Cerca nel Blog

domenica 29 luglio 2012

Gli speciali di Brûlant: Christian e Brigitte


Salve, benvenuti al secondo speciale della congrega ospitato dal Blog “Atelier di una Lettrice Compulsiva”. Prima di iniziare ringrazio te lettore per esser capitato da queste parti e Dike per l’ospitalità.

Oggi parleremo dei personaggi principali del romanzo: il Dott. Christian Lisi e Brigitte Fournier.
Seguendo il motto “Ladies first” inizierò dalla sacerdotessa Brûlant e dalla sua descrizione fisica.

La fata francese – come viene più volte definita dal suo Christian – è una ragazza di 24 anni, alta circa 1.80, capelli ribelli color rosso rame, carnagione chiarissima ed occhi color smeraldo. Ho voluto seguire per la creazione di questo personaggio l’iconografia classica della strega celtica sia per onorare un’autrice a me molto cara – Marion Zimmer Bradley – sia per allacciarmi ai prossimi volumi della saga dove scoprirete altri aspetti della ragazza.
Anche il suo nome non è stato scelto casualmente:

«Ma perché non accendete la luce?» le domandai vedendo l’ingente quantitativo di candele che accendevano per un rituale «Bride le lampadine non sono magiche come le candele».
Le sue risposte erano date con una tale dolcezza che nonostante il dubbio in testa mi rimanesse, annuivo soddisfatta per la spiegazione ricevuta.
Era l’unica che mi chiamasse Bride, nome originario gaelico della dea Brigid, ma fu troppo complesso spiegarlo al funzionario dell’anagrafe all’atto della registrazione della mia nascita. Ripiegò quindi per un molto più comune Brigitte.
«Bride è la dea patrona dei fabbri, dei poeti e dei guaritori, tutti compiti che hanno bisogno della fiamma della conoscenza per esser portati a termine. Il fabbro ha bisogno del fuoco della fucina per poter forgiare il ferro, il poeta grazie al fuoco dell’ispirazione artistica riesce a comporre splendide storie e il guaritore non curerebbe nessuno senza il fuoco dell’energia guaritrice» mi diceva ogni volta che mi rifiutavo di ringraziare la dea.
Le mie coetanee mi prendevano spesso in giro perché nelle mie favole della buonanotte non c’erano principi azzurri, animali parlanti, sontuosi castelli o finali lieti.
Mia madre utilizzava per farmi addormentare i miti e le leggende del passato che ormai nessuno commemorava più. [Cit. Brûlant, Anita Borriello, pag 27]

Brigitte è una Brûlant dal XV secolo circa e come vi ho accennato nel primo speciale sulle sorelle, le Brûlant hanno stretto un patto con le divinità di ricordare ogni loro incarnazione per accelerare la loro evoluzione spirituale. Brigitte ricorda quindi ogni vita vissuta in precedenza e di conseguenza non commette errori grossolani, ha un carattere mite e mai e poi mai farebbe del male ad un altro essere vivente.
Il primo incontro fra i due innamorati avvenne nella prima metà del 1400 quando Brigitte faceva da assistente ad una strega di Benevento chiamata Mariana di San Sisto (figura realmente esistita e documentabile) che era Christian in una vita precedente. Purtroppo per uno stupido errore dell’allora Brigitte, Mariana fu mandata al rogo e il rimorso fu così grande per la giovane apprendista che decise di rincontrare quella donna nelle prossime vite entrando così a far parte della Congrega. Quello che Emma – questo il nome dell’apprendista - non aveva preventivato era sia che avrebbe condannato tutte le sue future esistenze alla consapevolezza del divino sia che si sarebbe innamorata dell’Archetipo e che lo avrebbe cercato in tutte le sue vite successive.

L’Archetipo, il Dott. Christian Lisi, è l’anima più antica in circolazione e con l’entrata dell’Era dell’Acquario (2012 circa) la sua morte avrà un ruolo fondamentale per l’intero genere umano, ovvero, quando l’Archetipo cesserà di esistere con questo ciclo naturale la sua anima non si reincarnerà più in forma umana ma verrà scissa in tante nuove anime che partiranno avvantaggiate con gli insegnamenti che ha ricevuto l’Archetipo in tutti i millenni di esistenze fisiche.
Le Brûlant hanno da sempre l’obbligo di controllare che nessuna congrega rivale si impossessi dell’anima dell’Archetipo prima della nuova Era per fini malvagi e mantenere così l’equilibrio. Altro obbligo della sorellanza era quello di non intrattenere con lui/lei una relazione sentimentale, dovevano osservarlo a debita distanza senza interferire apertamente.
Brigitte attratta da questo essere così speciale disobbedisce alla sacerdotessa madre e ai suoi obblighi innamorandosene e vita dopo vita gli gironzola intorno assicurandosi così che nessuno gli faccia del male.

Il romanzo inizia con Christian come voce narrante distrutto dal dolore perché è appena stato lasciato da Brigitte, non conosce la sua natura ancestrale né sa che la sua fata dai capelli rossi è una spiritualista Brûlant. Non voglio svelarvi tutta la trama del romanzo, vi basti sapere che i due si riavvicineranno grazie ad una piccola concessione da parte delle divinità.

Vorrei spendere due parole anche su Christian, un personaggio amato e odiato in egual misura. Molte persone, il mio Editor in primis, mi hanno palesato il loro dissenso per il protagonista maschile. Troppo ironico, troppo sarcastico, troppo scodinzolante verso la sua donna, troppo arrogante.
Christian è un uomo alto circa 1.75, corporatura gracile, capelli ed occhi castani. Non è il massimo della bellezza con il suo aspetto trasandato ma ha sempre affascinato le donne con carisma e cultura. Lavora come filologo presso l’IFI – Istituto Filologico Interdipartimentale – ed è molto famoso nel suo campo.
Usa il sarcasmo e l’ironia perché sono le più efficienti armi di autodifesa che conosce visto il suo aspetto fisico, o almeno finora perché dal prossimo capitolo della Saga – Indigo – l’Archetipo si manifesterà molto più spesso rendendo Christian forte anche sul piano fisico oltre che quello spirituale.

Christian è l’involucro materiale dell’Archetipo, anima antica che secoli prima è stata quella del dio egizio Thot e di Ermete Trismegisto. Per millenni ha visto il genere umano degenerare sempre di più dimenticando gli antichi insegnamenti che lui aveva lasciato. Sebbene l’Archetipo sia relegato nel subconscio del protagonista fa parte di esso, quindi se Christian esprime la propria antipatia verso gli altri esseri viventi è perché la sua parte ancestrale è stufa di veder commettere sempre gli stessi errori.
Avrei potuto creare un essere sovrannaturale docile e affabile come fanno moltissime mie colleghe ma ho voluto renderlo più umano possibile, con tutte le connotazioni negative del caso.

Christian e Brigitte sono la perfetta spiegazione del mio concetto di amore e del molto più ampio concetto di Anime Affini. La fata francese cerca e protegge quest’uomo/donna, secolo dopo secolo, vita dopo vita. Non è soltanto l’innamorata che guarda con gli occhi a forma di cuore il proprio uomo ma è ben consapevole della sua importanza per l’intero genere umano. Le loro anime sono predestinate nello stare insieme per un bene superiore e ricevono il premio per secoli di devozione.

Spero che questo secondo speciale della congrega Brûlant vi sia piaciuto, ci vediamo settimana prossima per il terzo che riguarderà le ambientazioni del romanzo.

Un abbraccio di luce
Anita B.

giovedì 26 luglio 2012

Recensione di Quando il diavolo ti accarezza di Luca Tarenzi

Titolo: Quando il diavolo ti accarezza
Autore: Luca Tarenzi
Editore: Salani
Pagine: 364
Prezzo: 18,00 €


Sinossi: 
Eleonora – Lena per tutti – è una studentessa milanese di vent’anni. Una notte, inseguendo la sua amica Sofia, precipitata in uno stato di trance, arriva davanti alla stazione Centrale e assiste a un incredibile duello: un’immensa creatura alata sta per annientare un giovane già coperto di sangue. D’istinto interviene e permette al giovane di approfittare di un momento di distrazione dell’avversario per decapitarlo con al sua stessa spada. Solo che il giovane è Arioch, un demone appena evocato per uccidere proprio Sofia, l’amica del cuore di Lena.






