Cerca nel Blog

martedì 16 settembre 2014

Recensione La guerra degli elementi - Gli eredi di Atlas di Veronika Santiago

Recensione a cura di Diletta Brizzi


La guerra degli elementi - Gli eredi di Atlas
Veronika Santiago
Serie: La guerra degli elementi #1
Editore: Autopubblicato (Youcanprint)
Pagine: 354
Prezzo cartaceo: 16,90€
Prezzo ebook: 1,99€
Sinossi:
Scozia. Promesse di successo, di lavoro e di risposte, aiuto per una fuga: così uno sconosciuto convince un'aspirante cantante, un marinaio, una studentessa e un rampollo ricoverato in una clinica psichiatrica, a seguirlo su un'isola che è ovunque e in nessun luogo: OgniDove.
Là Aisha, Dean, Aurora e Duncan scopriranno il vero motivo per il quale sono stati condotti con l'inganno ai margini del mondo: la storia è incompleta. I dieci Reggenti dell'antica Atlas, all'apice della grandezza, si sono dati battaglia fino all'annientamento ma il loro potere sugli elementi non è andato perduto. Non sarà facile accettare di essere Eredi di un così gravoso fardello: tra dubbi e insicurezze, aiutati dagli abitanti di OgniDove, discendenti dei superstiti di Atlas, i ragazzi cominceranno l'addestramento per risvegliare le loro facoltà.
Ma gli elementi sono cinque: dove si trova l'Erede dell'Etere? E quali sono i piani degli Altri Eredi? Inizierà così una lotta contro il tempo alla ricerca dell'Etere.








I personaggi sono ben distinti tra di loro, ognuno in base alle azioni e alle reazioni nell'arco di tutta la storia: Aisha si può dire che riesce a trovare un senso a tutto una volta giunta in quell'isola lontana, Dean è un personaggio complesso poiché non accetta di buon grado di essere legato a un elemento che è causa della morte delle persone a lui vicine, Aurora è la "scettica", colei che non vuole credere a ciò che le succede intorno mentre Duncan è un personaggio complesso esattamente come Dean: se da un lato infatti finalmente sa di non essere pazzo, dall'altro ha paura perché potrebbe essere lui a causare la fine di quella dinastia.
Il libro è ambientato nell'isola che è ovunque e in nessun luogo: OgniDove. Qui l'antica civiltà di Atlas governa. Nonostante si tratti di un fantasy i luoghi sono ben descritti, in alcuni casi minuziosamente.
Lo stile dell'autrice è fresco e lineare e riesce a esprimere al meglio ogni concetto e a far provare al lettore le stesse emozioni provate dai protagonisti. Un romanzo a mio parere coinvolgente. 
Mi è piaciuta molto anche la storia che c'è dietro Atlas, un particolare senza dubbio da non sottovalutare.
Le tematiche sono molteplici: l'accettazione di ciò che si è realmente, la conseguente guerra interiore che ognuno dei protagonisti ha, la magia degli elementi, l'amicizia. Tutto viene affrontato dall'autrice con estrema chiarezza.
In conclusione lo stile, le tematiche affrontate e la storia di Atlas rendono questo romanzo coinvolgente e degno di essere letto ancora e ancora.

VOTO




3 commenti:

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)