.
Il paletto ... Il paletto macchiato di sangue ...
Il paletto di LUCIUS, quello che ha usato per distruggere lo zio - e che una volta aveva quasi usato...
"No! Mai! "
Colpita, mentre lottavo contro qualcosa che sembrava premere contro il mio petto, faticai a mettermi seduta e aprii gli occhi per vedere la tremolante luce del fuoco contro la pietra, e per un attimo non fui sicura di dove mi trovavo.
Gradualmente, però, quello che mi circondava mi affondò dentro, ero a casa di Lucius - la nostra casa. Nel nostro letto. La pressione [che sentivo] sul mio petto ... non è stato ... erano solo le pesanti coperte di cui avevamo sempre bisogno nella sua - la nostra – enorme e fredda camera da letto, anche se il fuoco ardeva nel caminetto.
Prendendo un respiro profondo, allungai il braccio e posai la mano sulla sua spalla, rassicurandomi che tutto era a posto. Fino a quando Lucius era con me, sarei stata a posto.
Eppure, le immagini dell’incubo mi tornarono velocemente alla mente.
Il paletto, che non avevo più visto dalla notte in cui Lucius aveva premuto le sue zanne sulla mia gola trasformandomi in un vampiro ...
Perché l’avevo sognato? E perché la mia madre naturale - che non avrebbe mai voluto farmi del male - lo teneva in mano?
Avevo cominciato a sognare Mihaela da quando ero in Pennsylvania, e quei sogni divennero sempre più frequenti da quando sposai Lucius e mi trasferii in Romania. Era come se mia madre, distrutta poco dopo la mia nascita, stesse cercando di proteggermi,mentre cercavo di seguire le sue orme e diventare una regina, basandomi su un diario che aveva lasciato per me per aiutarmi. Un regalo di nozze postumo per guidarmi, quando avevo imparato ad essere una principessa.
Il mio cuore cominciò a battere di nuovo più velocemente. Avevo imparato? Stavo cercando ...
Contorcendomi sotto le coperte, mi spostai verso Lucius nel grande letto - dove, come mi aveva confessato una volta, era stato previsto, probabilmente dagli Anziani Vladescu, di togliermi la vita, togliendo convenientemente la sua sposa Dragomir dal potere e consentendo ai Vladescu di avere il dominio incontrastato su entrambe le nostre famiglie. Presi a calci le copertine, quasi nuotai attraverso di loro, improvvisamente impaziente di essere accanto a lui.
Tutto nella sua casa - a casa NOSTRA- a volte sembrava così grande. Compresi gli oneri.
Lucius dormiva su un fianco, dandomi le spalle, e mi premetti vicino alla sua schiena, sentendo la freschezza del suo corpo. Avevo anche condiviso quella freddezza da quando mi aveva morso, suggellando il nostro destino e un patto decennale che aveva decretato il nostro matrimonio, nell'interesse di fermare una guerra tra le nostre famiglie rivali. Premendo[mi] più stretta contro mio marito - come mi suonava strano -ascoltai il suo respiro regolare, che mi ha sempre calmato quando ero nervosa. Lucius non aveva paura. Prosperava regnando sui clan. Questo è quello per cui era nato e cresciuto.
O aveva paura qualche volta?
"Lucius?" Sollevai un gomito e lo scossi delicatamente, sentivo la necessità di vedere i suoi occhi scuri e sentire la sua voce profonda e rassicurante. "Lucius?"
"Sì ... sì?" Borbottò. Si girò sulla schiena e si mosse per me sotto le coperte, che erano così costose e rigide che mi facevano sentire la mancanza delle morbide, consumate lenzuola di flanella nel mio letto in Pennsylvania. Ma come poteva una principessa chiedere flanella? "Sì, Jessica ...?"
Lasciai la mia mano sul suo petto, sentivo che saliva e scendeva così lentamente che pensai che probabilmente era ancora addormentato. Eppure, non potevo chiedere aiuto in un sussurro, così le guardie fuori dalla nostra porta non potevano sentire, "Che cosa vuol dire se un vampiro sogna un paletto?"
Lucius non rispose, e mi resi conto che stava decisamente dormendo – probabilmente era ancora esausto dopo un altro giorno di lotta per unire le nostre ostinate famiglie - così mi stesi di nuovo e mi rannicchiai contro di lui. In risposta alla pressione del mio corpo, si girò e mi tirò a sè, così potetti sentire l'intera lunghezza del suo corpo potente da guerriero contro il mio, come uno scudo alle mie spalle.
In cima a quella montagna rumena, nel cuore di un confuso castello che supponevo di governare, ma dove ancora mi perdevo nei corridoi contorti, la notte è molto calma. Anche il fuoco scoppiettante sembrava più calmo. Dopo pochi minuti in cui mi sforzai di dimenticare l'incubo, iniziai quasi ad andare alla deriva mentre mi addormentavo di nuovo, quando improvvisamente Lucius mormorò, appena sussurrando, con il suo respiro freddo contro il mio collo, "Tradimento".
M’irrigidii tra le sue braccia. Era per rispondere alla mia domanda o era coinvolto nei propri sogni? O i propri incubi?
Anche se fosse stata quest'ultima [ipotesi], non era esattamente confortante. Mio marito ha la slealtà - tradimento - nella sua mente? E Lucius, come tutti i vampiri, ha in gran considerazione i sogni ...
"Tradimento". Dissi la parola ad alta voce, cercando di assicurarmi che fosse quello che avevo sentito dirgli. "Tradimento".
Al suono della mia voce, che era bassa ma udibile abbastanza per rompere il profondo silenzio della montagna, Lucius, che sembra essere inquieto, strinse il braccio segnato ancor più stretto intorno a me, così mi intrappolò contro il suo petto.
Presi la sua mano e tirai per darmi un po’ di spazio per respirare. Non mi lasciò andare, però, e provai a spostarlo di nuovo. Contro la mia mano, potetti sentire un'altra cicatrice profonda - una x sul palmo della mano che l’aveva segnato come il mio, tagliata nella sua carne durante la nostra cerimonia di matrimonio - e la fascia delle nozze di Lucius sulla sua mano sinistra. La sua mano dominante. Quella che aveva usato per brandire il paletto quando mi aveva tenuto in un modo molto diverso, in quello stesso castello, non troppi mesi prima.