ANTICIPAZIONI
Notai questo libro sullo scaffale di una nota libreria in un piovoso pomeriggio di primavera, e subito attirò la mia attenzione per l'originalità della trama descritta nel quarto di copertina.
Un romanzo a base di demoni e creature soprannaturali, l'ennesimo, pensereste voi, ma questa volta anche gli appassionati di esoterismo e culture religiose rimarranno piacevolmente colpiti dallo scoprire che non hanno per le mani l'ennesimo clone di Buffy o Twilight.
La diversità dell'opera è intuibile fin dal primo capitolo, introdotto magistralmente da un estratto del Libro di Enoch ( testo sacro ebraico ), e già da questa piccolezza è possibile intuire il grande bagaglio culturale dell'autore in tema di religioni ed esoterismo.
Andando avanti nella lettura rimarrete piacevolmente colpiti dai colpi di scena che accompagnano l'avventura del Principe Infernale Arioch, evocato da una misteriosa setta per assassinare una giovane ragazza di nome Sophia. Niente avrebbe potuto frapporsi tra lui e la sua missione, niente, se non l'amore che a poco a poco si farà largo nel suo cuore nei confronti di Lena, amica di lunga data del suo berrsaglio, nonché colei che, proprio nel primo capitolo, salverà ignara la vita al demone aiutandolo a porre fine all'esistenza di un angelo mandato dal Cielo per fermarlo.
Se questo non basta per attirare la vostra attenzione, aggiungerei la presenza nella storia di figure leggendarie della religiosità ebraica, come il ''terribile'' e ben noto Azazel, il più celebre dei diavoli ribelli cacciati dal Cielo in un passato ormai dimenticato dall'uomo, o Metatron, Signore di tutti gli angeli.
Una folle corsa contro il tempo, un amore ostacolato da una tragica missione di sangue, un complotto celeste di proporzioni bibliche che potrebbe portare il mondo verso una nuova Apocalisse. Il tutto contornato da una conoscienza in materia dell'autore non indifferente.


PREGI
Trama originale e coingvolgente, colpi di scena, attendibilità e coerenza con le fonti di riferimento di stampo religioso sono i punti di forza di questo romanzo, accompagnati da un carisma impareggiabile dei personaggi principali e un ottima descrizione caratteriale e introspettiva di quelli secondari.
Altro punto a favore, questa volta soggettivo, davvero PERFETTA l'idea di ambientare la storia in una delle nostre città italiane, lasciando ai fan il brivido di ripercorrere con la mente gli eventi del libro ogni qual volta si trovano in uno dei luoghi di Milano descritti.

DIFETTI
Fino ad ora mi sono dilungato ad evidenziare i punti di forza del romanzo di Tarenzi, che tuttavia non è, a parer mio, esente da pecche abbastanza importanti.
Prima tra tutte la stessa storia d'amore tra Arioch e Lena. Da un romanzo intitolato ''Quando il Diavolo ti accarezza'', con in copertina la dicitura ''cosa succede quando il Diavolo si innamora?'' mi sarei certamente aspettato che tale storia sentimentale, nonché motivo per cui acquistai il libro, avesse un importanza di primo piano, invece di venire brutalmente calpestata dal resto della trama riguardante Sophia e il suo collegamento con gli angeli. Più che una critica al romanzo questa è una critica alla presentazione di esso, anticipato come una combattuta love story tra un demonio e un umana, un paranormal romance per farla breve, e rivelatosi poi un romanzo d'avventura dove la love story in questione è poco più che mero contorno. Ribadisco, non sarebbe motivo di critica, se soltanto il libro venisse presentato per quello che è.
Sempre rimanendo in tema, lascia davvero l'amaro in bocca la superficialità con cui viene descritta l'unione carnale tra i due protagonisti, bramata e attesa per interminabili capitoli, e poi liquidata in poco più di una manciata di righe. E non mi stancherò mai di ripetere, la voce DIFETTI sarebbe stata vuota, se appunto il romanzo fosse stato presentato fin dall'introduzione nel quarto di copertina come un avventura e non un paranormal romance, a conti fatti ciò che ha lasciato l'amaro in bocca a me è ciò che capita quando ci si aspetta un libro di un genere, e ti trovi per le mani qualcosa di diverso. Il succo della critica non riguarda le singole cose che ho portato all'evidenza, ma si riduce tutto a come il libro viene presentato. Come ci rimarreste voi se andando al cinema a guardare un film dell'orrore, vi ritrovaste davanti un action movie? magari apprezzate anche il genere, come io apprezzo le storie d'avventura e nel complesso ho apprezzato il libro di Tarenzi, ma l'impatto iniziale una volta finito di leggere è: ''non era ciò che mi aspettavo che fosse'', seguito solo col tempo da ''tutto sommato è un bel romanzo d'AVVENTURA''.
Se posso avanzare un ulteriore critica, questa volta sogettiva, non ho apprezzato per nulla il finale, rigirato a qualcosa di visto e rivisto invece di puntare sulla stessa originalità dei primi capitoli ( non faccio spoiler ).

CONCLUSIONE
Nel complesso ''Quando il Diavolo ti accarezza'' è un buon libro, se non ci si lascia ingannare dalla sua presentazione e lo si legge con gli occhi e il cuore con cui leggereste un buon romanzo d'avventura, potrebbe anche invogliarvi a riprenderlo in mano e rigustarvelo dall'inizio. Ma ribadisco, forse fino ai conati di vomito, che va letto come un AVVENTURA, per non rimanere delusi da esso e ritrovarvi a notare una miriade di punti deboli nella storia che, se aveste preso la lettura con un altro spirito, non sarebbero certamente stati tali. Potrebbe anche stuzzicare la vostra attenzione riguardo storie e leggende narrate nei testi sacri non canonici delle religioni monoteistiche, capaci di far rivalutare la figura del Diavolo e stimolare una seria riflessione sui concetti di Bene e Male che fin dal catechismo ci sono stati inculcati a forza a mo di lavaggio del cervello.


VOTO:
Non c'è male, lettura piacevole

Recensione de L'amore immortale di Sabrina Benulis

Recensione di Yvan Argeadi
AUTORE: Sabrina Benulis
CASA EDITRICE: Newton Compton
PREZZO: 9,90€
DATI: 384 p.
Sinossi:
Fin da bambina, Angela Mathers è perseguitata da visioni soprannaturali: affascinanti creature alate popolano i suoi sogni e la ossessionano, senza darle tregua. Tanto da spingerla a tentare il suicidio, più volte e in molti modi diversi, ma sempre senza successo: pare proprio che Angela non possa morire. Quando viene dimessa dall’istituto di igiene mentale dove è in cura, la ragazza si iscrive all’Accademia Westwood di Luz, esclusiva università vaticana, decisa a iniziare una nuova vita. Ma Luz non è affatto una cittadina tranquilla come sembra: ombre inquietanti si aggirano per le strade in cerca di qualcosa e Angela, con le sue cicatrici e i suoi capelli rosso sangue, non passa inosservata… Divisa tra un nuovo amore che sta sbocciando e le sue antiche ossessioni, Angela dovrà affrontare la verità su se stessa, perché potrebbe essere proprio lei l’“Insanguinata” di cui parlano le profezie, l’unica creatura in grado di accedere al misterioso libro dell’arcangelo Raziel, decidendo così il destino di angeli e demoni, del Paradiso e dell’Inferno.


