Cerca nel Blog

mercoledì 18 giugno 2014

Seconda tappa del Blogtour "Accorgiti di Me" di Bridget Nellan - Introduzione del Blog Tour e Incipit



Il blogtour di Accorgiti di Me è come un piccolo puzzle, ciascuna delle sei date è un pezzo importante per comporre un meraviglioso quadro di cui tu sei il protagonista.
Segui tappa dopo tappa il percorso tortuoso, tra amore e lacrime, che ti porterà alla scoperta degli oscuri e misteriosi segreti che si celano nella vita di Diana e Seth, i due protagonisti.

IL GIVEAWAY

Inoltre, non perderti il fantastico giveaway finale, che permetterà a due fortunati lettori di vincere una copia cartacea del romanzo.
Partecipare è molto semplice:
- commentare ogni tappa
- diventare lettori fissi dei blog (Compreso l’ultimo).
Alla fine, con un'estrazione a sorte, verrà decretato il vincitore.

LE TAPPE



Nella prima tappa troverete il trailer del romanzo. Un minuto di video che vi introdurrà nel mondo di Accorgiti di Me.
Nella seconda tappa troverete l'incipit del romanzo, l'inizio di un avventura con un finale sorprendente.
Nella terza tappa troverete l'intervista a Diana, la protagonista femminile. Domande dirette metteranno a nudo i suoi pensieri.
Nella quarta tappa troverete l'intervista a Seth, il protagonista maschile. Riusciremo a comprende il suo lato oscuro?
Nella quinta tappa troverete un estratto piccante che alzerà notevolmente la vostra temperatura corporea.
Nella tappa finale, cioè la sesta, verranno annunciati i vincitori del giveway.


Accorgiti di Me
(Incipit)

Dominare i miei capelli era sempre stata un’impresa, ma quella mattina era ancora peggio. I miei rossi ricci non mi davano scampo, erano un unico nodo: cercai di sottometterli con il pettine, ma senza risultato. Mi girai di scatto, ormai stanca di portare avanti una battaglia persa in partenza, afferrai l’elastico viola e mi feci una coda bella stretta: in questo modo avrei mascherato alla perfezione il fatto che erano sporchi; fino a sera, quando finalmente avrei potuto lavarli.
Guardai l’orologio ed imprecai.
Ogni mattina arrivavo in ritardo ed era tutta colpa di quei dannati capelli che mi richiedevano puntualmente un sacco di tempo: prima o poi me l’avrebbero pagata.
Afferrai la borsa e presi le chiavi della macchina, feci più volte il giro della casa per ricontrollare di aver preso tutto. Non sarebbe stata di certo la prima volta se mi fossi dimenticata qualcosa.
Terminata l'ispezione, uscii di casa. Nemmeno il tempo di chiudere la porta e il mio cellulare iniziò a squillare.
Sbuffai iniziando a rovistare nella borsa: trovare qualcosa dentro là era impossibile, una caccia al tesoro resa infinita da un mucchio di roba inutile che occupava solo spazio. Mi ripromettevo sempre di fare un po' d'ordine, ma andava a finire che non lo facevo mai.
Doveva essere proprio la mia giornata fortunata perché in breve tempo riuscii a trovarlo.
Guardai lo schermo. Quattro lettere componevano il nome della persona che mi stava chiamando: Rose.
Lo portai vicino all’orecchio e subito me ne pentii, la voce squillante dall’altro capo mi stordì il timpano.
«Dimmi che non sei ancora nel letto!» esclamò la mia amica con fare minaccioso.
«No, sto andando alla macchina; a quest’ora sarei già lì se non avessi perso tempo per rispondere alla tua chiamata».
«Ah, adesso la colpa è mia se qui tutti gli studenti stanno entrando e tu sei ancora a casa?»
«Si!» le gridai sul punto di riattaccare.

Non so voi ma questo incipit mi ha stregato!





mercoledì 11 giugno 2014

Anteprima Vision di Angela C. Ryan

Buona sera Bookaholics e benvenuti a questa favolosa anteprima dedicata a un libro SELF che non vedo l'ora di poter leggere!



