Cerca nel Blog

martedì 22 aprile 2014

Radioactive Storm Blogtour - Dodicesima Tappa: Spoilers Colliding Storms



Buonasera Bookaholics e benvenuti alla dodicesima tappa del Blog Tour di Radioactive Storm!
Prima della mia tappa vi lascio la scheda del libro!


Titolo: Radioactive Storm (The MSA Trilogy #2)
Autrice: Chiara Cilli
Editore: Self Publishing
Prezzo: € 4.99 (ebook) - € 12.90 (cartaceo)
Pagine: 303 p.
Genere: Romanzo
Sottogenere: Erotic Suspense
Anno di pubblicazione: 2013
Trama
Nella MSA, provocante agenzia di escort, una sola gemma incarna passione, successo e trasgressione. Cristina Cabrisi ha accettato di diventare il nuovo rubino di sangue, ottenendo così il potere che la predatrice sessuale in lei brama. Ma quando Stefano Diamanti le propone di passare una settimana con lui, Cris si trova di fronte a un bivio: consentire all’unico ragazzo in grado di vederle dentro di avvicinarsi, o tenerlo lontano per paura che lui riporti in vita la vera Cristina? Stefano pare conoscere a memoria il suo cuore, ma come resistere al richiamo oscuro e disarmante di Matt Staton? L’uomo dagli occhi di ghiaccio le ha marchiato l’anima e non ha nessuna intenzione di lasciarla andare, anche quando un pericolo maggiore rischia di frantumare il loro intenso e smodato amore. Ora il gioco si è trasformato in una battaglia senza esclusione di colpi. Matt e Cris non avranno limiti. Il loro desiderio li getterà in un tornado di inesorabili emozioni. E nessuno dei due potrà scappare.



SPOILERS COLLIDING STORMS:
#1
Il romanzo si aprirà con una particolare scena ad alta tensione, e da lì in poi sarà un conto alla rovescia per arrivare a quella situazione.
#2
Il romanzo è ambientato più di un anno e mezzo dopo il finale di Radioactive Storm.

#3
La MSA è ora gestita da Aniela Jankowski e Stella si occupa della preparazione delle ragazze, in quanto Matt Staton è sparito dalla circolazione, abbandonando il comando della sua agenzia.

#4
Il rapporto tra Cristina Cabrisi e Stefano Diamanti è ancora più profondo, e nel corso del romanzo la loro incrollabile fiducia l'uno nell'altra verrà messa a dura prova.

#5
Il rapporto tra Cristina Cabrisi e Matt Staton diviene ancora più sinistro e incontrollabile, tanto che la violenza tra di loro raggiungerà picchi allarmanti.

#6
Ci saranno numerose scene violente i cui protagonisti principali saranno Cris e Matt, poiché verrà a galla l'odio che nutrono l'uno nei confronti dell'altra.
#7
Ci sarà l'immancabile ballo tra Cris e Matt sulle note di Let Me Go di Avril Lavigne.
#8
Ci sarà uno scontro fisico sia tra Cris e Matt sia tra Stefano e Matt.
#9
Stella e Cris avranno due occasioni per affrontarsi animatamente.
#10
Cris sarà meno maliziosa e più determinata a lottare per tenersi stretta la sua vita con Stefano, nondimeno sarà altrettanto decisa a salvare Matt da se stesso, consapevole di rischiare di risvegliare quella parte di lei che solo lui è in grado di provocare.





sabato 19 aprile 2014

Anteprima Pactum vampiri e spin off di Barbara Riboni

Buongiorno Bookaholics!
Pasqua ormai è alle porte e il blog si prenderò qualche giorno di vacanza.
Prima però voglio presentarvi una saga che a mio parere ogni lettore compulsivo dovrebbe leggere! Sto parlando della serie Pactum Vampiri di Barbara Riboni!



Andiamo con ordine.
Da qualche giorno è disponibile su Amazon l'ebook del romanzo Pactum Vampiri e i racconti, "Zelda - Ad Novam Vitam" e "Carlos - Inopinatum munus", precedentemente pubblicati in forma gratuita su due blog letterari.