Recensione:
Cosa fareste voi se fin da bambine un principe azzurro, o un bellissimo e magnetico angelo in questo caso, fosse il centro dei vostri sogni ricorrenti?
Bhè forse, nel primo caso, uscireste di casa ed andreste alla ricerca dell'uomo perfetto, ma nel secondo caso? Per Angela, giovane ragazza senza ormai più né famiglia né amici in vita e senza nulla da perdere, il suicidio per ricongiungersi definitivamente al bellissimo Isfrael, l'angelo dei suoi sogni, sembra essere l'unica soluzione possibile... o dovremmo dire, impossibile.
Già perché per sua sfortuna, Angela è praticamente immortale. Ogni suo tentativo di suicidio  si risolve con un fallimento. Dalla pugnalata, che manda in pezzi la lama dei coltello che stringeva nella mano, ai colpi di pistola, il suo corpo sembra essere come protetto da una sorta di scudo. Ma eretto da chi?
A causa della sua natura di Insanguinata ( ragazzi dotati di doti soprannaturali ) viene praticamente rinchiusa in un istituto di proprietà del Vaticano, costruito allo scopo di monitorare streghe e Insanguinati nella ricerca della terribile Archon, la Rovina, il flagello dell'umanità il cui avvento era stato profetizzato all'inizio dei tempi.
Ed è proprio in questo istituto che Angela conoscerà Kim, novizio di bell'aspetto che nasconde un segreto riguardante la sua vera natura, e ne è attratta. Farà anche la conoscenza della diabolica Stephanie, strega potente abbastanza dall'essere riuscita ad evocare un demone che le fa da guardia del corpo ( e da genitore adottivo ) e che ambisce ad essere la vera Archon, Nina, una ragazza emarginata con il dono di vedere i morti, e Sophia, letteralmente una ''bambola di pezza'' come viene definita e trattata da tutti per via della sua indole apatica e indifferente verso il mondo che la circonda. E non solo...
Tra le mura di questo antico istituto infatti, celati nelle profondità delle tenebre, dimorano entità che la mente di Angela non avrebbe mai immaginato potessero esistere veramente. A partire da una spaventosa creatura divoratrice di umani che miete vittime in tutta l'isola e che sembra essere sotto il controllo di Kim. E chissà che oltre i cancelli di questa struttura non si nasconda anche l'angelo dei suoi sogni, il potentissimo Israfel, sceso sulla Terra per ritrovare il ''Libro di Raziel'', insieme al suo amore perduto eoni addietro.
Queste sono le premesse di questo romanzo, primo di una trilogia ancora in fase di sviluppo, che vede la protagonista muoversi tra Cielo, Terra e Inferno, in una disperata lotta contro il tempo e contro il male per trovare il misterioso libro che angeli e demoni cercano per avere la meglio gli uni sugli altri, e scoprire finalmente la vera identità della tanto temuta Archon, destinata a volgere l'ago della bilancia in favore dell'uno o dell'altro schieramento. Ma la sorte è ingannevole, la verità non è mai semplice come si crede, e nello stesso Inferno vi sono differenti schieramenti che patteggiano chi per Archon, e chi per il Diavolo. Perché Archon è una, ma due possono essere la Rovina, le eredi del trono degli Inferi.

Per me, alla ricerca di un libro che uscisse dagli stereotipi che dominano il mercato, iniziare a leggere questo libro mi aveva lasciato un pò scettico, specialmente leggendo le recensioni che ne facevano i blog in giro per la rete. Ed invece proprio in questo momento mi ritrovo a maledire il fatto che il secondo romanzo non sia ancora uscito, e che non riesco a trovare un altro libro che mi interessi al pari di questo.
Il modo di scrivere di Sabrina Benulis, e il modo magistrale con cui alterna attimi angoscianti e lenti a ritmi ben più frenetici, così come il carisma e il carattere proprio che è stata capace di dare ad ognuno dei personaggi della storia, primo tra tutti a parer mio l'angelo Israfel, quanto di più magnetico e divino io abbia mai visto, i continui capovolgimenti di fronte in una storia dove solo alla fine diventa chiaro che nessuno è amico di nessuno, ed il finale sinistro e originale mi hanno lasciato senza fiato, stupendomi dalla prima all'ultima riga.
Certo qualcuno potrebbe obiettare che è fin troppo confusionario, ed in alcuni passaggi ammetto che io stesso ho faticato a seguire il filo logico della trama, ma basta un pò di attenzione e di interesse suscitato dalla magnifica ragnatela di eventi perfettamenti concatenati tra loro che l'autrice è stata capace di tessere, che il romanzo svetterà in testa alle vostre classifiche personali, ve l'assicuro.
Mi sono approcciato al genere fantastico solo di recente, e già lamentavo una somiglianza disarmante tra tutti i libri che vi sono in circolazione, addirittura parevano essere stati prodotti con il medesimo stampino. Non è facile trovare, in un genere come questo, qualcosa di veramente attraente, immersivo, originale, che sappia distinguersi un minimo dalla massa e che a mano a mano che leggi i continui colpi di scena ti lasciano con la bocca spalancata. Già, non è per nulla facile, ma se è ciò che state cercando, vi suggerisco caldamente il romanzo della Benulis.

VOTO:
Grande aggiunta alla mia biblioteca, lo consiglio davvero

sabato 21 luglio 2012

Anteprima Un amore di cupcake di Donna Kauffman

1 SCRITTRICE BRILLANTE
+
1 PROTAGONISTA INDIMENTICABILE
+
1 STORIA INCANTEVOLE
+
ABBONDANTI DIALOGHI FRIZZANTI

MESCOLATE BENE, METTETE IN FORNO E AVRETE UN AMORE DI CUPCAKE!

Un romanzo che vi prenderà per la gola


Titolo: Un amore di cupcake
Titolo originale: Sugar Rush
Autore: Donna Kauffman
Editore: Tre60
Pagine: 352
Prezzo: 9,90 euro
In libreria dal 13 settembre
Sinossi:
La trentenne Leilani Trusdale non ce la fa più: i ritmi frenetici, le pressioni costanti e il carattere burbero dello chef Baxter Dunne, che ormai dedica più tempo alla sua trasmissione televisiva che alla cucina, sono ormai diventati insostenibili. Insomma, è giunto il momento di darci un taglio. Così, dopo oltre quattro anni di duro lavoro e poche soddisfazioni come executive chef del ristorante «Gâteau» di New York, Leilani decide di tornare nella città natale della bisnonna materna dove vive suo padre, sulla piccola isola di Sugarberry, per realizzare il sogno che coltiva sin da ragazzina: aprire una pasticceria di cupcake, un luogo caldo e magico dove poter creare irresistibili dolcetti da decorare con golose glasse. E le cose sembrano andare subito per il verso giusto, anche grazie all’aiuto degli amici di sempre, del padre e dell’intera comunità di Sugarberry, tutti convinti che il suo talento e la sua passione possano finalmente trovare un degno riconoscimento. Quando però viene a sapere che Baxter ha intenzione di girare la prossima serie del suo show proprio a Sugarberry, Leilani inizia ad agitarsi, ad emozionarsi… perché, in fondo al cuore, sa che il suo scontroso ex-capo è proprio l’ingrediente «magico» che le manca per essere felice. Prima però sarà necessario superare la dura scorza di Baxter e mettere a nudo il suo lato dolce, nascosto eppure irresistibile, come un cupcake.

Pagina Facebook del libro 
Leggi QUI un estratto 

«Donna Kauffman è straordinaria: riesce sempre a strappare una risata, ma soprattutto sa come far emozionare i lettori. E preparatevi ad avere l’acquolina in bocca, perché leggendo scoprirete la fragranza e la golosità dei veri cupcake!»  - USA TODAY

«Un amore di cupcake è un romanzo dolce e seducente come un cupcake.» - PUBLISHERS WEEKLY

«Lo stile di Donna Kauffman è brillante, divertente e soprattutto delizioso.» - JANET  EVANOVICH


L'autrice:

 Donna Kauffman è autrice di bestseller che scalano regolarmente le classifiche americane e che sono tradotti in tutto il mondo. Vive in Virginia col marito, i figli adolescenti e i suoi adorati animali domestici. Un amore di cupcake è il suo primo romanzo pubblicato in Italia.


 LA MODA DEI CUPCAKE È ESPLOSA ANCHE IN ITALIA CON:
- negozi e corsi di cucina specializzati;
- programmi TV di successo;
- siti internet e blog italiani dedicati.
Nel 2011, nella categoria «food», «cupcake» è al 5° posto tra le parole più ricercate su Google.

Gli speciali di Brûlant: le Brûlant



“Le Brûlant nacquero durante il basso medioevo a Parigi per amore della conoscenza e dell’evoluzione spirituale; all’epoca questi due termini, che oggi sono antitetici, avevano lo stesso significato ed erano un privilegio di pochi.
Analizzando il contesto sociale, politico e culturale in cui è nata la sorellanza è facile comprenderne il perché, non bastavano le poche incoerenti risposte che venivano date alle domande che ponevano.
Grazie alle fondatrici ‐ una cerchia di sette donne ‐ oggi conserviamo alcuni dei più antichi manoscritti esistenti. La maggior parte di questi riportano le tradizioni orali tramandate di generazione in generazione dalla notte dei tempi.
Nei secoli il numero delle sacerdotesse è cresciuto in maniera esponenziale rendendo necessaria la creazione di altre due sedi oltre l’originaria parigina, una a Praga e l’altra a Roma.
Cento donne nel mondo sanno la verità, vivono con questo fardello nell’attesa della ricompensa. Evolvere spiritualmente non è semplice come bere una birra con gli amici, è un processo lento che richiede secoli.
Viviamo le nostre vite con dedizione e sacrificio per migliorare noi stesse e di conseguenza tutto ciò che ci ruota attorno.”
[Cit. Brûlant, Anita Borriello, pag 26]

Benvenuti al primo speciale del mio romanzo esoterico: Brûlant.
Prima di iniziare vorrei ringraziare te lettore che stai leggendo questo articolo e Diletta Brizzi, proprietaria del Blog “Atelier di una lettrice compulsiva”, che ci ospiterà per qualche settimana.