Eclissi di Luna Rossa

Il sole e la luna si abbracciano, e anche se il loro legame non durerà che pochi istanti, sarà abbastanza perché il loro amore continui a crescere almeno fino a che potranno stare di nuovo insieme ancora una volta, probabilmente più vecchi di venti o trent’anni.

Poesia di una strega al suo gatto prima di essere bruciata sul rogo


 Per il tuo dolce muso nero domani salirò sul rogo.
Fuggi figlio mio finché ti resta tempo, non indugiare!
Per il cangiante velluto degli occhi tuoi m’attende la pira, fuggi bimbo mio nel bosco oscuro, senza indugio.
Libera l’ombra mia dal dolore di mostrarti il dolore e vola libero e felice verso il salvifico oriente.
Lascia che il volo mio di domani non turbi il sogno tuo e concluda il mio.

Undead - Gli immortali


Trama
Inghilterra, inizio '900. Da alcune morti violente di giovani donne, il gruppo di cacciatori di vampiri che aveva sconfitto Dracula nell'opera di Bram Stoker, intuisce che il famigerato conte non è affatto morto, ma è tornato a colpire. Del gruppo di "eroi", che dopo l'impresa hanno preso le distanze l'uno dall'altro, forse per dimenticare e rifarsi una vita, fanno parte un avvocato londinese, Jonathan Harker, sua moglie Mina, e altri tre personaggi: un ricco londinese e due medici. Ma il vampiro che lascia la sua scia di morte per le strade di Londra non è Dracula, bensì la bellissima contessa ungherese Elizabeth Bathory. È lei, capelli corvini, pelle bianchissima, capace di trasformarsi prendendo fattezze diverse e spesso palesandosi come nebbia che avvolge tutto, la responsabile degli omicidi. Non solo, ma è anche decisa a eliminare quelli che, venticinque anni prima, hanno deciso di togliere di mezzo Dracula.