Vision
Angela C. Ryan
Serie: Star Heroes Chronicles
Copertina realizzata da: Elisabetta Baldan Digital Art
Prezzo: /
Data di pubblicazione: 3 luglio 2014
Sinossi:
Dopo aver scoperto di essere in grado di prevedere il futuro grazie al suo DNA ibrido, Abby Allen deve fare i conti con una delle peggiori visioni che le capita di avere: quella che le svela la morte di Kevan, l’alieno di cui è innamorata, il suo personale Superman, che a quanto pare sacrificherà la sua vita per salvare quella di lei. Sceglie quindi di stargli lontana, ma più lei si allontana, più Kevan le si avvicina, conscio ormai di non poter più fare a meno della “colorata” presenza di Abby. Riuscirà la ragazza a tenere fede ai suoi propositi, o le lusinghe dell’alieno avranno la meglio sulla sua volontà? Nel frattempo, la lotta contro i Niviuxiani, la razza aliena a cui appartiene Kevan, prosegue senza esclusione di colpi. Abby, Kevan, Dakota, compagna d’armi di Kevan, e Jay, l’Ibrido in grado di generare il fuoco, intraprendono un viaggio che dovrebbe portarli al sicuro. Ma le cose non andranno come previsto, perché si sa, il futuro riserva sempre delle sorprese. I ragazzi si ritroveranno al punto di partenza e l’incubo della cattura si abbatte di nuovo sulle loro vite. Abby e Kevan dovranno perciò incontrare il triste epilogo che è stato scritto per loro, o forse il futuro può essere ingannato? Dopo Hunted, primo libro della serie Star Heroes Chronicles, Vision svela e conclude le vicende che vedono protagonisti i due ragazzi, e ci dirà finalmente qual è il destino che li aspetta.

Vi lascio il link per l'acquisto del primo libro, Hunted! Dovete leggerlo, è favoloso!






martedì 10 giugno 2014

Recensione Il lamento di Euridice di Luana Semprini

Recensione di Diletta Brizzi


Il lamento di Euridice
Luana Semprini
Editore: Ute Libri
Pagine: 108
Prezzo: 2,49€
Sinossi:
L'estate della maturità è solitamente una delle più belle: lascia dei bei ricordi, si vive con spensieratezza, mentre nell'aria vibra quel senso di liberazione più che di libertà.
Ed è questa l'estate che Erika immagina di trascorrere con i suoi amici. Daniel è un ragazzo che da poco si è aggiunto alla compagnia, ma è simpatico e ha feeling con tutti; inoltre, è lui a mettere a disposizione la casa in campagna per le vacanze.
La villeggiatura inizia con una piccola gita all'antico cimitero sconsacrato, ma è lì che iniziano i guai. Erika sente una voce lamentosa che non la lascerà mai più. Da quel momento in poi il suo comportamento cambia allontanandola dalla sua migliore amica, Jane, e isolandola dal gruppo. Quella stessa notte, colta da un lampo di temerarietà, Erika decide di ritornare al cimitero, dove incontrerà Malco, un ragazzo strano e inquietante.
Anche Malco è tormentato da una voce, la voce del famoso cantore greco, Orfeo. E la voce che tormenta Erika è niente meno che la sposa perduta: Euridice. Per liberarsi, i due devono consentire alle anime degli amanti di ricongiungersi…




Recensione:

Questo breve romanzo di Luana Semprini mi ha piacevolmente colpita come del resto tutti i suoi romanzi.
Il lamento di Euridice si apre con un funerale, il funerale di Daniel, amico della protagonista Erika.
La storia procede poi a spiegare cosa è successo prima di questo tragico evento, prima che 5 amici potessero distaccarsi in maniera così drastica e prima che due migliori amiche diventassero estranee.
Subito dopo la maturità Erika va in vacanza insieme agli amici, nella casa di Daniel. Una sera però accade qualcosa: durante una visita al cimitero, Erika sente qualcosa.
Un lamento che solo lei può sentire. Ed è proprio in quella circostanza che Erika incontra Malco.
Il rapporto tra i due inizialmente non è dei migliori anzi. Erika ha paura di Malco. Lo trova fuori di casa che la spia, si avvicina a lei tramite l'amica. Col tempo però Erika capisce che Malco è l'unico in grado di capirla perché anche lui sente quel lamento. Anche lui è afflitto da quella maledizione: entrambi sentono rispettivamente la voce di Orfeo e Euridice, separati dalla morte è destinati a non rimanere più insieme.
Il romanzo procede con una specie di tira e molla tra i due, alcune amicizie si romperanno, fino ad arrivare a un tragico epilogo (la morte di Daniel), e un finale in un certo senso aperto, che lascia spazio all'immaginazione perché dopo tutto Orfeo ed Euridice saranno anche divisi dalla morte, ma non smetteranno mai e poi mai di cercarsi.
Ho trovato lo stile dell'autrice chiaro e fluido.
Benché si tratti di un romanzo breve, è riuscita a racchiudere in questo centinaio di pagine emozioni, sentimenti, tormento e uno dei miti greci che adoro.
Malco è un personaggio ambiguo e sembra che la sua "aura" misteriosa riesca a influenzare Erika nei suoi comportamenti e azioni (che sia in positivo o in negativo lascio decidere a voi).