Il primo speciale della congrega non poteva che parlare di essa partendo proprio dal suo nome che è anche il titolo del primo volume e dell’intera saga.
Brûlant è una parola francese che significa bruciante, ho scelto di chiamare così le sorelle proprio in onore di tutte quelle donne che dal 1257 al 1816 sono finite al rogo tacciate di stregoneria per ordine della Santa Inquisizione. Tantissimi i casi in cui l’ignoranza e la superstizione hanno decretato una morte così violenta per far sì che l’anima delle imputate fosse purificata con il fuoco per gli errori commessi o per impedirgli del tutto il Giudizio Finale.
Vi sarà certamente capitato di leggere libri di fantasia che parlano di magia oppure di coven femminili, cos’hanno di diverso le Brûlant da tutte le altre streghe?
Per iniziare, non sono streghe.
Le Brûlant sono delle spiritualiste, si definiscono così perché oltre alla pratica di rituali di stampo celtico-pagano sono delle esoteriste che potremmo far appartenere alla scuola teosofica di Madame Blavatsky, ovvero, studiano e tramandano la Dottrina Segreta facendo una sintesi di tutte le filosofie e religioni esistenti per svelare gli arcani dell'Universo.
La differenza sostanziale fra la mia congrega e tutte le altre iniziate alla magia protagoniste della letteratura internazionale è il loro avvicinamento con la metempsicosi e soprattutto l’applicazione delle leggi karmiche.
All’interno di tutto il romanzo sono frequenti i richiami alla reincarnazione, particolarità delle Brûlant è che dal momento della loro iniziazione ai Grandi Misteri ricordano ogni vita vissuta velocizzando così la loro evoluzione spirituale fino ad arrivare al fine ultimo di tutti gli esseri viventi: il ricongiungimento della propria anima con l’Assoluto.
Altra peculiarità delle sorelle è che credono ciecamente nel karma, questo fa sì che non commettano errori grossolani velocizzando la loro crescita. Per l’essere umano è facile agire assecondando i propri istinti, difficile è comportarsi rettamente secolo dopo secolo.
La congrega delle Brûlant è una sorellanza segreta, i misteri millenari di cui sono depositarie potrebbero essere pericolosi se rivelati alla massa. Operano quindi lontane da occhi indiscreti in maniera umile e con la più totale devozione nei confronti delle divinità. Riguardo quest’ultime, non adorano un pantheon in particolare ma rispettano tutte le religioni realmente esistenti o esistite.
All’interno del romanzo assistiamo a quattro rituali, due in onore dei cicli solstiziali (Litha e Kupala), due di guarigione e protezione. Per far sì che le celebrazioni abbiano successo le Brûlant lavorano molto sull’ampliamento della propria aura (devono far sì che sfiori quella della sorella accanto) e sull’alienazione del mondo esterno mettendo da parte ogni pensiero negativo che possa catturare la loro attenzione.

“Non avrei potuto chiedere famiglia d’adozione migliore, la congrega era il luogo perfetto dove crescere”

Malgrado non vivano tutte assieme le Brûlant sono una vera e propria famiglia, attente ai bisogni di giovane e anziane e dividendosi i vari compiti da svolgere sia nel quotidiano sia negli eventi eccezionali. La gerarchia, rigorosamente rispettata, si basa sul grado di apprendimento dei Misteri di ogni singola sorella. Leggerete infatti di adepte (tunica bianca), novizie (tunica grigia), sacerdotesse (tunica viola) e di un’unica sacerdotessa madre (tunica nera) a capo di ogni congrega Brûlant.

Infine, le Brûlant sono sì delle spiritualiste ma sono in primis delle donne che riescono a gestire abilmente famiglia, lavoro e congrega. A differenza di molti ordini sacerdotali non hanno grossi obblighi da osservare, soltanto uno – il più importante – verrà infranto: quello di non avvicinarsi troppo all’Archetipo e sarà proprio questo il tema trattato nel prossimo speciale: Christian e Brigitte, un amore proibito dalle divinità, Loro.

Alla prossima,
un abbraccio di luce
)O(
AnitaB.

martedì 17 luglio 2012

The Bookaholic Chronicles # 4: Il fenomeno delle Cinquanta Sfumature

425575_345499538823286_2032775342_n

Articolo di Diletta Dike Brizzi & Yvan Argeadi

In Inghilterra sono state vendute in una sola settimana (fino al 30 giugno) 978'197 copie della trilogia delle Cinquanta sfumature (Fifty Shades Trilogy) scritto da E.L.James, mentre la settimana scorsa solo Cinquanta sfumature di grigio (il primo della trilogia) ha venduto 482'785 copie.
Il fenomeno ha portato ad una considerevole attenzione da parte dei mass-media inclusa la stessa BBC che ne ha parlato in alcuni suoi programmi.
Fifty Shades si è aggiudicato inoltre il nono posto tra i best sellers britannici con un totale di vendite pari a 1'645'422 copie in sole 12 settimane in Inghilterra, mentre nel resto del mondo oltre 31 milioni di copie.
La cosa interessante è che originariamente la trilogia era stata pubblicata dall'autrice come fan-fiction di Twilight ma, tramite un passaparola, ha iniziato a riscuotere successo.


Una trilogia di romanzi erotici che è valsa all'autrice la definizione di "porno-mamma" e che, secondo alcuni critici, a causa del livello di scrittura elementare, non dovrebbe essere considerata un best-sellers ma dei romanzetti porno di bassa lega.
C'è da dire che di bassa lega o no, Hollywood ci ha messo lo zampino: infatti l'autrice ha venduto i diritti per la trasposizione cinematografica alla Universal affidando il compito ai produttori di The Social Network.
Ci sono inoltre molti rumors per la parte del filantropo - maniaco del controllo Christian Grey: i migliori candidati al momento sono Matt Bomer e Ian Somerhalder.

Fatto sta che il fenomeno delle Cinquanta sfumature, nel bene e nel male, ha spopolato anche su Facebook.
Tanti autori e tante autrici emergenti e non ma anche tanti lettori, si sono lamentati della scarsa qualità di scrittura della James, degli argomenti trattati quali le figure del Dominatore/Sottomessa ed il sadomaso, e degli stessi personaggi a partire da Mr. Grey definito come uno stalker con attitudini sadiche, e Anastasia, vittima succube di lui.
Addirittura aleggiava la paura che passasse un messagio distorto ovvero che la sottomissione psicologica/fisica fosse una cosa giusta e gradevole.


Ora, parto col dire che, sia nel proprio vivere la vita intima che quella letteraria, i gusti sono gusti, che ad una persona può piacere il libro come può non piacere.
A me la trilogia è piaciuta ed è per questo che alcuni hanno avuto la faccia di affibbiarmi l'appellatico "sessualmente repressa", SOLO perché ho apprezzato la trama che va BEN OLTRE il sadomaso. Ma davvero? Parlando francamente posso essere tutto fuorché sessualmente repressa, sarà per questo che il libro l'ho letto con tranquillità, ridendo di alcune parti come le Regole stilate da Mr. Grey o appassionandomi ad altre al di fuori dell'ambito sessuale.
Sempre in giro su internet ho riscontrato che sono state indette ""campagne"" per cercare di invogliare i lettori a NON COMPRARE questa trilogia, ma a leggere altri autori, anche emergenti. Ma è bene ricordare che anche E.L.James è stata un'emergente e che, senza troppe ipocrisie, se il mio libro diventasse un caso editoriale quanto è diventato il suo, mentirei nel dire che non ne sarei felice.
E' stato inoltre detto che la colpa di questo enorme successo è da attribuire, più che alle case editrici che in fin dei conti vendono un prodotto che negli altri Paesi del mondo è spopolato, a noi lettori che lo abbiamo comprato.
Io invece dico: meno male che i lettori fanno un caso editoriale di qualcosa di finalmente innovativo e che calpesta dal punto di vista delle vendite un genere su cui ormai le case editrici si erano fossilizzate (fantasy, vampiri ecc) spingendole a prendere in considerazione lavori diversi dal tormentone di turno.

