Cerca nel Blog

venerdì 25 luglio 2014

Blog Tour Nero Assoluto - Prima Tappa: ESTATE BOLLENTE? DARGO MESSO A NUDO PER VOI! Intervista esclusiva: riuscirà Diletta a fronteggiare da sola una creatura tanto affascinante?

Buongiorno Bookaholics e benvenuti alla prima tappa del blog tour dedicato alla duologia Nero Assoluto di Lorena Laurenti!
Prima di presentarvi tutte le tappe, vi lascio tutte le informazioni inerenti i volumi che compongono la duologia!


Nero Assoluto parte prima
Lorena Laurenti
Serie: Nero Assoluto
Pagine: 271
Prezzo ebook: 2,99€
Prezzo cartaceo: 10,30€
Sinossi:
Bianco e nero compongono la nostra essenza. Può capitare, però, che il nero prevalga e che sia così intenso da smuovere le emozioni più recondite. Come un essere che striscia dentro di noi, l’oscurità s’insinua lenta, tingendo l’anima di un solo colore: Nero Assoluto.
Quando Erica lo vede la prima volta è sola, seduta sulla riva di un canale, persa in un mondo tutto suo. Dargo non è che un’ombra sfuggente impossibile da ritrarre, eppure riesce a far breccia nella sua coscienza. Da quel momento tutto cambia, in lei e attorno a lei. Nemmeno Arjuna, il suo migliore amico, rimane lo stesso: oscuri presagi iniziano ad assillarlo tormentando i suoi sogni.
Attori ignari del loro ruolo ma con un preciso copione da seguire, come nelle “forme” precedenti, vivono divisi tra un lontano passato e una quotidianità in cui sono alla ricerca del proprio destino. Mattia vuole crearsi una nuova esistenza; Sofia ambisce a trovare un posto nel presente, anche se tutto la riconduce al suo amore perduto. Infine Dargo… uno spettro, un’entità oscura che diventa ogni giorno più reale e tangibile. Un’ombra che esige vendetta.
Tra i suggestivi vicoli di Treviso, magia, amore e mistero rivivono vita dopo vita, in un’infinita ripetizione, come un’opera che non smette mai di andare in scena.




Nero Assoluto parte seconda
Lorena Laurenti
Serie: Nero Assoluto
Pagine: 308
Prezzo ebook: 3,69€
Prezzo cartaceo: 13,90€
Sinossi:
“Il cuore di ogni persona è un pozzo. A volte l’oscurità è sulla superficie, altre volte in profondità. Ma c’è sempre.”
Dargo è tornato. Erica è in suo potere. Diverse fazioni lottano per distruggere la bestia in cerca di vendetta, ma la realtà delle cose è davvero ciò che sembra? Male e bene si fondono, danzando tra i secoli, in passati oscuri ed esistenze lontane.
In una Treviso attuale l’oscurità si spande su strade e vicoli, riportando in vita antichi mostri in cerca di riscatto. Le porte dell’ipogeo si spalancano, rivelando verità sepolte e invisibili agli occhi comuni.
Azione, sentimenti, dolore e consapevolezza di sé vi condurranno in un mondo affascinante e ricco di mistero, in una storia sospesa tra presente e passato.



SU AMAZON POTETE INOLTRE TROVARE L'EDIZIONE SPECIALE DI NERO ASSOLUTO CHE RACCHIUDE ENTRAMBI I VOLUMI!



Ora però veniamo al Blog Tour!



LE TAPPE

TAPPA 1:
25 luglio
ESTATE BOLLENTE? DARGO MESSO A NUDO PER VOI!
Intervista esclusiva: riuscirà Diletta a fronteggiare da sola una creatura tanto affascinante?

TAPPA 2:
2 agosto
EZZELINI VS CAMINESI - ‡ LA FAIDA CONTINUA NEI SECOLI ‡
La vera storia che si cela dietro a Treviso... e dietro ai bei figlioli presenti nel libro!

TAPPA 3:
10 agosto
NERO ASSOLUTO COME NON L’AVETE MAI VISTO!
Recensione esclusiva dei libri.

TAPPA 4:
17 agosto
LIMITED EDITION - VIAGGIA CON NOI A TREVISO!
Un viaggio alla scoperta della città che fa da sfondo a Nero Assoluto.

TAPPA 5:
24 agosto
SPECIALE FIGLI DEL SOLE
Anche se fa caldo, non si parla di abbronzatura, ma di un culto che affonda le sue radici nella storia...

TAPPA 6:
31 agosto
ESTATE HOT! SOFIA SVELA TUTTI I DETTAGLI DELLA SUA RELAZIONE CON EZZELINO!
Potevamo non finire in bellezza? Un’intervista piccante alla super sexy “cattiva” della storia. Scoprirete i dettagli più scabrosi del suo passato!

PRIMA TAPPA



Oggi nel mio salotto letterario ho il piacere di intervistare il "Deus ex machina" della duologia, ......., conosciuto dai nostri lettori come Dargo.
Benvenuto nel mio salotto, prego accomodati.
Ti imbarazzo forse? Riesco a sentire il battito del tuo cuore. Magari è il mio abbigliamento? (Ostenta un completo di giacca e pantalone nero, con sotto una camicia grigia sbottonata fino a metà petto. Inclina la bocca in un sorriso compiaciuto e si accomoda sulla poltrona, senza distogliere lo sguardo da Diletta, chiaramente a disagio, o almeno così credeva.)