VOTO


E MEZZO




Mini-Recensione di Tramutata di Morgan Rice

Recensione a cura di Diletta Brizzi


Tramutata
Morgan Rice
Serie: Appunti di un vampiro
Pagine: 139
Editore: Selfpublishing
Prezzo: 0,89€
Sinossi:
La diciottenne Caitlin Painesi trova sradicata dalla confortevole cittadina dove viva e costretta a frequentare una malavitosa scuola superiore di New York in seguito all’ennesimo trasferimento di sua madre. L’unico raggio di sole in questo nuovo contesto è Jonah, un compagno di classe che prova per lei un’immediata simpatia.
Ma prima che la loro storia possa sbocciare, Caitlin scopre che sta cambiando. Si trova pervasa da una forza sovrumana, da una particolare sensibilità alla luce, da uno strano desiderio di nutrirsi, da sentimenti che lei stessa non riesce a comprendere. Cerca delle risposte a ciò che le sta accadendo, e la sua nuova brama la conduce nel posto sbagliato nel momento sbagliato. I suoi occhi le svelano un mondo nascosto, che si trova proprio sotto i suoi piedi, insediato nei sotterranei di New York. Si trova intrappolata tra due covi pericolosi, proprio nel bel mezzo di una guerra tra vampiri.



Mini-Recensione:

Libro che fa parte della serie Appunti di vampiri. Inizialmente la narrazione procede un po' lenta ma nell'arco di qualche capitolo si entra nel vivo dell'azione.
Caitlin è soggetta ai continui malumori della madre, suo padre ha abbandonato la famiglia e l'unica persona alla quale tiene è il fratello e successivamente l'amico appena conosciuto.
Come dicevo si entra nel vivo dell'azione dopo qualche capitolo.
La ragazza in realtà è per metà umana e per metà vampira ma è anche la Prescelta che decreterà l'inizio di una guerra di proporzioni apocalittiche.
Il carattere di Caitlin rimane fedele a se stesso dall'inizio alla fine mentre il personaggio di Caleb ha qualcosa di estremamente misterioso e al contempo affascinante.
Una cosa che mi ha dato da pensare però è stata la troppa facilità con cui la protagonista si innamora perdutamente dell'antico vampiro che l'ha salvata, forse però questo verrà spiegato nei libri a seguire.
Per il resto lo trovo un buon inizio per una saga tutta da scoprire.

VOTO


E MEZZO




lunedì 9 giugno 2014

Blog tour Per tutto il tempo che ci resta di Valentina Bazzani: SESTA TAPPA

Benvenuti Bookaholics alla sesta tappa del Blog Tour per il romanzo Per tutto il tempo che ci resta di Valentina Bazzani!


Per tutto il tempo che ci resta
Valentina Bazzani
Editore: Amazon
Pagine: 151 pp
Prezzo: 1,99€
Sinossi:
Hamelin, capelli biondo ramati e occhi azzurri, vive con il padre e i due fratelli in un mondo dove la brulla terra e le svettanti rovine di antichi grattacieli sono oppresse da un onnipresente cielo infuocato. È un mondo parallelo al nostro, un pianeta morente le cui risorse sono ormai da tempo esaurite. Un giorno, dinanzi alla tomba della madre morta molti anni prima, il ragazzo viene avvolto all'improvviso da un'intensa luce.
Sam è una ragazza di Los Angeles, che condivide l'appartamento con la sua migliore amica, Ellen, e lavora in una biblioteca. Una sera d'autunno, mentre attende l'autobus, ode un forte tuono e viene abbagliata da un lampo. Come per magia un ragazzo è comparso in mezzo alla strada, confuso e spaesato. Chi sarà mai questo ragazzo, e come ha fatto ad arrivare li? Una storia d'amore che vi farà riflettere sul vero significato dell'espressione colpo di fulmine. Per tutto il tempo che ci resta è la storia di due persone che non si sarebbero mai dovute incontrare ma le cui vite si intrecciano per uno strano scherzo del destino, e se quest'ultimo decidesse di rimediare al proprio errore?



In questa tappa intervisterò l'autrice, quindi accomodatevi nel mio salottino letterario!