Serie "Pactum vampiri" :

1- Pactum vampiri
1.5- Zelda - Ad Novam Vitam
1.7- Carlos - Inopinatum Munus
+ altri di prossima pubblicazione



Non volevo prenderla.
Non volevo essere coinvolto, non era quella la mia battaglia e non volevo essere il possibile responsabile della sua morte.
Ma ogni fibra del mio essere spingeva in quella direzione riempiendomi la mente di visioni dei nostri corpi intrecciati, la sua carne tra le mie mani il suo sangue nella mia bocca.
Un vampiro nato nella Roma degli imperatori
Un'umana che farebbe di tutto per salvare il fratello
Una storia d'amore impossibile che vuole sfidare la morte

Maximo Caio Domini è un immortale da 18 lunghi secoli
Insieme ai suoi fratelli governa in segreto il popolo dei vampiri di Roma da centinaia di anni
Ma il suo mondo ha bisogno di un erede e per poterlo procreare suo fratello Alessandro cerca per se una donna umana davvero speciale: la compagna della carne
Alice, giovane studentessa di biologia intelligente e determinata non sa di essere l'ultima speranza della stirpe di vampiri ma è disposta a tutto per salvare il fratello dalla morte certa che lo attende.
Così stringe un patto con la famiglia Domìni e accetta di dare un figlio ad un uomo che non conosce in cambio della salvezza del ragazzo.
Quasi 2000 anni d’esistenza hanno reso Maximo ormai cieco ai sentimenti e schivo agli interessi della sua stessa razza ma dopo averla avuta accanto sarà capace di cederla ad un altro senza lottare?
Avrà il coraggio di rivelare che quel patto nasconde una verità terribile ed ineluttabile?
Combattuto tra un sentimento nuovo ed inatteso ed il dovere verso il suo popolo dovrà affrontare con Alice difficili scelte e insormontabili ostacoli per difendere quello che inaspettatamente diventa per lui irrinunciabile.





“ Prima di quello. Hai detto di essere innamorata. Di me.”
La sua faccia estasiata per quella prospettiva sembrava aver dimenticato ogni altra cosa. Le zanne, il sangue e tutto il resto.
- Io sono quello che vedi ora – gli dissi risoluta – ma sono anche quello che hai visto prima. E sarò così ogni volta che tu mi toccherai e mi bacerai, e mi farai bruciare dentro di un fuoco tale per cui io non potrò nasconderlo. [..] –

Può una donna accettare di essere l’unica ad amare l’altro? Può imparare ad accontentarsi delle briciole di un rapporto?
Ma anche fosse, cosa può fare se non scappare lontano quando anche le briciole le vengono negate?
Quando l’unica cosa per cui volevi vivere diventa la ragione per la quale vuoi morire non c’è scampo. Per questo Zelda non ha alternativa se non quella di abbandonare la sua città e la sua famiglia per fuggire da chi le ha spezzato il cuore, per cercare un posto lontano dove meditare drammatiche decisioni. Scappa da Roma e dal suo amore morboso per un uomo che non la vuole convinta che non ci sia motivo per continuare a vivere un’esistenza immortale senza di lui. Ma il suo carattere forte e indomito non si piegherà nemmeno al suo cuore infranto. Combatterà e si risolleverà conducendola verso un nuovo modo di vivere e nuovi incontri che cambieranno per sempre il corso degli eventi. Sola nell’incontaminata e selvaggia bellezza della Majella ritroverà se stessa e la gioia di condividere emozioni con impensabili compagni di avventura.





Estela sarebbe impazzita per Zafira.
La giovane andalusa era una puledra di un paio di anni con il mantello grigio polvere e la criniera nera.
Il velluto del muso era sfumato di un meraviglioso color fumo sulle narici e sui garretti, e gli occhi scuri, dallo sguardo fiero, promettevano grande carattere.
Per il momento era il mio regalo di Natale per quella piccola peste ribelle.

