Cerca nel Blog

martedì 22 dicembre 2015

Asian Style #9: recensione Yoshiwara Hana Oboro di Sawaki Otonaka


Rubrica ideata da questo blog (se prendete citate)  in cui verranno presentati e recensiti manga, anime, live action e drama che attirano particolarmente la nostra attenzione!



Titolo Originale: Yoshiwara Hana Oboro
Titolo Inglese: Yoshiwara Hana Oboro
Storia: Sawaki Otonaka
Disegni: Sawaki Otonaka
Edit. Originale: Kadokawa Shoten
Tipologia: Shoujo
Genere: Storico, Sentimentale
Anno: 2011
Vol. originali: 3 (completato)
Inedito in Italia
Trama:
Hana è un'ordinaria studentessa, questo fino a quando non viene investita da un auto... Improvvisamente si ritrova in uno strano posto, nel Distretto a luci rosse del periodo Edo. La protagonista, cercando un modo per ritornare nel proprio tempo, viene scambiata per una prostituta ed è costretta a fuggire. Viene salvata inaspettatamente da un gentiluomo, ma finisce improvvisamente in una casa di geishe per poi essere comprata dallo stesso ragazzo che l'aveva aiutata.

RECENSIONE


Hana pensa di essere un'ordinaria studentessa come tutte le altre ma si sbaglia: quando sta per essere investita da una macchina, si trova catapultata in un distretto a luci rosse della sua città. Unica differenza?! Si tratta del periodo Edo!
Per colpa della sua uniforme viene scambiata per una donna poco raccomandabile ma viene salvata da un giovane uomo, Rennosuke. Da quel momento per Hana ha inizio un'avventura che la avvicinerà al mondo delle geishe, alla verità sulla madre di cui si ricorda solo la voce e irrimediabilmente finirà in situazioni molto equivoche con Ren.
Sawaki Otonaka in soli tre volumi è riuscita a colpirmi talmente tanto con la storia da arrivare alla fine e volerne ancora.
Non mi volevo staccare dalla lettura né da quei personaggi.
Durante la narrazione il personaggio di Hana cresce notevolmente, acquisendo una maggiore consapevolezza di sé, di ciò che è capace di fare e dei suoi sentimenti.
D'altro canto abbiamo Rennosuke, apparentemente legato a una donna che ha molto in comune con Hana, eppure solo con quest'ultima ha un forte senso di protezione.
C'è stata più di una scena che mi ha fatto battere il cuore: Ren stuzzica Hana, la provoca coi suoi atteggiamenti, battibeccano, la difende e in certe occasioni flirta con lei.
Se questo non è l'inizio di un amore allora ditemi cosa è.
Altro punto a favore per questa serie?! L'ambientazione.
Penso che il periodo Edo (XVI e XVII secolo) sia il mio preferito nella storia giapponese.
Ho tutta l'intenzione di leggere altri manga di questa autrice!

VOTO

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)