Cerca nel Blog

sabato 12 ottobre 2013

Recensione: Due candele per il diavolo di Laura Gallego García

Recensione a cura di Yvan Argeadi.


Titolo: Due candele per il diavolo
Autrice: Laura Gallego García
Casa Editrice: Salani Editore
Collana: Mondi fantastici
Pagine: 378
Prezzo: 18,60€
Sinossi:
Cat è un’adolescente che ha trascorso quasi tutta la vita viaggiando da un luogo all’altro con suo padre. Ad un certo punto qualcuno lo uccide. Per Cat il mondo crolla. E giura che troverà il colpevole e lo ucciderà a sua volta. Ma non sarà un ricerca facile. Perchè Cat non è una ragazza come le altre. E’ la figlia di un angelo. E proprio la natura stessa di suo padre le fa capire che soltanto qualcuno dotato di un potere simile può essere riuscito ad assassinarlo. Decide, così, di essere disposta a scendere a patti anche con i demoni pur di arrivare fino in fondo e capire cosa sta mettendo a rischio l’eterno equilibrio tra Bene e Male. E nella sua ricerca sarà aiutata proprio da un demone. Un demone che si chiama Angel…



L'Autrice:

Laura Gallego García è nata nel 1977 in una cittadina nei pressi di Valencia. Da sempre lettrice onnivora, ha cominciato a scrivere a dieci anni, e a tredici ormai sapeva che sarebbe diventata scrittrice. Eccezionalmente popolare nel suo paese, ha pubblicato dodici romanzi ed è tradotta in quindici lingue, cinese compreso.
Alla domanda frequentissima che le fanno, «Perché scrivi per i giovani?» Lei risponde: «Innanzitutto quando scrivo i miei libri non penso all’età dei miei lettori. Scrivo soprattutto quello che piacerebbe leggere a me, e la cosa che mi colpisce è che ho una particolare sintonia con gli adolescenti. E, in ogni caso, credo fermamente che i giovani abbiano il diritto di leggere». Due candele per il diavolo è diventato in Spagna un evento editoriale, e i suoi fan, muniti di ali bianche o nere, organizzano veri e propri “raduni” di angeli e diavoli.

