Cerca nel Blog

mercoledì 27 giugno 2012

Recensione di Cinquanta sfumature di grigio di E.L.James


Titolo: Cinquanta Sfumature di Grigio
Autrice: E. L. James
Casa editrice: Mondadori
Pagine: 548 pag.
Costo: 14,90€
Trama:
Quando Anastasia Steele, graziosa e ingenua studentessa americana di 21 anni incontra Christian Grey, giovane imprenditore miliardario, si accorge di essere attratta irresistibilmente da quest’uomo bellissimo e misterioso. Convinta però che il loro incontro non avrà mai un futuro, prova in tutti i modi a smettere di pensarci, fino al giorno in cui Grey non compare improvvisamente nel negozio dove lei lavora e la invita ad uscire con lui. Anastasia capisce di volere quest’uomo a tutti i costi. Anche lui è incapace di resisterle e deve ammettere con se stesso di desiderarla, ma alle sue condizioni. Travolta dalla passione, presto Anastasia scoprirà che Grey è un uomo tormentato dai suoi demoni e consumato dall’ossessivo bisogno di controllo, ma soprattutto ha gusti erotici decisamente singolari e predilige pratiche sessuali insospettabili… Nello scoprire l’animo enigmatico di Grey, Ana conoscerà per la prima volta i suoi più segreti desideri.

La saga:

- Cinquanta sfumature di Grigio
- Cinquanta sfumature di Nero (uscito il 26 giugno 2012)
- Cinquanta sfumature di Rosso (in uscita il 17 luglio 2012)

L'autrice:
Erika Leonard, vero nome di E. L. James, è una scrittrice inglese che per lungo tempo e tutt’ora lavora per la televisione inglese. Sposata con Neill Leonard, ha due figli adolescenti. Ha cominciato la sua esperienza come autrice con le fan-fiction con lo pseudonimo di Snowqueens Icedragon. “Cinquanta sfumature di grigio” nata come una fan –fiction di Twlight, ben presto è diventata una storia a se stante, primo titolo di una trilogia dedicate alla relazione tra Anastasia Steele e Christian Grey.


Recensione:
Ebbene si, anche io sono stata contagiata dal fenomeno delle “Cinquanta sfumature” il romanzo che in America ha venduto circa 27 milioni di copie.
Che dire, di questo romanzo se ne è parlato e se ne è parlato male, ma come dice una famosa frase, l’importante è che se ne parli.
Su una cosa però non c’è dubbio, l’inizio del romanzo fa palesemente riferimento a Twilight: è noto infatti che la trilogia “Cinquanta sfumature” era nata come una fan fiction della famosa saga della Meyer.
Fin dalle prime pagine infatti si capisce il riferimento a Edward e Bella, qui Christian Grey e Anastasia Steele.
Lei, giovane studentessa di letteratura che sogna di fare uno stage in una casa editrice, lui, affascinante, misterioso e ricco imprenditore che sotto quella maschera di uomo perfetto nasconde un segreto, il suo vero essere, la sua vera natura: Mr. Grey infatti è molto incline alle pratiche sadomaso, ha anche una stanza rossa dei giochi dove si possono trovare manette, cinghie di cuoio, moschettoni, corde per il bondage, cera, frustini e quanto altro.
E Ana, così si fa chiamare dai suoi amici, si fa coinvolgere da tutto questo, ben conscia di non sapere niente del sesso e non sapendo come “destreggiarsi” in questo campo poiché vergine.
Sarà proprio Christian Grey ad insegnarle tutto, facendole firmare addirittura un contratto con Regole, Limiti e cose che lei deve e non deve fare, a cominciare dal non toccarlo.
Il rapporto tra i due sarà quindi quello di Dominatore e di Sottomessa, ma allo stesso tempo un rapporto alla pari, perché Christian rimane colpito dal modo in cui Anastasia riesce a tenergli testa, e allo stesso tempo in Ana cresce il desiderio di volere di più da lui, di sapere di più sul suo passato, ma l’unica cosa che è riuscita a fargli dire è che in passato anche lui è stato un Sottomesso.
Si perché Anastasia si sta innamorando di Christian e questo per lui non è affatto un bene.
Unica cosa che non capisco è il motivo per cui Christian, nonostante sia palesemente innamorato di Ana, alla fine la spaventi in quel modo costringendola ad andarsene e ad interrompere in modo definitivo la loro relazione. E soprattutto, quale è il misterioso affare, di lavoro o di famiglia? Che possa avere delle ripercussioni?
Lo stile della James è chiaro, semplice ed estremamente descrittivo. Ho a dir poco adorato gli scambi di mail tra Ana e Christian, per non parlare di pensieri di Ana e della dea interiore che è in lei e che, ogni volta che c’è Christian nei dintorni, si risveglia ed inizia a ballare la danza dei sette veli.
Insomma, posso dire che io sono una di quelle lettrici che ha apprezzato il libro, nonostante l’enorme quantità di sesso. Ma andiamo, alcuni Harmony, soprattutto i Blue Nocturne, sono più spinti.
Lo consiglio a tutte quelle lettrici ma anche ai lettori che cercano qualcosa di diverso, che vogliono staccare dal mondo del paranormal, perché qui i protagonisti sono umani! Ed umani restano, con i loro pregi e con i loro difetti!

VOTO:
Non c'è male, lettura piacevole

5 commenti:

  1. Penso proprio che mi farò contagiare anch'io :P

    RispondiElimina
  2. Okay, letti tutti e proprio perché mi fidavo di te! A me non hanno detto assolutamente nulla. Come hai già fatto notare la trama, benché differente,è chiaramente quella di Twilight, cosa che non mi ha convinta e ancor meno la scrittura. Non li ho amati, forse sopportati, a parte questo qui che qualche risata me l'ha strappata!

    RispondiElimina
  3. letti tutti ..mi sono piaciuti molto ma di più di è piaciuto il terzo..il primo è troppo spinto però essendo un genere erotico ci sta... sono molto soddisfatta di questi libri e ora non vedo l'ora che esca il film.. a quanto pare ad agosto del prossimo anno :3

    RispondiElimina
  4. Li ho letti tutti e tre in meno di una settimana...non perchè sia una fanatica dei romanzi erotici ma mi piaceva moltissimo il legame tra i due protagonisti...guardato non sotto l'aspetto del sesso ma scoprendo il lato "umano" di cristian! Fantastico!

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)