È il quindici dicembre a Madrid e la famiglia De la Fuente si appresta a affrontare i preparativi per la “Noche Buena”: la Vigilia.
Il Triumvirato spagnolo festeggia ogni anno, presso la propria tenuta, alle porte della città, la notte che precede il giorno di Natale e ospita un nutrito gruppo di umani e vampiri che partecipano ai festeggiamenti.
Carlos, Ricardo e Esteban riuniscono la comunità vampirica e si presentano quali Triumviri di Spagna, raccontando la loro storia e offrendoci un breve ritratto madrileno.
Carlos De la Fuente, il primo triumviro, ha in serbo un regalo speciale per la piccola Estela, che ha visto crescere in casa sua per più di quindici anni, e che ora è sbocciata in una giovane donna bella e risoluta.
Sta organizzando per la ragazza una sorpresa convinto di renderla felice ma non ha idea che le cose andranno in modo decisamente diverso e alla fine sarà lui a ricevere una inaspettata proposta.




L'Autrice


È nata il 18 dicembre 1968 a Milano dove vive insieme al marito Saro e al loro cane Nebbia. Ama cucinare per rilassarsi, adora gli animali e il mare, ma la sua passione più grande sono i libri fantasy, di cui è un’accanita lettrice. Pactum Vampiri, vincitore del Premio Letterario Scrittori con Gusto 2013, è il suo romanzo di esordio ma attualmente sta lavorando alla stesura del seguito. Su richiesta delle lettrici sono stati pubblicati due racconti brevi, spin-off del romanzo "Pactum vampiri", intitolati "Zelda - Ad Novam Vitam" e "Carlos - Inopinatum Munus".




mercoledì 16 aprile 2014

"Il Figlio Ribelle" ~ II tappa blog tour: Federico Dalla Croce -Profilo e Intervista

Buona sera Bookaholics! Benvenuti alla seconda tappa del Blog Tour de Il Figlio Ribelle di Cristina Zavattieri!



CALENDARIO BLOG TOUR

1° tappa 8/4 - Alessandra Paoloni “La mia strada fino a qui”: book-trailer de Il Figlio Ribelle. (Anche se presto potrete ammirarlo riveduto da Eleanor Mair!)
2° tappa 14/4 - Diletta Brizzi nel suo Atelier di una Lettrice Compulsiva vi presenterà la scheda profilo del personaggio principale, Federico Dalla Croce + una breve intervista.
3° tappa 21/4 - Barbara Kira di Romanticamente Fantasy presenterà la scheda profilo del personaggio principale femminile, Bianca Di Albano + breve intervista.
4° tappa 28/4 - Franci di Coffee and Books, invece, presenterà un estratto bollente dal romanzo. (E vi assicurò sarà davvero così!)
5° tappa 5/5 - Rosa Caruso nel suo blog "La Fenice Book" terminerà il blog-tour con un regalo davvero speciale: una magnifica collana che vi verrà presentata nelle prossime tappe.

COME PARTECIPARE

Per provare a vincere la collana di Chocolate Rose (ancora in preparazione e che potrete ammirare nei canali dell'autrice stessa prossimamente) seguite queste semplici regole:

1) COMMENTARE quante più tappe possibili del blog tour e DIVENTARE LETTORI FISSI dei blog aderenti (i link potete trovarli sopra, nelle tappe).

2) DIVENTARE LETTORI FISSI DI QUESTO BLOG e FAN DELLA PAGINA FB QUI.

La tappa che ospiterà il mio blog sarà dedicata al protagonista maschile del romanzo, Federico Dalla Croce.

Scheda profilo Federico

Federico Dalla Croce ha venticinque anni ed è un nobile barone che non accetta la condizioni in cui è costretta a vivere la gente del popolo napoletano.
Incline al pettegolezzo, alla baldoria e allo scherzo, irascibile, arrogante e anticonformista non conosce l'amore, anche se crede nella sua esistenza.
Da sempre circondato da belle donne, tuttavia non fa di loro il fulcro della sua vita, almeno fino a quando non incontra la bellissima Bianca Di Albano e fra i due giovani scoppia l'amore e la passione travolgente.
Il loro primo incontro cambierà per sempre la vita di Federico.
Le uniche persone a cui è profondamente legato sono il padre Rodrigo Dalla Croce, la governate e sua balia, Filomena, e l'amico di sempre Roberto dall'Ollio.
Molto amato e rispettato fra la gente più povera, che aiuta come può.
Amante della natura, in particolare del mare, delle armi e di tutto ciò che è antico e del colore blu.

