Cerca nel Blog

mercoledì 22 ottobre 2014

Gli speciali de La Promessa di Jeanne + Giveaway Finale #3 Intervista all'autrice

Bentrovati Bookaholics e benvenuti al secondo dei sei speciali dedicati a La Promessa di Jeanne di Marta Savarino!



GLI SPECIALI:
06/10/2014 Da La vendetta di Isabelle a La promessa di Jeanne. Il percorso dell'autrice e il suo passaggio all'autopubblicazione
13/10/2014 I luoghi del romanzo
20/10/2014 Intervista all'autrice
27/10/2014 Il dream cast
03/11/2014 Recensione in anteprima
10/11/2014 Proclamazione vincitore del giveaway

REGOLE PER PARTECIPARE AL GIVEAWAY:
Commentare tutte le tappe
Diventare lettori fissi del blog
Diventare fan della pagina dell'autrice


TERZO SPECIALE
INTERVISTA ALL'AUTRICE

Ciao Marta, benvenuta nell'Atelier di una Lettrice Compulsiva!
Ciao Diletta e grazie per lo spazio che mi dedichi, è un piacere essere ospitata dal tuo blog!
A che età hai cominciato a scrivere e quando hai capito che la scrittura sarebbe stata la tua strada?
Ho iniziato da ragazzina… facevo il liceo, avrò avuto diciassette anni e scrivevo racconti che chissà dove sono finiti! Poi ho lasciato da parte la scrittura fino al 2010, a 29 anni ho ricominciato a scrivere e ho finito e pubblicato La vendetta di Isabelle.

Quando hai deciso di scrivere La vendetta di Isabelle? E perché?
Avevo iniziato a scrivere Isabelle a 20 anni ispirandomi ad Angelica, Marchesa degli Angeli, protagonista dei romanzi di Anne e Serge Golon. È nata da lì la mia passione e il mio interesse per il regno di Luigi XIV e la sua Corte. Passione che nel mio caso si avvicina a una vera e propria ossessione tanto che ogni tot di anni sento il bisogno di tornare a Parigi e a Versailles! Amo quel periodo storico e la figura di Angelica mi è stata di grande ispirazione per creare la mia Isabelle, donna giovane ma forte e determinata e anche lei, come la Marchesa degli Angeli, ha i suoi buoni motivi per provare rancore e sentimenti di vendetta nei confronti del Re Sole. Avevo iniziato a scrivere a 20 anni per poi abbandonare tutto in un cassetto e ritrovare la voglia e l’ispirazione per concludere la storia soltanto nove anni dopo!

A chi ti sei ispirata per creare i personaggi?
Isabelle è determinata come Angelica è vero, ma lunatica e impulsiva come me. Jeanne è la razionalità fatta a persona, come mia sorella. Jacques e Nicolas? Bè… gli uomini ideali, soprattutto Nicolas!

Dalla Francia alla Scozia, come mai questo cambio di Nazione?
Colpa di una mia collega e amica, Luisa! Non mi ero mai sentita tanto attratta dalla Scozia come quando ho conosciuto lei e mi ha raccontato del suo viaggio “scozzese”. Mi sono informata e ho studiato molto la storia e le usanze scozzesi prima di scrivere il seguito di Isabelle, e mi sono ritrovata comunque a riscrivere parti intere dopo avere avuto la fortuna di visitare io stessa la Scozia e alcuni luoghi che descrivo nel romanzo. Spero di avere reso il tutto più realistico e credo che come emerge il mio amore per Parigi e Versailles, lo stesso si può dire per questa magnifica Nazione.