La mia Recensione
L'opera di Dacre Stoker e Ian Holt incomincia con una lettera di Mina Harker al figlio Quincey in cui gli svela la verità riguardo il passato della propria famiglia e il loro scontro con il terribile Dracula. Successivamente la scena si sposta nella grande sala di un casolare antico in cui, una donna dall'aspetto bellissimo quanto letale, consuma uno dei più efferati e sanguinosi delitti che si possano immaginare, lavandosi con il sangue della propria vittima designata.
Undead, Gli immortali è tutto cosi, un continuo susseguirsi di azione e tensione vista, capitolo dopo capitolo, da diverse prospettive, ognuna delle quali utile ai fini della storia.
Abbiamo il temerario Quincey, figlio di Mina e Jonathan Harker, con ovviamente famiglia al seguito, l'ex direttore del manicomio Seward, il celebre cacciatore di demoni Van Helsing, una contessa spietata e sanguinaria, ma dall'animo profondamente ferito per ciò che la vita le ha riservato nel suo passato di umana, ed un attore eccentrico ma al contempo misterioso, Basarab, personaggio chiave del racconto, che fin dalle prime righe in cui compare pare evidente come egli nasconda qualcosa. Insieme ai personaggi sopra citati da menzionare anche Bram Stoker. Proprio così, avete capito bene, il celebre autore di Dracula compare come personaggio in questo romanzo, seguito ufficiale di quel racconto dell'orrore che nel 1897 non riscosse gran successo, per poi diventare un vero e proprio cult solo nel secolo successivo, nonché ispirazione di molti film da esso tratti.
Ma perché un seguito del celebre romanzo proprio oggi, a distanza di oltre un secolo dalla prima uscita dell'originale? Bhè la scelta di questo è dettata sopratutto dalle intenzioni dello stesso Stoker, all'epoca, di scrivere un seguito del suo romanzo, e dalla passione per il lavoro da lui svolto che ha sempre nutrito Dacre Stoker, autore del romanzo nonché pronipote del leggendario Bram.
A distanza di oltre un secolo ci troviamo davanti ad un seguito ufficiale del vecchio romanzo, firmato anch'esso Stoker, e ricco di colpi di scena e informazioni storico/biografiche sui personaggi storici realmente esistiti che hanno ispirato la leggenda del vampiro, il celebre principe della Transilvania Vlad Dracul, detto Tepes ''l'impalatore'', un crociato che difese la sua patria e la cristianità dai turchi mussulmani compiendo talvolta atti di efferato sadismo, e sua cugina Elizabeth Bathory, passata alla storia come la più grande serial killer di tutti i tempi.
Undead non rilancia solamente l'immagine del Dracula storico, eroe nazinale della Romania troppo a lungo diffamato a causa dell'opera originale di Stoker, ma prosegue gli eventi passati della storia approfondendo e svelando retroscena sulla stessa stesura di Dracula di Bram Stoker.
Veniamo cosi a scoprire come Bram abbia descritto fatti ''realmente avvenuti'', traviando però l'immagine del conte in un mostro per far risultare eroiche le gesta di Van Helsing, come lo stesso cacciatore di mostri altro non fosse che un povero pazzo ossessionato dall'idea di lasciare una fama eterna prima della sua morte, come la vampirizzazione di Lucy Westenra da parte di Dracula altro non fosse che un tentativo di salvarle la vita da un infezione del sangue provocatale dallo stesso Van Helsing, e molti altri retroscena succulenti sulla trama del primo romanzo che invoglieranno i lettori a rileggere, o a leggere per la prima volta chi non l'ha ancora fatto, quel Dracula che oggi è conosciuto maggiormente per la trasposizione cinematografica di Francis Ford Coppola, continuando al tempo stesso la storia apparentemente conclusa con la sconfitta del vampiro in Transilvania.