Ma poi, dico io, le stesse persone che criticano la trilogia perché diventata un fenomeno editoriale, non contribuiscono loro stessi ad alimentare tale fenomeno?!
Ricordatevi il detto "Che se ne parli bene o male, l'importante è che se ne parli" e devo fare i miei complimenti a E.L. James che, sconvolgendo lalcuni ed appassionando altri, è riuscita a diventare l'autrice del momento. Quanti di voi non lo vorrebbero?

lunedì 16 luglio 2012

Anteprima de L'Ampolla Scarlatta di Monique Scisci

Buongiorno lettori! Oggi voglio parlarvi di unn libro che ho avuto l'occasione di conoscere tramite un gruppo facebook "Amanti dei vampiri,streghe,lycan e del mondo della notte!"

Titolo: L'Ampolla Scarlatta
Autrice: Monique Scisci
Casa Editrice: Ciesse Edizioni
Pagine: 336
Prezzo: cartaceo 18,00€; ebook 6,00€
Data di uscitaluglio 2012
Sinossi: 
Aurora ha tutto ciò che desidera, è di animo puro e semplice, la vita le sorride. L’amore è alle porte, ha una famiglia serena e sicura alle spalle. Tutto crolla sotto i suoi piedi, eventi tragici la surclassano e lei soccombe, impossibilitata a reagire, il destino spietato l’attende. Ma il tormento non ha fine, perché il cambiamento radicale a cui non può sottrarsi, non è ancora avvenuto.
Chi la sta osservando e perché? Cos’è l’Ordine, di cui ha sentito bisbigliare alle sue spalle?
Sta succedendo qualcosa al suo corpo, o sono effetti collaterali delle gocce vermiglio dell’Ampolla Scarlatta che il medico le ha prescritto?
Un lupo bianco, creature della notte e segreti di famiglia mai svelati.
Ce la farà ad affrontare l’arduo percorso che l’aspetta?

Dove acquistare il libro:

Ibs - Amazon.it

L'autrice:
Monique Scisci è nata a Milano il 21 aprile del 1982.
Ha conseguito il diploma quinquennale di Liceo Artistico con sperimentazione Michelangelo. Attualmente iscritta alla facoltà di Scienze e Tecnologie della Comunicazione a Milano. Lavora nel reparto commerciale di un’azienda edile.
Ha collaborato per un settimanale locale, come giornalista. Da sempre coltiva la passione per i viaggi, la musica, l’arte e soprattutto la scrittura, unico vero mezzo per esprimere e interpretare emozioni profonde. Si avvicina al genere fantasy sin da piccola maturando forte curiosità per il paranormal. Ha letto svariate volte ‘Dracula’ di Bram Stoker che considera la quintessenza del romanzo vampiresco.
Fortemente impegnata per la salvaguardia degli animali e per il rispetto dell’ambiente.


mercoledì 11 luglio 2012

Salotto Letterario: intervista a Francesco Falconi, autore dell'ormai noto romanzo Muses

 photo salottoletterario_zpsd3409e46.jpg

Ciao Francesco benvenuto nell'Atelier di una Lettrice Compulsiva!
Cominciamo subito con l'intervista.
A che età hai cominciato a scrivere e quando hai capito che la scritura ti avrebbe portato lontano?
Se intendi che mi avrebbe portato lontano con la fantasia e l’immaginazione, dall’età di 14 anni, quando iniziai a scrivere. Che mi porti lontano in altri sensi, in tutta onestà, devo ancora capirlo. E va bene così, no?

Come sei entrato in contatto con la Mondadori per la pubblicazione del tuo primo libro?
In realtà è il mio tredicesimo libro, un percorso di sei anni, rodaggio e pratica. Per quanto riguarda Muses, ciò è avvenuto grazie alla mia agente, Vicki Satlow, che una volta concluso il romanzo l’ha proposto ad alcuni editori.

Devo ammettere di essere venuta a conoscenza del tuo nome con Muses (faccio mea culpa). Come è nato questo progetto? Ti aspettavi che avesse un così enorme successo?
Muses ha una genesi complessa, ci sono voluti quattro anni per concluderlo. È la storia di Alice, una ragazza nata e cresciuta nella periferia di Roma con un padre violento e alcolizzato e una madre incapace di difenderla e dimostrarle il suo affetto. La protagonista è una cantante rock, piena di tatuaggi e piercing, suona il violino elettronico. Si perde a Roma, cresce con compagnie sbagliate che le costeranno anche il carcere minorile. Dopo un incidente scopre di essere stata adottata e fugge a Londra per scoprire le sue origini. Qui scoprirà di essere reincarnazione della Musa della Musica.
È un libro a cui tenevo moltissimo, per questo ho aspettato anni prima di scriverlo. Volevo essere pronto, anche stilisticamente. Non si può prevedere mai il responso dei lettori, ma ero convinto di aver dato il massimo, e sentivo che il romanzo era vivo.

Il primo libro ci ha lasciato con il fiato sospeso, io per prima sono rimasta sconvolta. Non mi sarei mai aspettata che il "percorso" di Alice si concludesse in questo modo. Mentre scrivevi Muses, sapevi già fino a che punto si sarebbe spinta Alice?
Sapevo l’inizio. La fine. Il percorso centrale. Il titolo della prima sezione è Squander (dagli Skank Anansie, sprecata), quello dell’ultima è Masterpiece (Madonna, capolavoro). Si inizia con il dittico “Buio, silenzio”, il libro termina allo stesso modo, con le parole invertite. Nulla è casuale. Nel mezzo c’è il lungo percorso di crescita di Alice, di conoscenza di se stessa. Di perdita, di sofferenza, rinascita e accettazione. Il libro non poteva finire altrimenti. Sul mio blog, però, ho spiegato – con spoiler – il significato del finale che è stato spesso mal interpretato.

Nel secondo libro che stai scrivendo adesso, ci sarà forse qualche colpo di scena inaspettato? E soprattutto, tutti quei quesiti che hai lasciato volutamente irrisolti, arriveranno ad avere risposta? Si insomma, io sto ancora sperando di rivedere Alice, ecco!
In tutti i miei libri ci sono colpi di scena, è il mio modo di costruire le trame. Ogni risposta sarà svelata, ma sono certo che il lettore se ne porrà di nuove. Fai bene a sperare .

Oltre al secondo volume di Muses hai altri progetti editoriali?
Ho scritto un altro libro, ambientato a Firenze. Un progetto molto particolare, sempre dello stesso genere e linea di Muses, ossia gotico. Per adesso riposa, poi vedremo.

Osservando le copertine di Nemesis, si riconosce immediatamente il tocco dell'artsta Paolo Barbieri. La tua scrittura unita alla sua grafica formano il connubio perfetto. Devi essere senza dubbio orgoglioso di tutto il tuo lavoro! Ma per te che cosa è la scrittura? E la lettura?
Per Panorama scrissi:
« La scrittura non è un mestiere. Non è un hobby. Né una passione. È un’esigenza di cui non si può far a meno. Perché senza ti senti soffocare. E sai che è l’unico modo per liberare quella bestia che ti strangola. Se provi questo, allora vuol dire che hai una bella storia da raccontare. »
Frase che ancora mi rispecchia. La lettura è la palestra per uno scrittore, e linfa vitale per l’immaginazione.

 Nel tuo blog e su Facebook avevo notato alcune foto della tua libreria, o almeno di una parte di essa. Dunque anche tu sei un lettore compulsivo! Quali generi prediligi?
Nessun genere, anche se strizzo l’occhio al fantastico (i.e. fantasy, horror, fantascienza). Amo leggere libri di svariati generi.

Secondo te, quale libro non dovrebbe mancare nella libreria di un lettore compulsivo?
I classici che abbiamo letto a scuola, spesso controvoglia. Adesso, che siamo più adulti e senza costrizioni, possiamo goderli appieno. Per quanto riguarda la letteratura contemporanea, consiglio “La Strada” di McCarthy,

Nello svolgere il tuo lavoro/passione, c'è uno scrittore da cui trai ispirazione? Insomma, chi è la tua Musa?
Oggi come oggi, dopo diversi libri pubblicati, non ho una fonte primaria né uno scrittore di riferimento. La mia Musa ispiratrice è il mondo che mi circonda, le esperienze. Credo in Muses si capisca molto bene.

