Cerca nel Blog

domenica 20 ottobre 2013

Recensione: Sull’orlo del vespro di Amina Havet


Titolo: Sull’orlo del vespro
Autore: Amina Havet
Edito da: Amazon kindle edition + Lulu auto pubblicazione
Prezzo eBook: ebook 2,68 €
Prezzo cartaceo 13,36€
Uscita: 12 Dicembre 2012
Pagine: 319
Sinossi:
La noiosa vita di Cristopher Lancaster e del suo amico Edward Post viene messa a soqquadro quando il passato del ragazzo si fonde con il suo presente. Colpito da una pesante maledizione che lo costringe a vivere di notte e nascondersi di giorno, Cris ha trascorso la sua esistenza occultando la sua identità e cacciando creature soprannaturali. Tra colpi di scena e situazioni al limite del verosimile, il nostro protagonista dovrà affrontare la sua più grande paura per liberarsi dalla maledizione e proteggere le persone a lui più care.

L'autrice:
Nata il 16 Marzo 1985 e cresciuta per il mondo, Amina Havet ha sempre nutrito un forte interesse per la cultura e le leggende locali di ogni Paese. Laureata in Lingue per la Comunicazione Internazioneale nel Fabbraio del 2008 , ha deciso di unire la passione per la creatività e l’amore per la fantasia in un unico libro che ha come protagonista indiscussa la millenaria città di Roma, da sempre centro del mondo e punto d’incontro per le persone di diversa nazionalità.




Recensione:
Due ragazzi immortali e maledetti che la notte danno la caccia a streghe e a ogni essere sovrannaturale presente. Apparentemente questa sembra una tematica comune, in realtà ciò che mi ha colpito di più è il modo in cui "fanno fuori" il Male: attraverso la Daga, un pugnale che riesce a separare la parte malvagia dell'anima che ha deciso di diventare una strega, dalla sua restante parte. Questo è un tema che a mio parere è stato trattato poco.
Il romanzo è ambientato a Roma anche se i due protagonisti maschili si sono conosciuti nella Londra Vittoriana. La descrizione degli ambienti è accurata e precisa.
L'autrice è riuscita a creare qualcosa di diverso dal solito: i due protagonisti maschili sono immortali ma Cristopher durante il giorno si trasforma in un gatto nero, mentre Edward è costretto a non poter vedere il proprio riflesso negli specchi. Una saggia scelta quello di creare un dualismo proprio tra gli stessi protagonisti: Cristopher infatti ha ormai accettato la sua maledizione ma decide ugualmente di non arrendersi al proprio fato, mentre Edward apparentemente con la puzza sotto il naso, si dimostra un amico fedele e coraggioso.
Sophie e Cris insieme formano la coppia perfetta, Sophie è un personaggio per sviluppato e in certe scene mi sono rivista in lei, soprattutto per la sua goffaggine.
Divertenti i battibecchi tra Edward e Claretta però avrei approfondito un po' di più il carattere di quest'ultima.
Una pecca: avrei approfondito il personaggio di Calliope, o meglio, il suo passato.


VOTO:

Non c'è male, lettura piacevole





9 commenti:

  1. Ho già sentito parlare di questo libro ^^
    la cover è molto carina però 3 stelline non bastano per spingermi ad acquistarlo :/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì diciamo che forse è un po' acerbo però la trama non è male ^^

      Elimina
  2. Anche questo è in TBR da u pò...uff prima o poi...

    RispondiElimina
  3. Oddio la cover di questo libro è bellissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merito della bravissima Maria Abagnale :)

      Elimina
  4. Mi sono sempre piaciuti i libri con quel pizzico di magia che si fonde con la vita di tutti i giorni. Mi ha incuriosito...
    Bando alle ciance, però.

    Sono qui anche per un motivo "ufficiale": ti ho assegnato una nomination per il Versatile Blogger Award! Passa su Leggimi nel pensiero a ritirarlo! ;-)

    http://ingranato.blogspot.ch/2013/10/io-e-il-versatile-blogger-award.html

    RispondiElimina
  5. Sono contenta che ti sia piaciuto :)
    Diciamo che questo è un romanzo di esordio e la trama così come i personaggi vengono analizzati nel secondo (L'Anello Mancante) e terzo libro.
    Grazie ancora per la disponibilità e il tempo impiegato!

    A presto

    °Amy°

    RispondiElimina
  6. Non conoscevo il libro, la copertina è stupenda! La storia sembra interessante :)

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)