L'intervista

Buona sera Federico, in un'epoca in cui il potere è ciò che muove l'uomo, Voi potete essere definito una sorta di ribelle. Cosa vi differenzia dalle persone che appartengono alla vostra classe sociale?
Buona sera, meravigliosa fanciulla, e grazie per avermi accolto nella vostra umile dimora. La domanda che mi avete posto mi spiazza e non poco. Io non credo di essere diverso, solo i nobili napoletani a comportasi da veri… Non posso esprimermi come vorrei, vero? Comunque sì, sono un ribelle e ne vado molto fiero. Credo che ognuno di noi potrebbe fare molto di più per la povertà e il degrado che dilaga nella mia città. Nella loro città. Non amo mischiarmi alla folla di damerini, preferisco, alle loro feste, una bella donna, una buona compagnia e dell’ottimo vino. Credetemi, ho incontrato più fedeltà fra i napoletani che alla reggia di Caserta.

Vi potete definire anche una sorta di Don Giovanni, a quello che dicono i pettegolezzi su di voi. Che cosa fate a queste donne che cadono così ai vostri piedi?
Un don giovanni, dite? *ride* Sono quel tipo d’uomo che quando vuole una cosa la prende senza pensarci troppo. Sempre. Devo ammettere che questa è una mia grande debolezza. Spesso, la passione per il gentilsesso mi ha causato grosse noie. Non ultimo una pallottola alla gamba. Cosa faccio alle donne? Il mio buon amico Roberto dice che ho una discreta parlatina. Ecco, credo che sia questo a rendermi così desiderabile. Non mi reputo bello, ma so godermi la vita!

Come è stata la vostra vita dall'infanzia fino all'età adulta?
Non amo particolarmente parlare della mia vita privata o del mio passato. Però, se devo fare un bilancio generale, sono stato cresciuto in un ambiente sano. Ero un bambino sereno. Mio padre Rodrigo e Filomena, mia nutrice e governante, invano hanno cercato di impartirmi educazione e rispetto per gli altri. Io rispetto solo chi lo merita e non mi curo poi tanto delle conseguenze. Atteggiamento accentuato da adulto. Vi hanno parlato della profonda antipatia che nutro per il re?

Che cosa vi ha spinto ad aiutare le persone più bisognose? È una sorta di capriccio oppure è un qualcosa che vi fa sentire utile alla comunità napoletana?
Direi senza ombra di dubbio che la seconda ipotesi sia quella corretta. Ho sempre sentito un forte senso di appartenenza verso il popolo napoletano. Mi piace stare con loro. Sin da bambino potevo essere me stesso, senza badare alle regole sociali imposte dalla nobiltà. Aiutare i più deboli, nella mia posizione, penso sia cosa di poco conto. Certo non spreco le mie giornate con ogni singolo abitante della città, altrimenti le risse non avrebbero mai fine tornerei a casa con altrettante ossa rotte.

Tutte noi fanciulle ci stiamo chiedendo come abbia fatto Bianca Di Albano a rubare il vostro cuore. Vi andrebbe di raccontarci il vostro primo incontro?
Oh, be’…. Le dinamiche del nostro incontro sono state davvero singolari. Bianca mi ha scambiato per… un bersaglio. Lei potrebbe dire che non andata esattamente così… ma ho sempre nutrito il sospetto che avesse scagliato quella freccia di proposito, per conoscermi. Probabilmente non saprò mai la verità. tuttavia la cicatrice che ho sulla stessa gamba citata poc'anzi sarà un ricordo indelebile. Ogni volta che sprono il mio cavallo a Capodimonte sorrido, ripensando a quella bellissima ragazzina vestita da uomo tenermi testa. Bianca mi ha spinto a cercare l’impensabile. Credo di non essere mai stato così stronzo e vendicativo con una donna in vita mia come con lei e per lei. Anche qualche uomo, a causa sua se l’è vista brutta.

Come definireste l'amore? Potete dire di aver incontrato la vostra anima gemella?
Non ho mai creduto all’amore nel senso stretto del termine. Esiste, indubbiamente. Adesso mi chiedete se ho trovato la mia anima gemella e non so cosa rispondervi. Posso però dirvi, gentilissima fanciulla, che sì… Bianca incarna tutto ciò che io non abbia mai voluto in una donna e, mio malgrado, non possa farne a meno.