E' la contessa Bathory, soprannominata dagli storici ''la contessa Dracula'', a prendere in mano le redini di antagonista in questo sequel dal ritmo incalzante fino all'ultima riga, ricco di colpi di scena e capovolgimenti di fronte, sentimenti e irrefrenabili passioni nascoste. Dacre Stoker si è avvalso della consulenza storica di Ian Holt per scrivere un romanzo dalle tinte action capace di proseguire la storia passata e al tempo stesso avere una base storica su cui appoggiarsi.
Molti hanno criticato il libro giudicandolo, più che un seguito del romanzo di Stoker, un continuo dell'opera cinematografica di Coppola. Personalmente non la vedo affatto così, occorre infatti prendere gli eventi narrati nel libro con le pinze, per capire fino in fondo l'intrigo messo in piedi da Van Helsing e Bram Stoker, e comprendere come realmente si siano svolti i fatti e chi fosse in realtà il vero antagonista da cui il gruppo di eroi avrebbe dovuto mettersi in guardia anni prima, invece di concentrare tutte le loro attenzioni e la loro ira su un non morto la cui unica colpa era quella di aver amato come nessun essere umano avrebbe mai saputo fare.
La nuova antagonista cattura l'immaginario collettivo per il suo connubbio di fragilità e pericolosità, abbiamo infatti da un lato una donna costretta in un epoca ormai remota a sposare un uomo che non amava, maltratata e abusata, ripudiata da Dio e, successivamente, da colui che davvero le aveva catturato il cuore, e una creatura assetata di sangue e di vendetta dall'altro. Una malvagità ed un sadismo tali che non potevano che aver radici nei profondi dolori patiti nella sua vita pasata, e come molti sanno il dolore può distrugere per sempre un cuore che si è donato totalmente a qualcuno o qualcosa, e creare dei mostri. La nuova contessa non ha più nulla di umano e l'unica cosa a motivarla è il desiderio di vendicarsi di coloro che ritiene responsabili dell'ultima lacrima da lei versata, e di creare un mondo a sua immagine e somiglianza in cui nemmeno la luce di Dio sarebbe più riucita a redimere le anime.
Oltre alla contessa abbiamo poi il già menzionato Basarab, attore di fama europea dall'oscuro passato che farà da mentore a Quincey fino alla resa dei conti finale, quando vi sarà l'ennesimo colpo di scena con conseguente capovolgimento di ruoli, i sentimenti di Mina per un marito che affoga i problemi nell'alcol e nelle prostitute, i complotti messi in atto da Van Helsing, un Seward che, ormai diventato un drogato nulla tenente, cerca di risolvere il caso dei misteriosi delitti che hanno insanguinato la città nelle ultime settimane, e cercare un collegamento con i fatti attribuiti a Jack lo squartatore, e un ombra che aleggia sopra le loro teste come uno spettro che ritorna dal passato, forse per ucciderli, forse per salvarli, lo scoprirete soltanto leggendo, il tutto inserito in uno scenario dimanico e dalle tinte dark.
Che dire, Undead - Gli imortali è certamente un romanzo consigliato a chiunque volesse vedere il seguito della storia di Dracula di Bram Stoker, ricco di suspance e azione, dal ritmo frenetico fino all'ultima riga, capace di tenere incollati alle pagine fino alla fine, ma che ha poco valore, o nulla, se non si conosce a fondo il capolavoro di Bram Stoker. Personalmente questo libro mi ha catturato parecchio, e ammetto che non mi dispiacerebbe per nulla vedere prima o poi una traposizione cinematografica del romanzo, assistere alle scene di massacro della contessa dev'essere quanto di più appagante per qualunque appassionato di splatter.