Recensione:
Quando ho acquistato il libro ero un po' scettico, lo ammetto. Dopotutto il mercato è saturo di romanzi a base di angeli e demoni che propongono tutti la stessa identica storia del diavolo innamorato di un'umana che avrebbe dovuto in qualche modo colpire e che, per amore di quest'ultima, rinnega tutto ciò che egli è stato per millenni decidendo di abbracciare la redenzione.
Questa volta però ci troviamo di fronte a qualcosa di completamente diverso. Non la stessa zuppa riscaldata, ma una trama che propone elementi inediti e una conclusione finalmente innovativa.
Nessun lieto fine alla "e vissero per sempre felici e contenti", ma al contempo nessun finale negativo.
Una conclusione che può essere vista positivamente o negativamente a seconda dei punti di vista.
Ed è proprio su questo che l'autrice ha tentato, con successo a mio parere, di porre particolare enfasi nel corso di tutta la durata del romanzo.
Come diversi personaggi della storia ricordano a più riprese infatti, non esistono eventi positivi o negativi ma è tutta una "questione di prospettiva", cosicché anche l'avvenimento più doloroso, se visto da una determinata prospettiva, può invece rivelarsi un evento del tutto positivo e ricco di speranze.
Tutta la storia ruota attorno ad un adolescente di nome Cat, figlia di un angelo e di un umana scomparsa poco dopo la sua nascita, almeno stando a quello che il padre le ha sempre raccontato.
Quando Cat troverà il corpo assassinato di suo padre, intraprenderà un lungo viaggio che la condurrà alla ricerca del demonio artefice del delitto. Ammesso che di demonio si tratti.
La sua strada incrocerà quella di Angel, un demone millenario che ha come unico scopo nella vita quello di ammaliare e sedurre donne al fine di legare le loro anime al mondo infero e dannarle per l'eternità.
Inizialmente riluttante ad accettare la richiesta di aiuto della giovane, Angel dovrà cambiare idea nel momento stesso in cui il Signore Infernale a cui lui presta servigi gli ordina di proteggere la ragazza a costo della propria esistenza. Angel comprenderà allora che è in atto un complotto ben più grande di quello che egli stesso avrebbe osato immaginare, subdoli giochi di potere che coinvolgono fazioni di demoni e di angeli allo scopo di cambiare i ranghi dell'uno e dell'altro schieramento. Una fittissima tela di intrighi ed inganni che hanno in Cat, così come in altri umani di sangue misto ( Nephilim ), l'elemento cardine della propria riuscita o del proprio fallimento.
Ma chi si nasconde dietro la morte del padre della ragazza? Che fine ha fatto realmente sua madre? Chi sta manipolando i fili del potere demoniaco e angelico da dietro le quinte, all'insaputa dello stesso Lucifero e dello stesso Mikael? Per quale ragione i membri di una misteriosa setta sembrano essere tanto interessati alla protagonista? Quale è la vera identità di Angel e con quali nomi è stato conosciuto nel corso degli innumerevoli secoli della sua vita? Queste sono solo alcune delle domande che vi porrete dopo aver letto i primi capitoli di questo straordinario romanzo urban fantasy condito da citazioni provenienti da miti e testi apocrifi.
Il romanzo è scritto in prima persona e al tempo presente, alternando un linguaggio aulico in certi punti, e moderno e scorrevole in altri. La lettura risulta piacevole, intuitiva ed appagante e alcuni elementi quali le atmosfere e le emozioni provate dalla protagonista in determinati frangenti della sua avventura sono descritte con un patos ed un immersione che hanno del sensazionale e che vi faranno domandare se tutte queste vicende descritte nel libro non le abbia provate l'autrice in persona.
Un acquisto consigliato a tutti gli amanti dell'urban fantasy che desiderino immergersi in una storia dagli sviluppi finalmente inediti e dove i brutali scontri corpo a corpo tra angeli e demoni, benché presenti, non rappresentano affatto l'elemento principale della trama, almeno non quanto tutti quegli elementi psicologici ed emotivi che a volte possono muovere gli eventi in una o in un altra direzione in modo più significativo e deciso di un semplice spargimento di sangue.
Non assegno il massimo dei voti al libro unicamente per la presenza nella storia di alcune incongruenze che ne minano la perfezione ma che con una trama tanto intricata possono essere accettabili all'occhio di un qualunque altro lettore.
In definitiva consiglio di acquistare vivamente il libro, non prima di aver acceso sul davanzale della propria camera un paio di lumini, perché come dice il detto: "se accendi una candela a Dio, devi accenderne due per il Diavolo".

VOTO:


E MEZZO
Grande aggiunta alla mia biblioteca, lo consiglio davvero




5 commenti:

  1. Anche a me il libro è piaciuto abbastanza! ^^ Neanche le mie aspettative erano altissime all'inizio, ti dirò (un po' per via della trama, ma soprattutto perché avevo già letto "Ali di fuoco" della stessa autrice, libro che non è decisamente un capolavoro del fantasy! XD) ma mi sono ampiamente ricreduta! Lo consiglierei decisamente anch'io! :)

    RispondiElimina
  2. Woah, grazie alla tua recensione ho un nuovo libro in wishlist.. Non so se ringraziarti o faratene una colpa haha

    RispondiElimina
  3. Ho amato tantissimo questo libro, l'ho trovato non banale e scontato e molto piacevole di leggere. Peccato che sia poco conosciuto!

    RispondiElimina
  4. wow, mi hai messo tanta curiosità, e ora l'ho inserito nella mia wishlist! :D

    RispondiElimina
  5. Questo libro mi ispira un sacco *w* ne ho sentito parlare bene e male, ma la curiosità è davvero tanta! Sono contenta ti sia piaciuto!

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)