L'intervista è finita, grazie Francesco per la disponibilità e, attendendo il seguito di Muses, ti faccio i miei migliori auguri per tutti i tuoi progetti!
Grazie a voi, a presto!

lunedì 9 luglio 2012

Novità di Luglio per la Leggereditore

Buona sera lettori! Eccoci qui con cinque nuove anteprime per la Leggereditore!

Titolo: I ricordi della casa sul lago
Autrice: Rosie Thomas
Casa editrice: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine: 480
Prezzo: 14,00€
Il libreria dal 26 luglio
Sinossi:
Un affresco esotico, avventuroso e indimenticabile dell’ India e del suo fascino ineguagliabile, raccontato attraverso due generazioni di donne e una storia di solidarietà ed amicizia, di segreti di famiglia, di amori proibiti sullo sfondo della Seconda Guerra Mondiale in Kashmir.
Un segreto di famiglia nascosto fra le pieghe di uno scialle di ineguagliabile bellezza. Una foto ingiallita dal tempo ritrae quattro donne, cosa le unisce? Mair Ellis, dopo la morte del padre, decide di partire alla volta del Kashmir per ripercorrere la storia della sua famiglia e dei suoi nonni, affrontando un viaggio che cambierà la sua vita per sempre.
L’india degli anni ’40 del Novecento si alterna ai volti e ai colori dell’India di oggi, Ellis per scoprire la verità dovrà tessere i fili di una storia troppo a lungo taciuta, facendone riaffiorare il finale perduto.

“La prosa impeccabile unita alla consapevolezza di chi conosce a fondo l’animo umano e la natura dell’amore, fanno di questa storia una lettura imperdibile.” The Times

“Una delle più grandi autrici in circolazione.” Daily Express

“Una narratrice superba” Cosmopolitan

L'autrice:
Rosie Thomas è un'autrice bestseller sia nel Regno Unito che in diversi Paesi europei. La sua grande passione per i viaggi e le escursioni l'ha portata a scalare le Alpi e l'Himalaya, ma anche a trascorrere un periodo in una stazione di ricerca in Antartide e a percorrere l'antichissima via della seta.

Titolo: Heaven Texas Un posto nel tuo cuore
Autrice: Susan Elizabeth Philips
Casa editrice: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine: 368
Prezzo: 10,00€

Dall’autrice del best seller Il gioco della seduzione, arriva in libreria un nuovo romance sensuale e divertente. Susan Elizabeth Philips è stata vincitrice dei celeberrimi RITA Awards con tre diversi romanzi.

Sinossi:
Dopo aver ormai compiuto trent’anni, Gracie Snow decide di lasciarsi alle spalle un’intera vita trascorsa nella casa di cura dei suoi genitori, accettando un’offerta di lavoro a Hollywood come assistente di produzione. Subito però le viene affidato un incarico difficile: deve convincere Bobby Tom Denton, un affascinante ex-giocatore di football, a presentarsi sul set per iniziare le riprese del suo primo film. Così Gracie, goffa e bruttina ma straordinariamente intelligente, entra in contatto con un mondo fatto di party selvaggi, donne con un fisico mozzafiato, jet privati e alberghi lussuosi. Dopo qualche fraintendimento e un buffo spogliarello improvvisato, Gracie riesce a convincere bobby a farsi accompagnare nella sua città natale, Telarosa, dove avranno luogo le riprese del film. Ma a Telarosa tutti cercano in qualche maniera di ottenere qualcosa da lui. Il futuro di Bobby e della città potrebbe essere salvo, ma solo a patto che Gracie accetti una scandalosa e seducente condizione...

“Ogni suo romanzo è un successo.” New York Times

"Susan Elizabeth Phillips è insuperabile" Jayne Ann Krentz

"Una splendida voce femminile nella narrativa contemporanea" Linda Barlow

L'autrice:
Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre del romanzo femminile internazionale. I suoi 20 romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche Usa, conquistando anche quelle di paesi come la Germania e il Regno Unito. Il suo successo è legato alla capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco di ironia le sfumature dell’animo femminile, dando vita a scene di grande sensualità e intensità. Leggereditore ha già pubblicato Il gioco della seduzione.


Titolo: La maledizione della luna nera
Autrice: Karen Marie Moning
Casa Editrice: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine: 336
Prezzo: 10,00€
In libreria dal 26 luglio

Il segreto di un libro oscuro e dimenticato, una città dove il passato sembra rivivere con forza e il sentimento che unisce i due protagonisti a caccia di verità, sono i giusti ingredienti per il nuovo e attesissimo grande successo della serie Fever di Karen Moning.

Sinossi:
Una Dublino piovosa, oscura e inquietante è il teatro di una caccia che si fa sempre più dura e implacabile. MacKayla Lane è ancora sulle tracce del Sinsar Dubh, un libro antico, potentissimo e misterioso, e per cercarlo si è trasformata in una predatrice spietata. Lei è l’unica a poter ‘sentire’ il Libro, e la sua dote attrae inesorabilmente altri cacciatori: Gerico Barrons, dalla sensualità prorompente, che vorrebbe acquisire i poteri magici del Libro, V’lane, dalla bellezza sovrannaturale, e che lo vorrebbe per consegnarlo alla sua Regina, e infine Rowena, la Gran Signora delle veggenti sidhe, la stirpe di cui anche Mac fa parte. A cosa dovrà arrivare Mac per contrastare questa minaccia terribile? Di chi si può veramente fidare? Con i suoi poteri, la sua forza e la sua intelligenza riuscirà a salvare l’umanità e a portare la Luce in un mondo che appare sempre più buio e oscuro?

Un mix seducente di mitologia celtica e suspense allo stato puro.” Chicago Tribune

“Una delle grandi firme del romance attuale.” The New York Times

Una serie sublime, destinata a durare.” Publishers Weekly

L'autrice:
Karen Marie Moning è nata in Ohio. I suoi romanzi hanno scalato le classifiche più prestigiose, New York Times, Usa Today, Publishers Weekly. In Italia ha riscosso il favore del pubblico con i romanzi della serie Highlander – Amori nel tempo, Torna da me e L’ultimo dei templari – e con i primi due titoli della serie Fever, Il segreto del libro proibito e Il mistero del talismano perduto, tutti pubblicati in questa stessa collana.

Titolo: La sposa spagnola
Autrice: Kathleen Mcgregor
Casa editrice: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine: 560
Prezzo: 12,90€
In libreria dal 26 luglio

Nel Mar dei Caraibi, un pirata coraggioso e senza scrupoli e una donna affascinante e di rara bellezza si incontrano... e il loro destino cambierà per sempre. Avventura, emozioni e un’accurata ricostruzione storica fanno di questo romanzo un’imperdibile lettura!

Sinossi:
Sullo sfondo di paesaggi esotici, dalla bellezza incantatrice, si snodano le vicende del pirata John McFee, uomo senza scrupoli, dal passato oscuro e controverso. Il suo cammino lo porterà a combattere aspramente durante la presa di Panama, a vivere tra gli indios della giungla e a solcare i mari verso l’isola di Barbados. Soprannominato il meticcio dagli occhi di ghiaccio, John vedrà le sue difese sciogliersi al sole dei Caraibi, quando una misteriosa quanto attraente donna farà irruzione nella sua vita. Tuttavia Soledad è restia a fidarsi... la semplice vicinanza dell’uomo la terrorizza, lasciandola senza respiro.
Riuscirà il sentimento, quello puro, a scalfire l’animo inquieto di un pirata fin troppo avvezzo a selvaggi ammutinamenti e a bufere inarrestabili?

“Un romanzo affascinante, soprattutto per le sue descrizioni marinaresche e piratesche quanto mai credibili.” Franco Forte

“Alcuni hanno definito questa autrice la Wilbur Smith italiana e non si può che essere d’accordo con loro. Pur scrivendo appassionanti storie d’amore, le sue ambientazioni sono adrenaliniche e dense di emozione. Duelli, battaglie, arrembaggi. Il mare non ha segreti, per lei...” Romance Magazine

L'autrice:
Kathleen McGregor è una scrittrice di rara intensità e maestria, capace di fondere l’avventura e la passione con l’esatta documentazione storica. I suoi romanzi, pubblicati da Mondolibri e a Harlequin Mondadori, sono un inno alla libertà, e a ogni pagina riescono a far appassionare il lettore trascinandolo in un viaggio dalle atmosfere esotiche e avvincenti. Per queste edizioni è uscito, nel 2011, Corinna. La regina dei mari.