Ciao Valentina benvenuta nell'Atelier di una Lettrice Compulsiva! A che età hai cominciato a scrivere?
Sinceramente non mi ricordo, penso da quando ho imparato a scrivere e ho cominciato ad ideare storie, quindi intono ai 7-8 anni. I miei primi tentativi furono su un quadernetto dalle pagine profumate color lavanda.

Quando hai deciso di scrivere Per tutto i tempo che ci resta? E perché? Quale è il messaggio che vuoi trasmettere attraverso il tuo romanzo?
Dopo il mio primo romanzo “Guardati con i miei occhi”, avevo deciso di scrivere una storia nuova, frutto delle letture che amo e delle mie idee. Il messaggio che voglio trasmettere è che bisogna vivere le proprie emozioni fino in fondo, anche se ci costa caro, è l’unico modo per essere felici, ovvero senza rimpianti.

A quale personaggio ti sei affezionata di più?
A Sam, perché mi assomiglia molto caratterialmente, anche se Hamlin ha un posto particolare nel mio cuore, e Ellen è la ventata di allegria che ognuno di noi dovrebbe avere nella propria vita. Tutti i miei personaggi fanno parte di me ,ma non sono me.

Come stato il tuo iter, il tuo percorso durante il periodo della ricerca di un editore?
Il mio iter è stato a dir poco tumultuoso. Cercare un editore è molto difficile e può essere paragonato ad una caccia in cui tu spesso sei la preda perché non tutti gli editori sono onesti. Purtroppo sono partita con il piede sbagliato con una casa editrice pessima e per questo ho deciso di pubblicare questo libro con un'altra casa della mia zona, “rupe mutevole”. Sono stata molto fortunata per quanto riguarda il mio terzo libro, “L’amore non si nega a nessuno”, perché ho conosciuto la butterfly edizioni e la sua direttrice editoriale, Argeta Brozi, che si è presa cura del mio libro e mi ha aiutata a pubblicare un lavoro di qualità, come è nel suo stile. Voglio sottolineare che i veri editori, come Argeta, si occupano dei libri che selezionano a 360°, rispettando le promesse e impegnandosi nella promozione, solo questi sono gli editori con cui vale la pena lavorare.

Che cosa è per te la scrittura? E la lettura?
Per me la scrittura è vita, è tutto ciò che sono, una parte fondamentale di me senza la cui non potrei esistere. E la lettura è la mia fonte d’ ispirazione oltre che il mio passatempo preferito. Io amo i libri, sia scriverli che leggerli, sono il mio mondo.

Quale genere prediligi nell'ambito della lettura? Hai un romanzo che continueresti a leggere ancora e ancora?
Il mio genere preferito è il romance, anche se vario molto fra paranormal romance, fantasy urban fantasy e qualunque cosa mi attiri. Non amo fare distinzione di genere, leggo di tutto tranne i gialli. Il libro che non mi stancherei mai di leggere è “dove finisce il fiume” ,di Charles Martin, ma altri mi hanno toccato il cuore come “colpa delle stelle ”e “io prima di te.

Quale consiglio daresti agli aspiranti scrittori?
Non scrivete tanto per scrivere, non dovete pubblicare la prima cosa che vi passa per la testa, così come hobby. Pubblicare un libro non dev’essere uno sfizio che uno si toglie, ma il coronamento di un sogno e il risultato di un duro lavoro. Pubblicate se siete convinti che questa sia la vostra strada e metteteci tutta la cura possibile perché un libro è la traccia che lasciate di voi.
Questo non vuol dire che molti libri autopubblicati non siano validi, io compro spesso su amazon e alcuni mi hanno davvero appassionata, come Hunted, di Angela C. Ryan( di cui aspetto con ansia il seguito, Vision) ma oggi grazie a youcanprint, amazon e kobo, si pubblica veramente di tutto e la qualità tende a scendere.





"Blog Tour di "Il Giardino degli Aranci - Il Mondo di Nebbia" di Ilaria Pasqua, con Giveaway! QUARTA TAPPA

“Si possono cancellare i ricordi, forse, ma ciò che abbiamo vissuto ritorna sempre a tormentarci, in una forma o nell’altra”

