Cerca nel Blog

mercoledì 15 maggio 2013

Book Blogger Hunt tappa #15



Benvenuti carissimi lettori alla quindicesima tappa della Book Blogger Hunt, iniziativa creata da Juliette del blog Sweety Readers, Denise del blog Reading is Believing e Bliss del blog Libri per Passione.
Vi ricordo che alla fine del mio post troverete tre definizioni da inserire nel cruciverba finale che troverete QUI.

L'argomento di cui vi parlerò oggi è: Come scrivi le recensioni negative? Ti senti in colpa per aver criticato l'autore in questione?

Tengo molto a questo argomento che, nel mondo dei blog è un tema molto delicato.
Mi ricordo che in un gruppo su Goodreads avevo letto che molti autori non accettavano alcune recensioni negative del loro libro, o meglio alcune recensioni che non elogiavano il loro libro, prendendo quindi in considerazione solo le recensioni positive.
Una nota autrice straniera aveva inoltre affermato che contavano solo ed esclusivamente le recensioni professionali e che i "comuni lettori" non erano in grado di scrivere suddette recensioni.
Secondo l'autrice, le recensioni scritte dai lettori, e quindi da coloro che acquistano il libro, non meritano lo stesso rispetto di una recensione fatta da un professionista.
Ora, dopo questo post introduttivo, posso dire la mia sull'argomento.
Penso che le recensioni negative possano servire all'autore/autrice in questione per migliorare SE la critica è costruttiva ed articolata punto per punto.
Purtroppo girando sul web, su Anobii, su Goodreads e addirittura su YouTube ho letto e visto recensioni assurde, addirittura dove l'autore veniva preso in giro dal web recensore perché il libro non gli era piaciuto.
Ecco, questa è una cosa che non sopporto. Se un libro non ti è piaciuto, perché alla fine non può piacere a tutti, elenchi i punti e ne spieghi i motivi. Non occorre mortificare un autore in questo modo solo perché ha fatto strada ed è stato pubblicato.
Per fare una recensione di solito analizzo il carattere dei singoli personaggi e valuto se durante il libro si evolvono in qualche modo o se restano "piatti", mi documento sul periodo storico in cui è ambientato e poi ovviamente valuto la storia in generale se è originale o meno.
Per quanto mi riguarda quando scrivo una recensione cerco sempre di essere onesta, nel bene e nel male, e cerco di non offendere mai nessuno e proprio per questo motivo non mi sento in colpa per criticare l'autore in questione, proprio perché non lo offendo ma gli consiglio i punti nei quali può migliorare; nel blog ho valutato anche libri di autori che conosco di persona e non si sono mai lamentati nonostante muovessi loro qualche critica, anzi, l'hanno accolta in maniera positiva.
Non sono una professionista, questo è vero, però ritengo che il parere dei lettori sia fondamentale per un autore il quale dovrebbe accettarlo se la critica è costruttiva.
Questo è tutto quello che ho da dire sulle recensioni negative.
Adesso è il momento dei tre indizi per il CRUCIVERBA FINALE: la definizione è composta da due parole per un totale di 17 lettere!

Indizio #1: Si tratta di un'autrice straniera
Indizio #2: Ha scritto una trilogia, nota anche come Trilogia del "Risveglio", basata sulla mitologia greca
Indizio #3: La casa editrice italiana ha annunciato l'uscita dell'ultimo volume della trilogia per giugno 2013



Coraggio, non mi sembra così difficile! In bocca al lupo ai partecipanti!

13 commenti:

  1. Pochi giorni fa, su Goodreads, ho visto lo status di una ragazza che esprimeva la sua perplessità nel pubblicare recensioni negative perchè si sentiva "osservata" dagli autori che le hanno inviato dei libri. Ovviamente il tutto era scritto in tono ironico, tra l'altro aveva aggiunto una gif di un gattino tenerissimo che faceva capolino da dietro un uscio. Ad ogni modo... il suo status mi ha fatto un po' riflettere, non dev'essere facile scrivere recensioni negative in un sito che può essere visitato dagli autori stessi e dalle case editrici. Come hai detto tu, molti autori reagiscono malissimo ed altri arrivano perfino ad invitare gli amici a cliccare "like" solo alle recensioni positive. Ma in tutto questo dove sta la libertà di pensiero? Come si può pretendere di scrivere un libro se non si è preparati a qualche critica? Una critica è costruttiva non può fare altro che bene ad un autore, lo fa crescere e migliorare! Quindi ben vengano le recensioni negative purchè siano scritte in modo educato e rispettoso!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Anna, la penso esattamente come te! Penso di aver visto anche io il medesimo stato su Goodreads!!