Titolo: Il segno delle tenebre
Autrice: Roberta Ciuffi
Casa editrice: Leggereditore
Collana: Narrativa
Pagine: 496
Prezzo: 12,90€
In libreria dal 26 luglio

Dopo il successo di Un cuore nelle tenebre, Roberta Ciuffi torna in libreria con un nuovo romanzo paranormal ambientato nel mondo dei Lykaon.

Sinossi:
Una ragazzina sta tornando a casa dal lavoro. È sera, è buio. Da un portone sbucano due braccia che l’attirano all’interno. Lei grida, ma l’assalitore riesce a immobilizzarla e azzittirla. Quando tutto sembra perduto, un ringhio risuona nello scantinato, e un lupo si avventa sulla schiena dell’uomo. Poco tempo dopo, Maura Coulter, insanguinata e sconvolta, fa il suo ingresso all’Hôtel de Clercy, questa volta sotto spoglie umane. Non c’è tempo da perdere, perché quella sera la donna incontrerà il suo peggior nemico, ma anche colui che minaccia di conquistare per sempre il suo cuore. Si tratta del principe Maksìm Andreievic Balanov, rampollo della famiglia che per diversi secoli ha contrastato quella dei Coulter. Tuttavia è giunto il momento di una tregua... anche se la posta in gioco è troppo alta, e l’intera stirpe dei Lykaon rischia di essere annientata per sempre.

“Una perfetta favola dark, sensuale, romantica e dolcissima.” La mia biblioteca romantica

L'autrice:
Roberta Ciuffi è un’autrice che, con pennellate decise e delicate, è in grado di dipingere un mondo oscuro e penetrante, restituendo al pubblico una versione tutta italiana del genere paranormal. Dopo anni di successi in edicola, con il primo volume della trilogia dei Lykaon, Un cuore nelle tenebre (Leggereditore), ha conquistato critica e lettrici confermando le sue capacità di grande narratrice del romance.

Recensione di Troppo bello per essere vero di Kristan Higgins

Titolo: Troppo bello per essere vero
Autrice: Kristan Higgins
Casa Editrice: Harlequin Mondadori
Prezzo: 9,90€
Sinossi:
C’è chi guarda le vetrine desiderando cose che non potrà mai permettersi, chi invece ammira le foto di alberghi di lusso in cui non andrà mai. Io mi sono spesso immaginata di aver incontrato un ragazzo carinissimo e perfetto quando invece non esisteva. Come quel giorno in cui avrei preferito restarmene a casa anzichè partecipare a un matrimonio. Non era tanto la cerimonia a disturbarmi, quanto il fatto che ci sarebbe stato quel bastardo del mio ex, al braccio di mia sorella, per giunta, mentre io sarei arrivata da sola. L’unica soluzione era inventarsi un fidanzato, un tipo meraviglioso e affascinante con sex appeal da vendere e un tagliente senso dell’umorismo. Uno di quelli per cui le altre sbavano di invidia e sarebbero disposte a tutto pur di rubartelo... Di sicuro uno così non è l’uomo della porta accanto, sarebbe troppo bello per essere vero.

"Kristan Higgins è una stella nascente della narrativa contemporanea." — Usa Today

"Ha scritto uno dei migliori romanzi del 2011." — Barnes & Noble

"Una storia dal gusto perfetto: romantica ma mai sdolcinata, con una spruzzata di humor tutto pepe." — Booklist

L'autrice:
Autrice americana, nei suoi romanzi riesce a combinare con successo amore, vita e ironia. Apprezzata in tutto il mondo sia dai lettori che dalla critica, per la sua capacità di creare personaggi intriganti e di rendere un’atmosfera costantemente permeata di sensualità, senza mai perdere il suo stile elegante, frizzante e unico.

Recensione:
"Inventarmi di avere un ragazzo non è una novità per me, lo ammetto."
Così iniza la commedia romantica scritta da Kristan Higgins, edita dalla Harlequin Mondadori.
Protagonista del romanzo è Grace, giovane donna che pur di vedere felice sua sorela Natalie, fa buon viso a cattivo gioco: perché Natalie sta per sposare il suo ex fidanzato Andrew.
Per questo motivo Grace si inventa un fidanzato, per giunta dottore, o meglio chirurgo pediatrico, Wyatt. Per non far preoccupare né le sue sorelle, né la sua famiglia.
La situazione però le sfugge di mano quando scopre di avere un nuovo vicino di casa, bello, affascinante ed incredibilmente sexy, Callahan O'Shea.
Unico "problema"? E' un ex detenuto che ora fa il carpentiere.
Ma come ben sappiamo quando c'è amore si va ben oltre le differenze sociali, ben oltre i pregiudizi e ben oltre le bugie dette a fin di bene.
La Higgins ha voluto focalizzare l'attenzione su due temi fondamentali: la famiglia e l'amore.
Per quanto riguarda la famiglia, da un lato abbiamo Grace che, nonostante provi ancora qualcosa per l'ex fidanzato, vuole tutto il bene possibile per la sorella minore, per la quale farebbe di tutto; dall'altro lato invece c'è Callahan, anche lui disposto a tutto per proteggere la famiglia, anche andare in prigione al posto del fratello.
E adesso veniamo all'amore: non si può di certo dire che quello tra Grace e Callahan può essere definito colpo di fulmine.
Lo definirei piuttosto come una mazzata su un occhio: il loro primo incontro non è stato dei migliori, ecco.
Tuttavia la Higgins, con la sua scrittura semplice e scorrevole, è riuscita a farci capire passo dopo passo, l'evoluzione del loro rapporto: dal non sopportarsi a vicenda, al tollerarsi, al provare attrazione fino all'amarsi.
L'autrice mi ha fatto entrare perfettamente nell'ottica di Grace, facendomi provare le sue emozioni, gioie e dolori, sulla pelle e posso dire che Kristan Higgins è stata senza dubbio una rivelazione per me.
Perciò lettori compulsivi se volete leggere qualcosa di fresco e di romantico "Troppo bello per essere vero" fa al caso vostro!
Fidatevi, non riuscirete a stancarvi dal libro fino a quando non sarete arrivati alla fine. E si, parlo per esperienza.


VOTO:
Grande aggiunta alla mia biblioteca, lo consiglio davvero

giovedì 5 luglio 2012

Le uscite Blue Nocturne di luglio: tornano i Signori degli Inferi!

Buongiorno lettori compulsivi! Eccomi qui di nuovo per presentarvi le uscite Blue Nocturne edite dalla Harlequin Mondadori!
Questo mese c'è un libro in particolare che cattura la mia attenzione, e sono sicura che tutte voi lo starete aspettando come me: sto parlando di Demon's Desire, il dodicesimo libro della saga dei Lords of Underworld di Gena Showalter!

Titolo: Demon's Desire
Autrice: Gena Showalter
Casa Editrice: Harlequin Mondadori
Prezzo: 5,90€
In uscita in edicola: 27 luglio 2012
Sinossi:
I Signori degli Inferi: seducenti guerrieri immortali, legati da un'antica maledizione che nessuno è mai riuscito a infrangere...
Un guerriero terribilmente sexy... Una donna condannata a vivere per ferire...
Custode del demone della Promiscuità, Paris è dotato di un fascino irresistibile che è anche la sua condanna. Perché se non fa sesso ogni notte con una donna diversa rischia di morire. Prima di conoscere Sienna non ha mai permesso che il desiderio si mescolasse con l'amore. Eppure l'ex Cacciatrice, un tempo sua acerrima nemica e poi sua amante, è riuscita a smuovere qualcosa nel suo cuore indurito. E pur sapendo che non potrà mai essere sua, Paris è disposto a tutto per salvarla dall'orribile destino a cui Crono l'ha condannata. Anche a scatenare una guerra tra angeli e demoni.