TITOLO: "Il Giardino degli Aranci - Il Mondo di Nebbia"
AUTRICE: Ilaria Pasqua
GENERE: Distopico/Urban Fantasy
PAGINE: 292
PREZZO: 1.99€
FORMATO: Ebook (epub, pdf, mobi)
EDITORE: Nativi Digitali Edizioni
DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 Maggio 2014
TRAMA:
Il Mondo di Nebbia, dove Aria e il fidato amico Henry vivono e frequentano un liceo come tanti altri ragazzi, nasconde dei segreti inquietanti, come incubi che prendono forma e sono in qualche modo collegati ai Cinque Sacerdoti, misteriosi individui che controllano la città.
Aria non è però una ragazza come tutte le altre: in quel mondo ha la sensazione di "girare a vuoto", e dentro di sé sospetta che dietro ai suoi incubi ci siano verità dimenticate... sarà l'incontro con Will, che come lei sembra frustrato e insoddisfatto da quella realtà, a rivelarle che tutto quello in cui credeva prima è nient'altro che un'illusione. Qual è la verità dietro quel mondo? Chi sono i Cinque? E in che modo Aria ha il potere di cambiare tutto?
"Il mondo di nebbia", ora con un nuovo editing, è la prima parte della trilogia fantasy-distopica "Il Giardino degli Aranci". Ilaria Pasqua ci guida in un mondo ricco di misteri, una realtà che sembra annullare i ricordi dolorosi, ma che nasconde molte ombre. Sarà la strana brigata di Aria, Will ed Henry, unita da una forte amicizia (ma non solo) a squarciare i veli della nebbia?


QUARTA TAPPA DEL BLOG TOUR

Sotto le cupole trasparenti e le loro capsule, lunghi tubi correvano verso la stessa direzione: la città energetica. Uno stratificato laboratorio mascherato agli occhi dei cittadini, che non ne conoscevano la reale funzione.
La grande zona energetica era a tutti gli effetti una piccola città circondata da alte recinzioni e ben sorvegliata, annessa a quella più grande, dove il resto dei cittadini viveva. Era ai margini ma non distanziata, nonostante le recinzioni la facessero sembrare un’isola separata, era parte integrante del luogo. Al centro s’innalzava un edificio che tutti sapevano essere il centro di controllo dei Cinque. Era, infatti, dalla balconata posta in cima che i Cinque si facevano vedere per parlare ai cittadini. Nessuno sapeva niente di loro, eppure alla gente non interessava, perché essi permettevano la loro sopravvivenza pacifica. Quel sereno fluire senza angosce.
L’edificio centrale era sormontato da una cupola scura, il cui interno era invisibile dall’esterno.
“Mmm, oggi grande raccolta” disse uno dei Cinque Sacerdoti dal suo trono di legno intarsiato.
“Sì” rispose quello più vicino.
I Cinque Sacerdoti erano seduti comodamente su cinque differenti troni e si stavano nutrendo dell’energia che vorticava nella cupola, come facevano ogni mattina. Le scintille e i lampi di luce apparivano come la promessa di un temporale. In quei momenti i Cinque erano sempre da soli. Nessun essere umano normale avrebbe potuto sopportare una scarica elettrica tanto forte.
Dopo pochi minuti la grande energia si disperse, lasciando l’aria libera di circolare.
“Ne vorrei ancora” disse il Primo Sacerdote lasciando il suo trono. Il mantello rosso strusciò a terra, seguendo i suoi passi lenti e calibrati.
“Potremmo averne, se riuscissimo a risolvere quella questione” disse il Secondo Sacerdote seguendo l’altro. Il suo passo era calmo eppure nervoso, strattonò il mantello blu per aggiungere un effetto alle sue parole.
Il Terzo sembrava riflettere. “Andiamo a vedere”. Si diresse subito verso l’uscita, il suo mantello era giallo come il sole e le sue movenze più accentuate.
“Sì, andiamo” intervenne il Quarto dal mantello verde.
Il Primo rimase fermo di fronte a una strana costruzione, attaccata alla parete più nascosta, in una stanza attigua che sembrava sovrastare quella in cui si ritiravano a riflettere. Un ampio tubo di circa sette centimetri correva a spirale sulla parete terminando il suo percorso in una piccola sfera trasparente. All’interno del lungo tubo un liquido rosso, grumoso e scuro, lo percorreva dall’estremità, riempiendone il volume per meno di un quarto.
Il Quinto Sacerdote era l’unico rimasto dietro di lui. “Abbiamo tempo ancora. Abbiamo tempo”.
L’ansioso Sacerdote sussurrò: “Tempo che non è infinito. Non per questo”. Poi superò la soglia.
Il Quinto non aggiunse altro, seguì tutti in silenzio. Il suo mantello nero fu l’ultimo a uscire dalla porta.