Comincio subito col chiederle ti andrebbe di raccontarci un po’ la sua storia. Come sei arrivato fino a oggi?
In realtà detesto questi mezzi tecnologici. Sai, ai miei tempi non esistevano. È stata la mia creatrice a costringermi a questa farsa (ride, sprezzante). Come dovreste già sapere, io sono nato nel 1259, lo stesso anno che ha visto la fine della mia famiglia originaria: i da Romano. Il mio primo nome era Alberto, come il vescovo Alberto Ricco, oppositore della tirannia ezzeliniana. Che ironia, vero? Mi hanno assegnato lo stesso nome di uno dei religiosi che più odiava il mio vero padre. Ma è inutile rivangare il passato. Parliamo di cose più interessanti, sei d’accordo, mia cara? (Diletta si schiarisce la gola tossendo.) Mi ha tenuto ancorato al tempo un potente incantesimo: mi sono vincolato a Sofia attraverso una maledizione e ho seguito la sua anima nei secoli. È stata la deliziosa energia di fanciulle come te a preservarmi in vita sotto forma di spirito.

Perché di tutte le ragazze che ci sono hai scelto proprio Erica? Che cosa aveva di speciale?
Perché, mia cara, rispetto alle altre è una cercatrice. La sua energia è pura e potente, anche se è sciocca come il resto delle ragazze di questo secolo. Senza offesa, s’intende. (Accavalla le gambe e posa il mento su una mano, sorridendo suadente.) Vi basta uno sguardo intenso e qualche parola dolce per innamorarvi. Ma che cos’è poi l’amore? Un sentimento inutile e scomodo.

Non tutte cadono ai piedi di un uomo solo per uno sguardo e parole dolci. A ogni modo tutte noi lettrici ci stiamo chiedendo quale fosse il tuo rapporto con Sofia. Cosa vi ha tenuto insieme per tutto questo tempo?
Come dicevo poc'anzi, l’ho maledetta. È a causa sua che mi sono risvegliato: da devoto servitore di Dio ho scoperto di essere uno dei più potenti stregoni mai esistiti. Se non fosse stato per quella sciocca donna, oggi non sarei qui, represso in questo secolo tanto volgare. Lei era il braccio destro di mio padre, e quando lui è morto mi ha disperatamente cercato. Sono deceduto per mano della famiglia rivale a quella dei miei avi... tutto per colpa di Sofia.

Né Erica né Sofia possono sentirci. Quali sono le caratteristiche che ti spingevano nell'una o nell'altra direzione?
Spingevano? (Nasconde l’irritazione dietro a una maschera di perplessità.) Non diciamo eresie! Ho usato Sofia così come ho usato Erica. Se voi, care lettrici, avete pensato ad altro, sbagliate. La mia era abitudine, di certo non affetto. Come già detto, l’amore è un sentimento inutile. La vendetta, quella è appagante. Devo però ammettere che Sofia è stata la mia amante, ma questo non ha nulla a che fare con le emozioni.

Sì, certo. (Diletta non è proprio convinta di quello che Dargo ha appena detto ma va avanti.) Cosa ne pensi dei Figli del Sole?
Quel branco di inetti? Consentitemi di essere al pieno delle mie forze e posso sconfiggere il loro Principe anche subito. Useranno l’energia della Dea, ma non possono nulla contro di me.

Quando Erica ha iniziato a instaurare un rapporto più "profondo" con Mathias, come ti sei sentito? E noi lettrici vogliamo la verità, al di là dell'orgoglio.
Onestamente ero perplesso. Voglio dire, guardatemi. (Si alza in piedi e allarga le braccia. Un bottone della camicia si apre, lasciando intravedere il torace scolpito in ogni minimo dettaglio. Diletta tossisce ancora sorpresa dall'atteggiamento del suo ospite ed è costretta a bere un po’ d’acqua per proseguire. Infine Dargo scosta i lunghi capelli da un orecchio e si riaccomoda con eleganza.) Non vorrete di certo confrontare uno come me a quel ragazzino, spero. Ammetto che ho provato uno strano sentimento, qualcosa di simile al fastidio. Ma lei è volubile, il loro legame non durerà, quello con me, invece, sarà eterno.

Ora che è finito tutto, che cosa farai della tua vita?
Difficile da dire. La vendetta era il mio solo movente. Ora che tutto è finito credo che viaggerò. Ci sono così tante anime da assaggiare in questo mondo... sarà divertente (ammicca, facendo chiaramente una proposta alla conduttrice).

C'è qualcosa che vuoi dire ai nostri lettori prima di terminare questa intervista? (Diletta balbetta l’ultima domanda.)
Se un giorno, percorrendo un sentiero isolato, sentirete un brivido freddo lungo la nuca, allora sappiate che io sarò lì con voi. Vi incanterete scrutando i miei occhi, attratte da un desiderio profondo e tormentato. (Si avvicina a Diletta, persa nel suo sguardo, e le sfiora una guancia.) Non opponetevi: proverete il piacere più appagante della vostra vita.
(La conduttrice sorride maliziosamente, poi, con garbo, si allontana.)
È una prospettiva molto allettante infatti, ma io non sono Erica. Sono però certa che molte altre ragazze non si lasceranno scappare l’opportunità!




1 commento:

  1. wow sono la prima, Diletta le tue interviste mi fanno sempre correre i brividi lungo la schiena, sarà eccitazione... o paura,..... ma non capisco comunque penso che anche a te siano venuti i brividi ad intervistare Dargo che sembra proprio un tipo particolare come tutti i Trevigiani e te lo dico da Veneziana, che con i trevigiani c'è sempre odio e amore, anche se i miei figli sono proprio nati a Treviso, come perdere quindi un libro ambientato proprio nella mia terra...
    condiviso su:
    https://twitter.com/streghetta6831/status/493135243981754370
    https://www.facebook.com/stefania.mognato
    https://plus.google.com/u/0/113323159535376562702/posts

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)