Cerca nel Blog

sabato 23 maggio 2015

Blog Tour Alice from Wonderland di Alessia Coppola: tredicesima tappa Un tè con Alessia. Intervista all'autrice

Buon pomeriggio Bookaholics e benvenuti alla tredicesima tappa del blog tour dedicato al romanzo di Alessia Coppola, Alice from Wonderland, edito dalla Dunwich Edizioni.
Non ho ancora letto il libro ma spero di farlo al più presto!



LE TAPPE

1) Segnalazione con estratto - mercoledì 29 aprile;

2) Personaggi principali - venerdì 1 maggio;

3) Struttura dei capitoli - domenica 3 maggio;

4) Chi e cosa ha ispirato il romanzo - martedì 5 maggio;

5) Camei. Alla scoperta degli ospiti d'eccezione di "Alice from Wonderland" - giovedì 7 maggio; http://emozionidiunamusa.blogspot.it/

6) Ambientazioni - sabato 9 maggio;

7) Conosciamo Algar - lunedì 11 maggio;

8) Perché Nikola Tesla? - mercoledì 13 maggio;

9) Le due "Alice" a confronto - venerdì 16 maggio;

10) La magia in Alice - domenica 17 maggio;

11) Intervista all'autrice - martedì 19 maggio;

12) Recensione dell'opera - giovedì 21 maggio;

13) Un tè con Alessia. Intervista all'autrice - sabato 23 maggio;

14) Svelata la colonna sonora del booktrailer - lunedì 25 maggio. Intervista alla cantante Alyce; http://elisaswonderlandofbooks.blogspot.it/

15) Lancio del booktrailer - mercoledì 27 maggio;

16) Chi è in realtà il Cappellaio? Intervista al volto di Edmund - venerdì 29 maggio;

17) Estrazione del vincitore del blogtour che si aggiudicherà una copia autografata di "Alice from Wonderland" e intervista alla Dunwich Edizioni - lunedì 1 giugno.

PER PARTECIPARE AL GIVEAWAY FINALE:

- Condividere i post delle tappe sui propri social e commentarli;
- Iscriversi ai blog ospitanti e a quello dell'autrice Anima d'inchiostro - http://erelneah.blogspot.it/
-Iscriversi al gruppo di facebook "Alice from Wonderland" https://www.facebook.com/groups/AlicefromWonderland/
- Spuntare un like sulla pagina dell'autrice (https://www.facebook.com/alessiacoppla)
e del blog ospitante.

TREDICESIMA TAPPA
Un Tè con Alessia




Ciao Alessia e benvenuta nel salottino da tè di Atelier di una Lettrice Compulsiva.
Ciao Diletta, grazie mille per avermi ospitato qui.

Come è iniziato il tuo percorso da scribacchina?
Credo che sia iniziato dal momento in cui sono venuta al mondo. Mi sono sentita cullata e condotta dalla scrittura, dal primo istante in cui ho impugnato una penna in mano. Ho iniziato a scrivere i primi pensieri a sei anni e, credo che la scrittura sia stata una sorta di "chiamata", di vocazione. Di modo d'essere.

Quando hai iniziato a scrivere Alice in Wonderland e come è stato il suo percorso editoriale?
Ho iniziato a scrivere Alice agli inizi di dicembre. Era appena uscito Rebirth e programmavamo con il mio editore, di dare alla luce una nuova creatura di inchiostro. Ho consegnato il manoscritto il 13 febbraio. Ricordo distintamente la data. La stesura di Alice è stata spontanea, posso dire che il romanzo si sia scritto da sé. Era Alice a narrarmi la sua avventura.

Ti andrebbe di parlarci della tua Alice?
Parlarvi della mia Alice è un po' come parlarvi di me. Alice ha l'aria trasognata, è curiosa, malinconica. È innamorata, visionaria, folle.
La mia Alice è diversa da quella di Carroll, è un'adolescente che prende in mano la propria vita e con coraggio compie una scelta.

Se tu potessi associare i personaggi di questo romanzo a bevande, quali sarebbero e perché?
Aah, domanda curiosa. Dunque, ad Alice assocerei un tè alla vaniglia. Al Cappellaio, una spremuta di frutti di bosco. Al Brucaliffo, un tè nero. Al Bianconiglio, un frullato di carote e allo Stregatto...uhm, latte e menta?

Oltre a essere una bravissima scrittrice, sei anche una grafica. Questa passione è nata in contemporanea con la scrittura?
Prima della grafica c'era l'illustrazione e ancor prima la pittura. Posso dire che disegno e scrittura si siano sviluppate contemporaneamente, in maniera del tutto spontanea. E devo un grazie a mia madre, per aver capito le mie propensioni e avermi regalato libri e colori, quando non avevo nemmeno cinque anni.

Cosa è per te la scrittura? E la lettura?
Qui si apre un mondo di infinite possibilità. La scrittura per me è tutto. E in questo tutto sono compresi il dolore, il sacrificio, la solitudine, la ricerca, la pazienza, l'amore, la felicità e tanto altro. Scrivo per esistere ed esisto perché scrivo. La scrittura e la lettura mi hanno formato e plasmato, rendendomi ciò che sono ora. Sono grata alle parole e alla loro bellezza folgorante. Ho vissuto in tanti luoghi, sono stata tante persone, sono stata assolutamente libera. Questo, perché ho letto e ho scritto. La scrittura e la lettura sono proprio questo: sconfinata libertà.

Quali sono i tuoi progetti futuri?
Tanti, tantissimi. Forse anche troppi. Posso solo anticipare che scriverò fino a quando non sarò fiera di me stessa e mi sentirò l'autrice che voglio leggere.



3 commenti:

  1. Intervista interessante!! mi piace il modo in cui Alessia ha descritto Alice!

    RispondiElimina
  2. E' bello leggere di qualcuno con la vocazione per la scrittura, è emozionante! :)

    RispondiElimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)