Ringrazio infinitamente Federico Dalla Croce e la sua creatrice, Cristina Zavettieri per l'intervista e per aver avuto l'opportunità di prendere parte a questo meraviglioso Blog Tour!


giovedì 10 aprile 2014

BlogTour Eleinda - Una leggenda dal futuro: Seconda Tappa - Draghi del libro e leggende

Benvenuti Bookaholics alla seconda tappa del Blog Tour di Eleinda - Una leggenda dal futuro.
In questa tappa scopriremo insieme i draghi del libro e le leggende che ruotano attorno a queste creature fantastiche!



REGOLE PER PARTECIPARE AL GIVEAWAY FINALE

- Commentare ogni data del Blog Tour
- Essere follower dei Blog aderenti all'iniziativa
- Mettere il like alla pagina Eleinda su Facebook
Per ottenere punti extra, e quindi avere maggiori possibilità di vittoria, potrete anche:
- Condividere il blog tour sui vostri siti/blog/facebook/twitter
- Mettere il like sul sito di Eleinda

TAPPE DEL BLOG TOUR

1° TAPPA 3 APRILE su La Fenice Book: La realtà nella finzione (i luoghi di Eleinda e altre realtà)
2° TAPPA 10 APRILE su Atelier di una Lettrice Compulsiva: Draghi del libro e leggende
3° TAPPA 17 APRILE su Le mele del silenzio: Intervista all'autrice
4° TAPPA 24 APRILE su Peccati di penna: La soundtrack di Eleinda
5° TAPPA 1 MAGGIO su Mille e un libro: L'amore in tutte le sue forme (e se l'amato fosse un drago?)
6° TAPPA 8 MAGGIO su TrueFantasy: La recensione del libro
7° TAPPA 15 MAGGIO su Universi Incantati: TEST Quale personaggio di Eleinda sei? (conosciamo i protagonisti!)
8° TAPPA 22 MAGGIO su The Bookshelf: Chiusura del giveaway e premiazione.

Veniamo adesso alla seconda tappa!

La prima tappa del Blog Tour riguardava la parte "reale" del romanzo; oggi vediamo insieme la controparte "leggendaria"! Dovete sapere che da un certo momento in poi i nostri protagonisti, Eleonora e Indaco, seguono la pista delle leggende dei draghi del passato (non anticipiamo il perché), talvolta vivendole in prima persona, mentre altre volte sfociano in veri e propri incontri con questi draghi, che sotto forma di spirito abitano ancora i luoghi delle loro leggende. Siete pronti a fare un tuffo nel passato?


La leggenda di San Silvestro e il drago.
Estratto dal libro: "Agli inizi del IV secolo D. C., un feroce drago dall’alito velenoso viveva in una caverna ai piedi del colle Palatino, nel Foro Romano. A seguito di numerose morti, la popolazione convocò Papa Silvestro I confidando nelle stesse arti che in passato gli avevano consentito di sconfiggere un altro mostro, a Poggio Catino. Nella caverna, il pontefice — poi nominato Santo per via d’imprese come queste — immobilizzò la bestia con una preghiera, poi le legò la gola con un filo di lana tanto da farle perdere tutti i denti; poco dopo, la bestia perì. San Silvestro seppellì la creatura all’altezza del Tempio dei Castori..."
Alcune voci dicono che sia stato il segno della croce a immobilizzare la bocca del drago: trattandosi di leggende, alcuni dettagli possono sempre variare!