I Cinque percorsero i corridoi sgombri e salirono sull’ascensore interno, che separava la loro zona da quella dei laboratori, posti negli edifici circostanti.
L’impianto scese per sei piani, poi si spostò a destra attraverso un tunnel vetrato, per terminare la sua corsa proprio al centro del primo laboratorio.
Una moltitudine di uomini in camice si trovava in un’ampia sala dai muri oscurati. Nei dodici edifici della città lavoravano in segreto allo scopo di trasformare gli incubi in energia, credendo che servisse, come gli era stato detto dai Cinque, a rifornire la città. Senza neanche immaginarlo, questi uomini erano parte di un progetto ancora più importante, un progetto segreto su cui solo i Cinque avevano il completo controllo.
Nessuno degli uomini impiegati nei laboratori sapeva che l’energia in cui traducevano i loro incubi, quelli di familiari, amici e sconosciuti, non serviva ad altro che a donare potere ai Cinque, permettendo di mantenere vivi non solo loro stessi ma l’intera realtà, mentre i cittadini che spremevano non erano a conoscenza neanche di quello che gli impiegati sapevano. Infatti, credevano che gli incubi venissero disintegrati una volta abbandonati ai punti di raccolta. Non avrebbero mai potuto immaginare, né ci avrebbero creduto se qualcuno glielo avesse rivelato, che i loro sogni notturni, oltre a tenerli prigionieri in quella città, alimentavano il dominio e permettevano la sopravvivenza dei Cinque. Le persone non potevano sapere neanche che fossero al centro di un inquietante progetto che i Sacerdoti tenevano nascosto.
Da una parte, ciò che i Cinque avevano detto ai loro impiegati era la verità: l’energia alimentava la città, la teneva in piedi, ma attraverso di loro. L’energia veniva assimilata dai Cinque e automaticamente quel mondo veniva ricaricato, confermando un altro giorno.
L’ascensore da cui i Cinque erano usciti era circondato da un ampio spazio quadrato non occupato, che fungeva da atrio. A circa sei metri di distanza, proprio di fronte a loro, era posto un ingresso che dava direttamente sul primo laboratorio, quello del piano terra, predisposto, come gli altri piani, a smistare gli incubi. Lì venivano studiati quelli sospetti e quindi utili, e quelli inutili che potevano essere tramutati in semplice energia. Di quest’ultima parte si occupavano gli altri edifici.
Il piano terra di quell’edificio era la zona centrale, quella che coordinava le altre.
Gli uomini guardarono a destra e a sinistra le alte pareti bianche, poi verso la donna che sedeva alla scrivania e che controllava gli ingressi. Schizzò in piedi e sparì dietro le porte scorrevoli alle sue spalle.

Ti è piaciuto? Scopri di più sul sito di Nativi Digitali Edizioni

Rimani aggiornato sulle prossime tappe del BlogTour partecipando all'evento su Facebook!

COME PARTECIPARE AL GIVEAWAY

Per vincere una copia in formato epub e pdf di "Il Giardino degli Aranci - Il Mondo di Nebbia" è sufficiente partecipare al Giveaway su Rafflecopter.

Regole del giveaway: è possibile partecipare dal 02/06 al 08/06
In base agli "obiettivi" che completate vi verranno assegnati dei "punti", ognuno dei quali aumenta le probabilità di estrazione
Obiettivi da completare:

- Mettere mi piace alla pagina facebook di Nativi Digitali: 2 punti (obbligatorio)
- Mettere mi piace alla pagina facebook del blog ospitante: 2 punti (obbligatorio)
- - Mettere mi piace alla pagina facebook dell'autrice Ilaria Pasqua: 2 punti (non obbl.)
- Tweet personalizzato: 2 punti (non obbl.)

Il giorno successivo allo scadere del Giveaway,
Nativi Digitali Edizioni contatterà il vincitore sul contatto email o al profilo facebook che avete inserito per partecipare!
In bocca al lupo!


Data
N. Tappa
Blog ospitante
19-25 maggio
Prima
26-01 giugno
Seconda
02-08 giugno
Terza
09-15 giugno
Quarta
Tappa attuale
16-22 giugno
Quinta
23-29 giugno
Sesta
30-06 luglio
Settima
07-13 luglio
Ottava
14-20 luglio
Nona
21-27 luglio
Decima



domenica 8 giugno 2014

Mini-recensione L'Equilibrio di Evelyn Levine

Recensione a cura di Diletta Brizzi

Buona sera Bookaholics! Direi che l'estate sta arrivando! Ho un caldo ç_ç
Oggi vi propongo la recensione di un libro che ho divorato di un'autrice emergente italiana!


