Cerca nel Blog

giovedì 31 luglio 2014

Recensione ALAKIM - Luce dalle tenebre di Anna Chillon

Recensione di Diletta Brizzi


ALAKIM - Luce dalle tenebre
Anna Chillon
Serie: Alakim #1
Casa Editrice: Ed.Loquendo
Prezzo ebook: 6,90€
Prezzo cartaceo: 20,32€
Sinossi:
Alakim è un permanente divorato da una fame crudele. Reietto in cielo e braccato in terra da una schiera di guerrieri immortali, condivide il suo rifugio sotterraneo con due Nephilim, abili combattenti e fedeli compagni nella sorte. Di giorno è costretto all’oscurità, mentre la notte si aggira per le vie di una Marsiglia trasgressiva, in cerca di un modo per assolvere al patto stretto con Lucifero. È proprio durante questa ricerca che un prete dalle eccezionali capacità sensitive gli suggerisce un antico testo custode di segreti proibiti, portandolo così a imbattersi in Nicole, una giovane libraia animalista. La ragazza ingaggia una lotta impari per non venire travolta dall’indole tenebrosa di Alakim e dal suo spiccato gusto per la malvagità, ma l’ardore che scocca tra loro rapisce corpo e mente, lasciandola senza via di fuga, sopraffatta dall’impetuosità dell’immortale e dalla scoperta di una realtà troppo grande da accettare: una realtà per la quale occorre avere fede. Così, in un susseguirsi di eventi inaspettati, mettendo a rischio la propria esistenza, i suoi amici e Nicole stessa, Alakim fa di tutto per dare a Lucifero ciò che gli spetta, lottando, tracciando la sua strada nel sangue e spingendosi oltre i limiti. Perché avere una possibilità di scelta è l’unica cosa cui non è disposto a rinunciare, anche se quello da pagare è un inimmaginabile prezzo.



Recensione:

Parto subito col dire che questo romanzo è assolutamente perfetto ma andiamo per gradi.
Alakim, protagonista indiscusso del romanzo, è un Serafino decaduto, fautore della cacciata di Lucifero dal Paradiso ma che, a causa delle sue scelte è stato a sua volta cacciato e si è incarnato nel corpo di un uomo, diventando in questo modo un Permanente.
Tuttavia una volta sulla Terra è caduto in tentazione, nel vero senso della parole: ha infatti stipulato un accordo con Lucifero. Come tutti i patti stipulati col Caduto, c'è sempre qualche clausola da rispettare: Alakim infatti dovrà convivere con una parte oscura che cercherà di sopprimere la sua parte angelica. Per questo motivo Alakim si "nutrirà" di azioni malvagie.
Per liberarsi da questo patto deve cercare un Invocantes ovvero un umano dalla straordinaria capacità di rendere corporei le entità angeliche.
In questa missione però Alakim non sarà solo, ci saranno due nephilim, Muriel e Samshat, e Nicole, nipote del gestore della libreria La Plume d'Oie.
Sarà proprio Nicole la chiave di tutto. La ragazza infatti può evocare gli angeli ma non sarà solo questo il suo ruolo. Perché nel momento stesso in cui i due protagonisti si incontrano ci sarà subito una forte attrazione e nessuno dei due riuscirà a fare a meno dell'altro.
Alakim e Nicole riusciranno nella loro missione? Alakim cederà completamente al lato oscuro?
Tutte queste domande troveranno risposta nella lettura del romanzo.
Vi dico però che se vi aspettate di leggere un romanzo con tanto romance allora avete sbagliato libro. Alakim - Luce nelle tenebre è molto di più. Non è la solita storia d'amore tipica degli urban fantasy. No. Il romanzo è avvolto da un alone di mistero, o meglio oscurità. Anna Chillon riesce a concentrare in un solo romanzo i concetti di Bene e Male ma li fa apparire in modo completamente nuovo che mette in discussione la teologia stessa.
Vi basti leggere questo piccolo estratto:
"[...] Un Serafino bastardo cacciò suo fratello, ma portare a termine il proprio compito lo rese un essere diverso. Maturò una diversa consapevolezza di sé e del creato, e cominciò a guardare il mondo con occhi differenti. Nel suo supremo senso di giustizia non poteva più accettare che al genere umano fosse stato fatto dono della Terra come luogo dove esercitare una facoltà di scelta che non meritava. [...] Il Serafino non poteva starsene inerme mentre una così infima genia godeva di un così grande privilegio, una libertà di arbitrio che agli angeli non era mai stata concessa [...]”
Alakim appare come un personaggio controverso, oscuro ma allo stesso tempo che cerca con tutto se stesso di lottare contro la sua parte malvagia. La lotta tra Bene e Male non è solo tra Alakim e Lucifero ma è anche insita nel nostro protagonista.
In un certo senso l'incontro con Nicole si può dire che lo cambia, anche se l'ex Serafino è disposto a tutto pur di raggiungere il proprio scopo.
D'altro canto Nicole è una donna dal carattere forte e determinato che difende con le unghie e con i denti i suoi principi e che si trova coinvolta in qualcosa più grande di lei, in un mondo a lei oscuro, forse anche per il fatto che non Crede e non si fida di nessuno.
Lo stile dell'autrice rende inoltre la narrazione fluida. Il lettore non può fare altro che leggere tutto d'un fiato Alakim. Le scene di azione sono intervallate a momenti di calma - apparente - in modo da rendere ancora meno pesante la lettura.
Arrivati alla fine del romanzo non si può fare altro che porci delle domande proprio sui concetti di Bene e Male. Il Male può essere giustificato? E ciò che credevamo essere il Bene, è davvero "puro" come si è creduto fino a ora?
In conclusione non posso fare altro che consigliarvi caldamente di leggere questo libro. Una splendida lettura che mixa sapientemente azione, romance e riflessioni sulla vita.

VOTO





1 commento:

  1. Una piccola sorpresa! :)

    http://rosiemstuart.blogspot.it/2014/08/the-very-inspiring-blogger-adward.html

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)