Il mito greco di Zeus e lo scontro con Tifone.
Estratto dal libro: "Quando gli dèi lo videro assalire l’Olimpo, fuggirono in Egitto, spaventati. Solo Zeus, il re degli dèi greci, ebbe il coraggio di affrontare la bestia scagliando fulmini
e brandendo la sua falce. Prima che potesse compiere l’attacco mortale, però, Tifone afferrò Zeus e gli strappò la falce di mano, poi gli recise i tendini, sigillandoli in una pelle d’orso che poi affidò alla dragonessa Delfine (metà serpente, metà ragazza). Zeus fu rinchiuso in una caverna, e a quel punto fu il figlio Ermes a intervenire: egli rubò la pelle d’orso a Delfine, accorse a liberare il padre, gli restituì i tendini e lo curò. Di nuovo in forze, Zeus risalì l’Olimpo con un carro di cavalli alati, quindi scagliò dei dardi contro Tifone e lo inseguì dalla Grecia al Mar Ionio, mentre il dragone, col suo fuoco, faceva bollire le acque e provocava maremoti. Lo scontro finale si ebbe nel Mar Mediterraneo, dove Zeus strappò un pezzo del fondale e lo gettò sul drago; nacque così la Sicilia."
Si dice che l'aspetto di Tifone sia metà serpente e metà uomo, da qui l'idea d'avvicinarlo all'immagine di un drago furente: in questo caso è stata l'autrice a modificare il dettaglio della leggenda. Tra l'altro, in Sicilia che c'è il vulcano dell'Etna, e alcune fonti sostengono che i draghi amano nuotare nel magma, anche se ciò potrebbe causarne l'eruzione...


Il mito egizio di Ra e Apopi.
Estratto dal libro: "Si crede che ogni volta che Ra, il dio sole, “tramonta”, entra negli inferi per combattere contro il drago degli abissi, il serpente cobra Apopi. Derivante dal Caos, Apopi poteva essere sconfitto da Ra ma diventava innocuo solo per alcuni istanti; in qualità di rivale di Ra, insieme rappresentano lo scontro ancestrale tra bene e male."
Anche in questo caso il serpente cobra diventa, per l'autrice, un drago a tutti gli effetti. L'estratto omette che il dio Ra si tramuta in un enorme gatto per affrontare Apopi, proprio come nella raffigurazione sovrastante, questo perché la lettura di Eleonora è interrotta da un'avvenimento inaspettato.


Il mito di Ercole e l'Idra di Lerna.
Estratto dal libro: "Secondo la mitologia greca, l’Idra di Lerna nacque da Tifone ed Echidna, come Cerbero, Ortro e Chimera. Fu uccisa da Ercole, ma non fu impresa facile; l’Idra è malvagia, peggio del più terribile dei draghi. [...] Se un normale drago nero uccide per istinto, un’idra può farlo per puro divertimento [...] l'idra non conosce pietà: ha molte teste, tanti occhi e tante bocche avvelenate; niente le può sfuggire."
E' risaputo che le teste dell'Idra si rigenerano, e nelle novelle greche si tratta di un mostro marino con nove teste, dove la centrale è immortale. Uccidere l'Idra era la seconda delle dodici fatiche di Ercole. E' anche una delle fatiche dei nostri eroi?


Il poema del Cavaliere Beowulf.
Estratto dal libro: "Si narrava di un drago che aveva sterminato un intero villaggio per vendicarsi del furto di una coppa d’oro, rubata da un uomo che si era intrufolato nella sua tana ricca di tesori. Fu il mitico re cavaliere Beowulf a occuparsi della creatura. [...]Dall’opuscolo che ho preso nella biblioteca cittadina di Stoccolma, sembra ci sia stato un incendio attorno al 1000 a.C. che sembrerebbe provare la vicenda."
In realtà questo è un poema epico inglese collocabile intorno alla metà del VIII secolo, ma Eleonora trova delle prove che non solo gli danno i connotati di una leggenda; riescono a farlo sembrare realmente accaduto!


La leggenda del mostro di Loch Ness.
Estratto dal libro: "il Loch Ness si trovava oltre i Monti Grampiani, subito dopo la piccola
catena dei Monti Monadhliath. D’improvviso, qualcosa attirò i sensi attenti del drago: c’erano diverse telecamere piazzate intorno al lago ed erano programmate per filmare 24 ore su 24; si voltò verso Eleonora per comunicarglielo. «Sono pronte a riprendere la creatura di questo lago,» spiegò la giovane, «anche se in tutti questi anni non ci sono ancora riusciti. Le testimonianze derivano da immagini amatoriali, dove tante sono false."
Questa è, probabilmente, la leggenda "sul mostro" più famosa; non a caso l'autrice ha scelto Nessie come drago marino molto importante ai fini della storia.


