Cerca nel Blog

mercoledì 18 maggio 2016

Recensione Alice from Wonderland di Alessia Coppola


Alice from Wonderland
Alessia Coppola
Pagine: 253
Prezzo: 8,42€
Editore: Dunwich Edizioni
Trama:
Cosa accadrebbe se Alice varcasse la dimensione di Wonderland? Quanto labile diverrebbe il confine tra lucidità e follia? Una strega, un sortilegio e un libro sono il principio di tutto. Alice non è più la bambina sprovveduta che vagheggiava tra labirinti di carte. È una giovane innamorata, alla ricerca della propria identità. Per trovarla viaggerà nel tempo e oltre il tangibile. Scrittori, scienziati, circensi e matti sono i suoi compagni in uno straordinario viaggio verso una meta impossibile. Sottomondo non è mai stato così sopra. Che la magia abbia inizio, la tana del coniglio vi aspetta.






Premettiamo subito che adoro i retelling di fiabe, miti e leggende. È più forte di me. Ogni volta che sento parlare di questa tipologia di romanzi, mi si drizzano le orecchie e il primo pensiero è: “questo romanzo deve essere mio!”.
Così è capitato per Alice from Wonderland. Conoscevo già lo stile di Alessia Coppola, poetico o forse sarebbe meglio dire fiabesco.
Ammettiamolo… Alessia Coppola è nata per scrivere favole, ciò che esce dalla sua penna è magia allo stato puro e incanta il lettore dalla prima all’ultima riga.

Penso che Alice from Wonderland sia la sua migliore opera fino a ora pubblicata e mi ha affatto appassionare al personaggio di Alice così come al Cappellaio Matto, Edmund, - facenti parte di una realtà che non è la loro, almeno inizialmente - per non parlare del Brucaliffo, Algar, ma di lui discuterò in seguito perché credetemi, ci sarà modo di parlare in maniera più approfondita di questo personaggio.

Loro, così come gli altri personaggi del classico di Lewis Carroll, sono unici e sapete perché?! Perché sono usciti proprio dalla storia, personaggi di carta che diventano reali e che si devono confrontare con emozioni umane.
Quale scrittore non sogna che i personaggi dei propri libri prendano vita?! Così come i lettori… In quanti abbiamo desiderato che i nostri personaggi preferiti si materializzassero nella vita reale?!
E Alessia Coppola rende questo sogno realtà ma ci saranno pro e contro.
Devo dire che l’autrice è riuscita a dare una nuova interpretazione del classico di Carroll con dei tocchi alla Tim Burton.
I personaggi riescono a interagire tra di loro in maniera impeccabile: Alice subisce una metamorfosi nel corso della storia senza contare che il suo cuore è diviso a metà. Da un lato Edmund, verso il quale prova un amore puro e incondizionato avendo condiviso anche esperienze da brivido insieme, dall’altra Algar che con le sue illusioni la confonde e le fa provare emozioni molto contrastanti.
Sinceramente tra i due contendenti ho sempre fatto il tifo per il tenebroso Algar ma so per certo che l’autrice ha in serbo per lui un destino diverso.
Se non si fosse ancora capito ritengo che la vera e propria rivelazione di questo romanzo sia proprio il Brucaliffo, per la sua indole diversa rispetto a quella che conosciamo - grazie alla trasposizione Disneyana e Burtoniana.
Quindi Bookaholics l’unica cosa che mi sento di fare è consigliarvi questa meraviglia, lasciatevi trasportare nei meandri più oscuri di Wonderland e innamoratevene perdutamente così come ho fatto io.

VOTO ROMANZO E VOTO COVER

2 commenti:

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)