La vendetta di Isabelle è stata pubblicata da La Mela Avvelenata. Prima era edito dalla Linee Infinite Edizioni. Ti va di parlarci di questo percorso?
Sì, Linee Infinite è stato il mio primo editore nel 2010 e ricordo l’emozione e la felicità per essere arrivata alla pubblicazione. Come tutti gli esordienti ingenui e sognatori mi aspettavo grandi cose che con il passare del tempo ho capito non sarebbero arrivate così ho tentato la strada della pubblicazione digitale con la Mela Avvelenata. Qui problemi di distribuzione non esistono: il tuo romanzo arriva ovunque e a chiunque con un semplice click acquistando dagli store on line, con Linee Infinite purtroppo il libro nelle libreria non arrivava e i librai non erano nemmeno disposti a ordinarlo. Questo era il problema fondamentale, da un punto di vista umano mi sono trovata bene con loro come editori così come con la Mela. Peccato però che come probabilmente saprete la Mela Avvelenata ha chiuso i battenti e di conseguenza ho dovuto scegliere: cercare un nuovo editore e aspettare di nuovo mesi e anni perché qualcuno mi rispondesse? No, non ne avevo più voglia sinceramente. In estate poi avevo fatto un esperimento pubblicando da sola un racconto fantasy, la Strega di Skye e ho avuto un riscontro che non immaginavo! Non c’è più la chiusura di qualche tempo fa nei confronti degli autori che scelgono l’indipendenza editoriale e ho optato per proseguire questo percorso anche con la Promessa di Jeanne.

Perché hai deciso di autopubblicare La promessa di Jeanne?
Come ho detto sopra… era l’unica via che potevo percorrere in quel momento: non avevo più un editore e l’esperienza come autrice self mi aveva dato delle soddisfazioni non indifferenti. Così ho fatto la mia scelta e non rimpiango il contrario.

Hai altri progetti in corso?
Sì, a novembre uscirà un romance a cui tengo moltissimo con la Genesis Publishing, una casa editrice digitale. Il titolo è Parigi, amore e altri disastri ed è un romanzo rosa molto frizzante e divertente. Poi…ho un paio di progetti appena iniziati, una novella storica e un altro romance contemporaneo… vedremo, spero di riuscire a concluderli!

Che cosa è per te la scrittura? E la lettura?
La lettura ancora prima della scrittura per me è come l’aria che respiro: essenziale per vivere. Leggere mi fa stare bene, ho iniziato da bambina e non riuscirei a immaginare una vita senza libri. Scrivere invece è diverso, non è essenziale come la lettura ma è comunque qualcosa che mi fa stare bene ed è sempre un’ottima valvola di sfogo… meglio che andare in analisi!

Quale consiglio daresti agli aspiranti scrittori?
Non ne ho… sinceramente non saprei. Posso solo dire di seguire il proprio cuore e il proprio istinto. Non sempre si faranno le scelte giuste, io di errori ne ho commessi molti in questi anni e sono sicura che ne farò ancora! Ma se amate scrivere allora fatelo e basta e pazienza se non arriva la pubblicazione importante con l’editore famoso, se le agenzie letterarie ti snobbano o semplicemente il tuo titolo non vende perché non è il genere che va di moda… tutte esperienze e situazioni che conosco molto bene! Se scrivere vi fa stare bene… scrivete, è tutto quello che mi sento di consigliare.


Non mi resta che darvi appuntamento a lunedì 27 ottobre per un nuovo speciale!



2 commenti:

  1. Che dire ho amato molto La vendetta di Isabelle e la promessa di Jeanne si sta rivelando un altro caso di amore librale per quanto mi riguarda, a poco a poco sto scoprendo cose dei personaggi, dei luoghi e dell'autrice che mi fanno amare sempre più questa duologia, anch'io come Marta amo la Francia, ma soprattutto la Scozia Marta di dice niente l'autrice Diana Gabaldon con la saga la Straniera, credo proprio di si, da lì è iniziato il mio amore per la Scozia che dire, spero di aver la fortuna di vincere questo libro altrimenti è nella WL sperando che tu partecipi alla promozione di Hallowen con questo titolo risparmiare un pochino fà sempre bene altrimenti compra con un click e vai in lettura.
    condiviso su
    https://twitter.com/streghetta6831/status/525012478627823617
    https://www.facebook.com/stefania.mognato/posts/10203113898904173
    https://plus.google.com/u/0/113323159535376562702/posts/LfPkKkJ1LwP

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)