La leggenda del mostro del Lago Champlain.
Champ è l'equivalente americano di Nessie. Il suo nome deriva dal lago che abita, il quale si estende dallo stato di New York fino al Quebec. La creatura era citata nelle leggende degli indiani Irochesi, secoli prima che arrivassero gli europei. Anche nel caso di Champ ci sono stati vari avvistamenti, ma la foto migliore è quella del 1977 scattata da Sandra Mansi, resa pubblica solo nel 1980 per paura di non essere creduta.
Trattandosi di spoiler, in questo caso non pubblichiamo l'estratto del libro.


Il mito di Quetzalcóatl.
Estratto dal libro: "«Secondo gli Aztechi, il serpente piumato Quetzalcóatl — conosciuto
dai Maya come Kukulcán — aveva un rivale, Tezcatlipoca, detto anche “lo specchio fumante”; si trattava di dèi gemelli, uguali e opposti, che insieme avevano dato origine al Creato. Nella guida c’è anche un racconto che narra di come un tempo vi fosse solo il mare, mentre la Terra era occupata da un mostro chiamato Cipactli: “Per attirarlo, Tezcatlipoca usò il suo stesso piede come esca, così, mentre Cipactli era occupato a mangiarlo, Quetzalcóatl e Tezcatlipoca lo catturarono, poi distorsero il suo corpo e lo usarono per modellare la terra. In seguito crearono gli esseri umani.” C’è scritto anche che Quetzalcóatl non era solamente un dio, ma anche il re dei toltechi; nella storia messicana, infatti, molti sovrani adottarono il suo nome.»"
La figura di Quetzalcóatl non è sempre vista in modo positivo: se da una parte è conosciuto come l'inventore dei libri e del calendario, oltre ad aver donato il mais al genere umano, d'altra parte è simbolo di morte o resurrezione. Si dice che durante gli equinozi di primavera e d'autunno, sulla piramide Kukulcan a Chichén Itzà, al calar del sole, quest'ultimo disegni sui gradini una luce dalla forma serpentina...


Il mito cinese dei nove figli del drago.
Estratto dal libro: "«solo il più saggio tra i saggi può rispondervi, e questi è Suan Ni. [...] Non temete, vi dirò io dove trovarlo: è in Cina. Là ci sono nove draghi, tutti fratelli, e tra loro ce n’è uno che corrisponde alla mia descrizione. Fin dai tempi antichi, i draghi più buoni volano nei cieli orientali; sarà proprio uno di loro a dare un significato alla vostra missione.»"
La tradizione nasce con la dinastia Ming, dove le rappresentazioni dei nove figli del drago, ognuno con poteri e caratteristiche diverse, sono usati per proteggere gli uomini, quindi sono riportati su edifici o su oggetti. I nove figli sono: Bi Xi, il più anziano, normalmente si trova alla base dei pilastri; Chi Wen si trova sui tetti e protegge dagli spiriti maligni e dal fuoco, in quanto associato alla pioggia; Pu Lau è comunemente visto sulle campane; Un Bi è il simbolo dell'equità, quindi lo si vede nei tribunali e nelle carceri; Tao Tie è il simbolo del consumo, quindi è raffigurato sulle tavole in cucina; Baxia è il protettore delle inondazioni, di conseguenza è usato nei ponti; Ya Zi, in quanto rappresentante della battaglia è raffigurato sulle armi; Suan Ni, appassionato del fuoco e del fumo, lo si può vedere negli incensieri o sui troni buddisti; Qui Niu è, infine, associato alla musica.
L'autrice ha scelto Suan Ni poiché l'unico affiancato a Buddha. Avrete ormai intuito che Eleinda ha anche temi spirituali...





C'è un ultima "leggenda" trattata nel libro, ma essendo fortemente spoiler vi dovrete accontentare dell'immagine qui sopra!
L'ultima leggenda vi attende: una leggenda dal futuro!


a Rafflecopter giveaway





mercoledì 9 aprile 2014

Anteprima: Il segreto dell'Ordine di Monique Scisci

Buona sera Bookaholics! Eccomi qui con una nuovissima anteprima di un libro che non vedo l'ora di leggere!