      Elimina
  2. É davvero un bell'articolo Diletta!^^
    É vero che uno scrittore può decidere di scrivere un libro per le motivazioni più diverse, però alla fine il destinatario ultimo sarà proprio quell'ipotetico lettore che deciderà se leggere o meno la sua opera. Quindi, penso che il parere di ogni comune lettore conti tanto quanto quello di un critico professionista.
    Inoltre, come hai già detto tu, le critiche negative, se costruttive, sono dei consigli molto utili di cui uno scrittore può servirsi per continuare a migliorare, se è davvero questa la strada che ha deciso di intraprendere.
    Comunque, penso che in ogni cosa sia importante agire con onestà e umiltà. Sono d'accordo che non è certo necessario arrivare ad offendere un autore solo perchè non è piaciuto.
    Però, una cosa che davvero apprezzo di molte blogger è proprio la sincerità con cui scrivete le vostre recensioni. Una sincerità che permette a follower meno informati come me di destreggiarsi meglio nella scelta dei libri da comprare, soprattutto quando si tratta di libri di recente pubblicazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops, perdonami, ho scritto un poema! :/

      Elimina
    2. Ahahahah Jessica, ci mancherebbe! I poemi sono sempre ben accetti sul mio blog!
      Esattamente: onestà ed umiltà sono i valori più importanti per scrivere una recensione!

      Elimina
  3. Non sai quanto sono d'accordo con te! Io proprio non le sopporto le recensioni negative in cui vengono disprezzati malamente autori e fan... e una volta che mi sono permessa di dire la mia su un blog sono pure stata attaccata in massa... il tutto perché avevo consigliato di metterci un po' più di rispetto, di non offendere autore e fan e di non essere volgari...
    Mi hanno dato della perbenista, della falsa e un sacco di cose assurde... io volevo solo dare un consiglio, ma "non abbiamo bisogno di consigli"! Il bello è che loro professavano libertà di parola, però quando parlavo io mi attaccavano negandola a me la libertà di parola XD mamma mia ancora a ripensarci mi viene da mettermi le mani tra i capelli!

    Io cerco sempre di fare le recensioni con il massimo rispetto e continuerò a fare così :)
    Ora se vedo qualcosa che non mi piace, dopo quell'episodio... mi limito a chiudere la pagina ed eventualmente a non seguire più il blog in questione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi pare di ricordare quell'occasione, se non sbaglio tutto il putiferio era nato da un libro di Vampire Academy! :D

      Elimina
    2. Anna, più che da quel libro, il putiferio era nato dal libro Il bacio della morte che dicevano fosse la copia esatta di VA XD

      Elimina
  4. Di recensioni non ne ho ancora scritte, ma sto lavorando su un blog e quindi penso che inizierò presto (:
    Comunque non credo che mi sentirei in colpa. Le recensioni sono personali, e se un libro non mi è piaciuto, non credo che avrei problemi a dirlo. Non mentirei mai solo per non ferire l'autore. Ma i commenti negativi sempre col massimo rispetto, ci mancherebbe!

    RispondiElimina
  5. Anche io sono del parere che non serva mortificare un autore. Cioè il parere è personale e se proprio scrivi male posso dirti di riprovarci o di cambiare lavoro! XD cmq io dico sempre quello che penso, nel bene e nel male e se un libro non mi ha entusiasmato troppo spiego il perchè. Non mi è mai capitato di criticare troppo un libro ma son del parere che una recensione deve rispecchiare i gusti reali del lettori e dev'essere trasparente con le vere opinioni della persona che recensisce il libro. Anche se ci sono critiche da fare! ^^

    RispondiElimina
  6. Io non scrivo ancora recensioni, però mi capita spesso di commentarle ed esprimere il mio parere. Quando devo parlare negativamente di un romanzo in effetti mi sento un po' in colpa, ma il mio commento potrebbe rivelarsi un avviso per gli altri che vogliono leggerlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Foreigner, all'inizio un po' in colpa mi sentivo però poi ho capito che alla fine dovevo dare una mia valutazione sincera di un determinato libro. Rimango sempre del parere che l'autore deve in qualche modo essere consapevole che l'opinione dei lettori conta e se c'è qualcosa di sbagliato, magari correggersi.

      Elimina
  7. Credo che quando si esprime un'opinione negativa si debba avere comunque un certo tatto, non siamo qui per prendere in giro nessuno. Quando mi capita un libro che proprio non mi è piaciuto cerco comunque di mettere il luce anche alcuni punti positivi,anche perchè i nostri gusti sono tutti diversi e a qualcun altro potrebbe piacere :)

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)