VOTO:
Grande aggiunta alla mia biblioteca, lo consiglio davvero

sabato 20 agosto 2011

Salotto Letterario: intervista alla scrittrice Alessandra Paoloni autrice di Ricercatori di Ombre

 photo salottoletterario_zpsd3409e46.jpg



Il Male è ovunque. William Gravestone l’ha sempre saputo, ma quando John Winchester lo chiama per informarlo della scomparsa dei suoi due figli Dean e Sam la sua vita viene completamente sconvolta. Ex cacciatore di demoni ha sempre nascosto il suo passato ai suoi tre figli Sean (24 anni), Betsy (21) e Justin (19). Ma quando i tre ragazzi vengono finalmente a conoscenza della verità e del passato della loro famiglia, decidono di aiutare John e di partire alla ricerca dei fratelli Winchester, come svaniti nel nulla a seguito di una caccia che ha lasciato dietro di sé molti misteri. In questo viaggio i Gravestone troveranno fantasmi, incubi e creature mostruose che non sospettavano fossero nascoste nel buio; e dovranno fare i conti soprattutto con le loro paure. Infine una domanda li assillerà per tutto il tempo: ce la faranno a ritrovare e salvare Dean e Sam?



Mi racconti un po’ del suo approccio al mondo della scrittura

Mi piace dire di me che sono nata con la penna in mano. Scrivo da sempre, da quando sono bambina, è una sorta di vocazione per me, un bisogno fisico come lo è respirare. La scrittura la adoro, mi ha aiutata nei momenti difficile della mia vita, mi ha consolata e divertita. Se non scrivessi, sarei morta.

Quando e perché ha iniziato a scrivere

Ho iniziato a scrivere da bambina, più o meno da quando facevo le elementari. Ricordo che la maestra mi prendeva sempre ad esempio per come scrivevo i temi a scuola. La cosa m’imbarazzava ma mi faceva indubbiamente piacere anche se allora ancora non sapevo che quella sarebbe stata la mia prima passione, il mio chiodo fisso. All’inizio scrivevo racconti dove i protagonisti erano personaggi dei libri che leggevo e di cartoni animati che vedevo alla tv. Ho preso ad attingere dalla farina del mio sacco quando ero alle medie, più o meno a dodici anni.

Quale genere predilige

Il fantasy l’avventura e il “gotico” o definito urban fantasy. Se poi i generi si mescolano tanto meglio per chi scrive e per chi legge.

Mi parli di Ricercatori di Ombre, che tra l’altro tra poco compie un anno. Come le è venuta l’idea?

L’idea per la Fan Fiction è venuta quasi per caso. Mi sono imbattuta circa un anno fa nel forum del Supernatural Legend, un sito molto ben fatto sulla serie televisiva che è tra le mie preferite. Ho notato che una sezione era dedicata totalmente alle FF. Premetto che non ne avevo mai scritta una prima d’allora; il mondo delle Fan Fiction mi era totalmente estraneo anche se ne avevo sentito parlare spesso in rete. Il forum e il sito, e soprattutto il telefilm, mi piacevano e allora mi sono detta “perché non provare a buttar giù qualcosa?”. Così ho preso a inventare trama e personaggi senza sapere ancora a cosa andavo incontro, senza immaginare che mi sarei affezionata a questa storia e che soprattutto le vicende dei Gravestone sarebbero piaciute molto.

Parliamo dei personaggi, alcuni di questi sono stati presi da Supernatural mentre altri come i fratelli Gravestone sono opera della sua fantasia…a chi si è ispirata per i fratelli?

Ho sempre pensato, mentre guardavo Supernatural in tv, che assieme a Sam e Dean ci sarebbe stata bene una figura femminile stabile. Sean e Justin Gravestone somigliano vagamente ai fratelli Winchester, mentre Betsy è quella figura femminile che compensa la mancanza di protagoniste in un telefilm a trama prettamente maschile. Con la figura di Betsy Gravestone ho introdotto la presenza di una cacciatrice donna, chiaramente ispiratami dall’altro telefilm che amo fin da adolescente, ovvero Buffy l’ammazzavampiri.

Quanto c’è di lei nella protagonista femminile Betsy Gravestone?

A dir la verità non abbiamo molto in comune. Betsy è molto dolce, ha una Fede incrollabile e fa sogni premonitori. Io non faccio sogni premonitori, mi arrabbio molto più facilmente e la mia Fede vacilla più del dovuto.
Forse l’unico tratto che ci accomuna è il valore della famiglia, in cui entrambe crediamo ciecamente.

Che cosa si aspetta per la fan fiction?

Mi aspetto che almeno un paio di persone continuino a leggerla, tutto qua. Per me è un divertimento scriverla, e il “lavoro” è totalmente diverso da quello che si fa per scrivere un libro. I Ricercatori di Ombre sono una palestra per me, dove faccio esercizio divertendomi.

Quali sono i suoi progetti futuri?

C’è in cantiere un nuovo libro al quale sto lavorando. Ma al momento non posso dire di più.
Poi ho altri progetti che stanno nascendo in questi giorni, progetti che coinvolgono altre persone oltre me, ma dei quali è ancora presto per parlare. Magari vi dirò qualcos’altro nella prossima intervista.

Un gentile ringraziamento ad Alessandra Paoloni.