La saga:
Demon's Fire (storia breve contenuta in demons)
1. Demon's Night
2. Demon's Kiss
3. Demon's Pleasure
Demon's Prison (storia breve contenuta in demons)
4. Demon's Love
Demon's Eye (storia breve contenuta in bacio di tenebra )
5. Demon's Angel
6. Demon's Passion
7. Demon's Secret
8. Demon's Game

Il secondo libro che vi presento invece è Un morso è per sempre di Michelle Hauf

Titolo: Un morso è per sempre
Autrice: Michelle Hauf
Casa Editrice: Harlequin Mondadori
Prezzo: 5,90€
In uscita in edicola: 27 luglio 2012
Sinossi:
Con le nozze tra Blu Masterson, principessa dei licantropi, e Creed Saint-Pierre, capo di una delle più antiche tribù dei vampiri, il Consiglio delle Nazioni della Luce e delle Tenebre intende porre fine alla guerra che dilania da sempre le due specie. Nessuno dei due sposi, tuttavia, è entusiasta di quell'unione, e benché suo marito sia attraente e molto, molto sexy, Blu è decisa a non permettergli di consumare il matrimonio marchiandola con il suo morso. Anche se Creed risveglia in lei i desideri più sfrenati. Ma quando scopre che i licantropi tramano per distruggere tutti i vampiri, compreso il suo, è costretta ad ammettere che a poco a poco l'attrazione tra loro si è trasformata in qualcosa di più profondo. E allora deve scegliere: sarà ancora una volta una pedina nelle mani del branco, o accetterà il morso del succhiasangue che ha imparato ad amare?


mercoledì 4 luglio 2012

Anteprima “Biancaneve e il cacciatore”: arriva anche il libro!

La storia diventata l’atteso film diretto da Rupert Sanders e interpretato da attori del calibro Kristen Stewart, Chris Hemsworth, Charlize Theron e Sam Claflin.
La celebre favola si trasforma, nel libro e al cinema, in un racconto epico, dark e romantico.
Un ringraziamento a Mondi Chrysalide per la segnalazione ^^

Titolo: Biancaneve e il cacciatore
Autori: Lily Blake, Evan Daugherty, John Lee Hancock, Hossein Amini
Casa Editrice: Mondadori
Collana: Chrysalide
Pagine: 240
Prezzo: 16,00€
In uscita in libreria: 11 luglio 2012
Sinossi:
Re Magnus è in guerra contro un terribile nemico. Ma armi e battaglie non lo distraggono dal doloroso ricordo della moglie perduta. Di lei gli rimane solo la piccola Biancaneve. Fino al giorno in cui, nella Foresta Tenebrosa, il re incontra una donna bellissima, capace di farlo innamorare di nuovo: la malvagia Ravenna. È la regina del Male, che con le sue arti di magia nera, assorbe dal cuore delle fanciulle l’eterna giovinezza, uccidendole. La prossima vittima è Biancaneve. Ma sotto il candore della pelle e l’ingenuità dello sguardo, la ragazza cela un animo guerriero. Ed Eric, il cacciatore destinato a sopprimerla, si troverà di fronte una donna coraggiosa, affascinante, e decisa a combattere, nonché una banda di nani ribelli che darebbero la vita per lei. La perfida Ravenna ha i giorni contati.

Tre nuove uscite targate Harlequin Mondadori

Buona sera lettori! Oggi vi presento tre nuovi libri editi dalla Harlequin Mondadori, ma andiamo per gradi.

Che cosa è la Harlequin Mondadori?

hm è un contenitore di generi letterari diversi: si spazia dalla narrativa brillante al paranormale, dalle saghe storiche all’introspezione psicologica. Propone solo i migliori bestseller Internazionali dalle autrici di punta del panorama americano. Si rivolge a un pubblico esigente e di carattere.
In una parola: femminile.
Harlequin Mondadori è una fortunata joint venture tra due colossi dell’editoria mondiale (Arnoldo Mondadori Editore e Harlequin Enterprises, con sede a Toronto) che in Italia rappresenta un punto di riferimento nella women fiction.
È leader della narrativa sentimentale con oltre 5 milioni di romanzi venduti ogni anno.

E adesso procediamo con la presentazione dei libri!

Titolo: Come parole nel vento
Autrice: Diane Chamberlain
Casa editrice: Harlequin Mondadori
Prezzo: 9,90€
Sinossi:
Ogni azione, ogni decisione, innesca reazioni a catena imprevedibili.
Noelle, Emerson e Tara sono tre donne molto diverse, ma amiche inseparabili da più di vent’anni. Hanno condiviso gioie e dolori, sostenendosi a vicenda nei momenti bui. Credono di sapere tutto l’una dell’altra. Ma quando Noelle, eccentrica levatrice, si toglie la vita senza aver mai dato il minimo segno di disagio, Emerson e Tara si rendono conto che, dopotutto, non la conoscevano affatto. Questo gesto apparentemente inspiegabile, altro non è che il risultato di un errore lontano. E a mano a mano che cercano di mettere insieme i tasselli della vita dellʼamica, emergono verità che sconvolgeranno la loro esistenza.

"Una storia di forza e dolcezza al tempo stesso, di amicizie al femminile, di segreti, legami profondi e conflittuali, ma è anche e soprattutto una storia di perdono."

"Tenero e feroce." — Booklist

L'autrice:
Autrice americana di una ventina di romanzi, scrive storie intense, che coinvolgono il lettore a ogni respiro, grazie alla sua capacità di delineare personaggi realistici e vivi e situazioni di una travolgente profondità emotiva, con una straordinaria abilità nel creare atmosfere toccanti che fanno della lettura unʼesperienza intima e vera.


Titolo: Troppo bello per essere vero
Autrice: Kristan Higgins
Casa Editrice: Harlequin Mondadori
Prezzo: 9,90€
Sinossi:
C’è chi guarda le vetrine desiderando cose che non potrà mai permettersi, chi invece ammira le foto di alberghi di lusso in cui non andrà mai. Io mi sono spesso immaginata di aver incontrato un ragazzo carinissimo e perfetto quando invece non esisteva. Come quel giorno in cui avrei preferito restarmene a casa anzichè partecipare a un matrimonio. Non era tanto la cerimonia a disturbarmi, quanto il fatto che ci sarebbe stato quel bastardo del mio ex, al braccio di mia sorella, per giunta, mentre io sarei arrivata da sola. L’unica soluzione era inventarsi un fidanzato, un tipo meraviglioso e affascinante con sex appeal da vendere e un tagliente senso dell’umorismo. Uno di quelli per cui le altre sbavano di invidia e sarebbero disposte a tutto pur di rubartelo... Di sicuro uno così non è l’uomo della porta accanto, sarebbe troppo bello per essere vero.

"Kristan Higgins è una stella nascente della narrativa contemporanea." — Usa Today

"Ha scritto uno dei migliori romanzi del 2011." — Barnes & Noble

"Una storia dal gusto perfetto: romantica ma mai sdolcinata, con una spruzzata di humor tutto pepe." — Booklist

L'autrice:
Autrice americana, nei suoi romanzi riesce a combinare con successo amore, vita e ironia. Apprezzata in tutto il mondo sia dai lettori che dalla critica, per la sua capacità di creare personaggi intriganti e di rendere un’atmosfera costantemente permeata di sensualità, senza mai perdere il suo stile elegante, frizzante e unico.


Titolo: The Restorer - La Signora dei Cimiteri
Autrice: Amanda Stevens
Casa Editrice: Harlequin Mondadori
Prezzo: 9,90€
Sinossi:
Sono Amelia Gray e restauro cimiteri. Sono condannata a poter vedere i morti, ed è un'esperienza angosciante. Hanno fame di vita. Per questo non li posso guardare, non devo far loro capire che li vedo, o sono perduta. Ultimamente però tutto è diverso. È accaduto qualcosa nel cimitero di Oak Grove, dove sto lavorando, qualcosa che va oltre la semplice violenza, che coinvolge i vivi e i dannati. Ho paura, perchè il senso di tutto ciò mi sfugge. Sono sempre più confusa, sopraffatta dalle circostanze e da un mistero che, invece di sciogliersi, pare diventare più fitto e più oscuro. Spero di trovare delle risposte, prima che tutto ciò possa uccidermi.

"Ogni cimitero ha la sua storia, ogni storia i suoi segreti."

"Un perfetto primo capitolo per una trilogia." — New Journal of Books

"La Stevens è in grado di creare un’ineguagliabile atmosfera, piacevole e agghiacciante al tempo stesso." — H. Graham, NY Times Bestelling Author

L'autrice:
Amanda Stevens è un’autrice americana, da sempre avida lettrice di fantascienza, fantasy e horror e nutre uno spiccato interesse per i cimiteri e l’arte funeraria. Ora vive a Houston. The Restorer è il primo romanzo della trilogia La Signora dei Cimiteri, dove è riuscita a creare personaggi sfaccettati sullo sfondo di un’ambientazione credibile e ben descritta, che farà di questa serie un vero Cult.