L'Equilibrio
di Evelyn Levine
Pagine: 277
Editore: Selfpublished
Prezzo: 2,98€
Data di uscita: 11 dicembre 2013
Sinossi:
Una baia tranquilla. Sophie, giovane velista francese, riceve sulla sua barca la visita attesa di un gruppo piuttosto eterogeneo di stranieri che lei non ha mai incontrato prima ma che già, in qualche modo, conosce. Ian, il "lupo bianco", l'amico Julian, e i due vampiri Yanez e Amaltea. Sophie infatti è molto di più di ciò che sembra, e il compito dei suoi nuovi amici è di portarla molto lontano, in Canada. Qui, dovrà condurre alla battaglia i lupi bianchi riunitisi da mezzo mondo sotto l'egida di Jerome Campbell, per fronteggiare l'attacco sferrato dalla razza cugina ma antagonista, i lupi neri: mentre i primi hanno cercato di dimenticare e prendere il meglio dalla sofferenza, i secondi hanno tramato nell'ombra e deciso di riaccendere una faida vecchia di cinquant'anni, riunendosi da più punti del pianeta per scagliarsi contro lo storico avversario che vive in simbiosi con gli umani. E non saranno soli: due clan di vampiri, uno avverso all'altro, appoggeranno i licantropi: Arno Mikkelsen ed i suoi familiari combatteranno al fianco dei lupi albini, mentre sarà il sinistro Claude con il suo seguito ad unirsi alla fazione dei neri per chiudere un vecchio conto in sospeso proprio con Sophie e la sua famiglia. La preparazione per lo scontro finale è lunga e sarà anche l'occasione per svelare eventi del passato e legami importanti per il futuro dell'Essere venuto per riportare l'Equilibrio...
Una storia corale, un racconto fantasy ma dall'atmosfera contemporanea.



Mini-recensione:

I personaggi sono ben caratterizzati e si distinguono tra di loro in base alla "razza".
Nel romanzo sono presenti i lupi bianchi (i buoni per così dire) e i lupi neri (gli antagonisti) ma non solo, troviamo infatti anche vampiri anche questi suddivisi in fazioni.
Sophie tuttavia rimane il personaggio intorno al quale ruota tutto il romanzo, un personaggio che è riuscito a colpirmi.
Nonostante si tratti di un fantasy il libro è ambientato in epoca moderna (i personaggi devono condurre Sophie in Canada) anche se ci sono alcune regressioni nel passato (anni 70).
L'autrice è riuscita a rendere il romanzo fluido e semplice da capire anche grazie al glossario che è stato compilato e aggiunto alla fine. Le descrizioni sono ben dettagliate e al contempo lasciano spazio a riflessioni da parte dei personaggi, in modo tale da riuscire a capire meglio la loro interiorità.
Nel romanzo si affrontano vari aspetti: la guerra tra le due fazioni, i lupi bianchi e i lupi neri, l'introspezione dei vari personaggi presenti e i loro sentimenti.
Questi ultimi sono delineati anche grazie a una sorta di "playlist" creata dall'autrice stessa all'inizio di ogni capitolo. Devo dire che l'ho davvero apprezzata.
Per concludere il romanzo di Evelyn Levine merita davvero di essere letto e spicca in un panorama letterario in cui la maggior parte dei libri sono cose "già viste".
Complimenti Evelyn!

VOTO





sabato 7 giugno 2014

Anteprima "Colliding Storms" di Chiara Cilli

Buona sera Bookaholics, eccomi qui con una nuovissima anteprima di un libro in uscita lunedì 9 giugno, ultimo libro della trilogia erotica di Chiara Cilli!


Titolo: Colliding Storms
Serie: The MSA Trilogy #3
Autrice: Chiara Cilli
Editore: Selfpublishing
Pagine: 478
Prezzo ebook: 4,99€ (in promozione a 1,99€ per tutto il mese di giugno)
Prezzo cartaceo: da stabilire
Data di pubblicazione: 9 giugno 2014
Sinossi:
Dopo aver lasciato la MSA, Cristina Cabrisi ha iniziato una nuova vita con Stefano Diamanti, abbandonando i panni del rubino di sangue e il potere che la predatrice in lei bramava. Ora ha tutto ciò che potrebbe desiderare: è diventata una scrittrice di successo e ha l’amore e la fiducia incondizionati di Stefano. Finché colui che possiede la sua anima non torna a tormentarla. Ormai in balìa delle tenebre che cova dentro, Matt Staton non è più l’uomo di cui si è innamorata, ma una bomba a orologeria pronta a farsi esplodere. Cris è l’unica in grado si salvarlo da se stesso, consapevole che non appena verrà sfiorata dalla sua seducente oscurità sarà la fine. Perché quando l’attrazione è alimentata da un amore così malsano e impetuoso, anche uno sguardo troppo intenso ha la capacità di distruggere… Odio chiama odio. La violenza della passione è pronta a bruciarli vivi. E’ il momento di perdere ogni controllo e combattere. Proteggi il tuo cuore. Mostra la tua anima. L’amore non può sopravvivere.