Un segreto sepolto sotto le antiche pietre di un tempio, un amore sofferto e una verità che rischia di far crollare gli equilibri del tempo.
Per Aurora diventare vampiro è stato solo l'inizio.
Titolo: Il segreto dell’Ordine
Autrice: Monique Scisci
Editore: CIESSE Edizioni
Impostazione grafica e progetto copertina: © 2014 Elisabetta Baldan
Illustrazioni interne: © 2014 Livia De Simone
Genere: Urban Fantasy
Pagine: 400
Collana: GOLD
Mese/Anno di pubblicazione: Maggio 2014
Prezzo Libro: Euro 18,00
Prezzo eBook: Euro 6,00 (disponibile dal 08.04.2014)
Sinossi:
Aurora non è un comune vampiro, appartiene alla stirpe degli originari: più forti, più letali e meno inclini all’astinenza dal sangue umano. Per questo sono soggetti alla persecuzione dell’Ordine dei Vampiri, rischiano di compromettere l’equilibrio con la razza umana. Così, dopo essersi nascosta con Evan sull’isola di Avalon, Aurora schiacciata dall’impossibilità di vivere il loro amore, decide di scappare e rifugiarsi nel mirovanje, il letargo in cui i vampiri s’immergono per oltrepassare le epoche, ma qualcuno rovinerà i suoi piani. Un nuovo personaggio entrerà nella sua vita, il suo nome è Azad, vampiro originario dal passato sofferto che possiede la soluzione al suo dilemma e le rivela inquietanti verità su Evan.
Nel frattempo Evan, raggiunge Fernand, il padre di Aurora, che dopo la sua trasformazione ha portato Maya e Federico al sicuro. Mentre stanno pianificando una strategia per trovare la vampira, accade qualcosa e Evan è costretto a chiedere l’intervento dell’Ordine. I Jansen sono tornati, e vogliono vendicare la morte del figlio.
Aurora sarà costretta a tornare a Morgex per proteggere la sua famiglia e affrontare la verità su colui che credeva di amare.

Serie "L'ampolla scarlatta" :
1- L'ampolla scarlatta

2- Il segreto dell'ordine

+ 1 di prossima pubblicazione

Biografia:


Monique Scisci vive a Milano dove è nata e cresciuta.
Da sempre coltiva la passione per i viaggi, la musica, l’arte e soprattutto la scrittura, unico vero mezzo per esprimere e interpretare emozioni profonde. Si avvicina al genere fantasy sin da piccola maturando forte curiosità per il paranormal. Ha letto svariate volte ‘Dracula’ di Bram Stoker che considera la quintessenza del romanzo vampiresco.
Con CIESSE Edizioni ha pubblicato il romanzo urban fantasy “L’ampolla scarlatta” di cui “Il segreto dell’Ordine” è il suo naturale seguito.


Personalmente aspetterò maggio per prendere l'edizione cartacea così da mostrarla nella mia libreria!




giovedì 3 aprile 2014

Gli Speciali de La Regina degli Inferi di Chiara Cilli - #5: la Playlist della saga

Cliccando sull'immagine verrete ricondotti all'evento Facebook

Lo speciale di oggi è dedicato interamente alla Playlist della saga.
Quali brani hanno accompagnato l'autrice durante la stesura dei suoi romanzi?!

Scopriamola insieme!

EVANESCENCE



































WITHIN TEMPTATION



















THREE DAYS GRACE







ALTRE CANZONI











Anche per questa tappa è tutto! Appuntamento al prossimo lunedì per la sesta tappa degli speciali de La Regina degli Inferi!
Mi raccomando, per partecipare al Giveaway finale dovete commentare TUTTE le tappe!




Estrazione del Giveaway del Blog Tour di compleanno del blog Innamorata dei libri

Salve Bookaholics!
Il post di oggi è dedicato all'estrazione delle due vincitrici del giveaway indetto dal blog Innamorata dei libri!



1° TAPPA (10-16 MARZO 2014)
BLOG: Atelier di una Lettrice Compulsiva
Post introduttivo del blog tour e presentazione di Luce!
+
GIVEAWAY
Presentazione dei libri in palio con info e sinossi.
1° posto: 1 copia cartacea di “Caramelle e neve fresca” di Alice Cupini
2° posto: 1 e-book di “Caramelle e neve fresca” di Alice Cupini

AND THE WINNERS ARE...


Little Redbird che si aggiudica la copia cartacea del libro
laddy91 che si aggiudica la copia ebook

Complimenti ragazze!