Cerca nel Blog

domenica 20 dicembre 2015

Mini Recensione Fire Sign di Alessia Coppola

Questa recensione esula un po' dal programma tuttavia tramite essa posso partecipare al contest libroso indetto proprio dall'autrice Alessia Coppola!



FIRE SIGN
LA PORTATRICE DEL KRIPS
Alessia Coppola

Saga: Fire Sign #1
Pagine: 80
Prezzo: 0,99€

Sinossi:

Silver ha sedici anni e un passato frammentato. Da quando i suoi genitori sono scomparsi, ha iniziato ad avere incubi terribili. Da dove vengono? Chi è la misteriosa figura che alberga nei suoi sogni?
Un incontro casuale e la scoperta di un immenso potere cambieranno il corso della sua vita. Nulla è come prima. I Nurhan sono pronti alla battaglia. La Portatrice è stata scelta.



MINI RECENSIONE

Lasciatemi prima dire una cosa: io ADORO Alessia Coppola! La considero una delle mie autrice italiane preferite. Ho letto tutti i suoi romanzi pubblicati fino a ora e non mi ha mai delusa.
Quando sono venuta a conoscenza di questo racconto non ho potuto fare a meno di esultare. Sarei un'ipocrita se non dicessi che la prima cosa che mi ha attirato è stata la splendida cover, ricca di significato e dalla quale si può capire almeno in parte la trama.
Silver, la ragazza dai capelli argentei, rimasta orfana e cresciuta nella casa dei nonni è diversa dalle altre sedicenni. Lei è la Portatrice del marchio, del Krips, un potere letale contro i demoni. Silver conoscerà i Nurhan, creature che noi esseri umani associamo agli angeli, anche se questi sono in versione molto meno angelica del previsto, sono combattenti, guaritori e guide.
Silver si ritroverà catapultata in un mondo diverso da quello che conosceva, dovrà affrontare le proprie paure e conoscerà ovviamente il vero amore, l'amore del Nurhan che il destino ha scelto come suo compagno di vita, Uriel.
Seppure siano poco più di 80 pagine, questo racconto ripercorre passo dopo passo la crescita della nostra protagonista, portandola a una nuova consapevolezza di sé e di cosa è capace di fare con l'aiuto di Uriel.
Ahh Uriel. Come non poter sospirare il suo nome? Fin dalle prime righe ho capito di che pasta era fatto, duro eppure premuroso, gentile ma allo stesso tempo letale, protettivo e possessivo.
Chi non vorrebbe un Uriel tutto per sé!?
Approvato in pieno!



VOTO ROMANZO


VOTO COVER

1 commento:

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)