Booktrailer



I primi due libri della trilogia:






L'autrice
Nata il 24 Gennaio 1991, Chiara Cilli vive a Pescara. I generi di cui scrive spaziano dal fantasy all'urban fantasy, dal paranormale all'erotico e al dark romance. Ama le storie d'amore intense e tragiche, con personaggi oscuri, deviati e complicati.




domenica 1 giugno 2014

Asian Style #2: mini-recensione sul primo volume di Teen Bride di Kanan Minami

Buon pomeriggio Bookaholics!


Rubrica ideata da questo blog (se prendete citate)  in cui verranno presentati e recensiti manga, anime, live action e drama che attirano particolarmente la nostra attenzione!

Oggi vi parlerò del primo volume di Teen Bride di Kanan Minami.


Titolo Originale: Miseinen Dakedo Kodomo Janai
Titolo Inglese: That is not a child but a minor
Storia: Minami Kanan
Disegni: Minami Kanan
Edit. Originale: Shogakukan
Tipologia: Shoujo
Genere: Scolastico, Sentimentale
Anno: 2012
Vol. originali: 4 (in corso)
Disponibilità: Star Comics
Trama:
Il manga segue la vita di Oriyama Karin, una liceale ricca e viziata. la principessina al compimento dei suoi 16 anni viene spinta dai genitori a sposare il bel capitano diciottenne della squadra di calcio del liceo nonché idolo delle ragazze, per via di una promessa fatta con i genitori di lui. Karin all'inizio è riottosa ma poi cede al fascino del giovane ed accetta, pensando che per loro tanto sarà tutto facile visto che sono ricchi ma, sorpresa, il nido che i loro genitori hanno preparato è la catapecchia da cui sono partiti per fare fortuna, e come se non bastasse vivere nel tugurio, il matrimonio deve restare un segreto...

Mini-Recensione a cura di Diletta Brizzi

Anteprima Flamefrost - Due cuori in gioco di Virginia Rainbow

Buona sera Bookaholics! Come state? Spero bene! Io in questi giorni sono malata -.-" l'influenza mi ha steso!
Oggi sono qui a proporvi un'anteprima davvero molto interessante!


Titolo: Flamefrost - Due cuori in gioco
Autrice: Virginia Rainbow
Pagine: 356
Prezzo: 16,90€
Sinossi:
Gli abitanti del pianeta Luxor, guidati dal re Thor sono scampati alla distruzione del loro mondo e vagano nello spazio alla ricerca di una nuova terra. I principi alieni Nardos e Gered vengono incaricati di compiere una missione misteriosa sul pianeta Terra.
È in questo contesto che si inserisce il rapporto particolare tra Gered e una ragazza terrestre, Sarah, che abita in un paesino delle montagne valdostane. Gered cerca di avvicinarla in tutti i modi, usando i poteri straordinari di cui dispone, ma lei rifiuta qualsiasi tipo di relazione, nonostante si senta molto attratta da lui.
Un mistero aleggia su tutta la storia e verso la fine cominciano a scoprirsi alcuni tasselli. In cosa consiste la missione dei principi? Chi sono le “soggiogate”?
In un intreccio via via più articolato, si delinea la delicata psicologia dei personaggi, che si cercano e si respingono, si incontrano e si allontanano, mentre la società aliena, che fa da sfondo alla storia, prende sempre più piede con le sue regole e i suoi riti peculiari.
Un mix di contrasti, dolcezza, passione e mistero, che tiene incollato il lettore alla pagina riga dopo riga in un ritmo intenso e coinvolgente.

Pagina Facebook del libro
Profilo autrice

LINK PER L'ACQUISTO



L'Autrice:
Virginia Rainbow è un’autrice che scrive fin da bambina, creando storie piene di immaginazione e sentimento. Ora passa il suo tempo tra il lavoro e la sua passione per la scrittura. Adora leggere, fare passeggiate in montagna e guardare i cartoni della Walt Disney. Il suo romanzo di esordio è “The black mask”.

Non so voi ma mi ispira tantissimo!