Cerca nel Blog

lunedì 16 maggio 2016

Recensione Il Castello di Northanger di Colleen Gleason


Il castello di Northanger
COLLEEN GLEASON

Serie: A PROPOSITO DI JANE AUSTEN - Vol. 2
Collana: eLit
Editore: HarperCollins
Prezzo: 1,99€
Pagine: 72
Sinossi:
Caroline Merrill nutre una passione davvero smodata per i libri e in particolare per le novelle popolate di vampiri, castelli e buie notti di luna. Caroline ha anche una sfrenata fantasia, che la porta ad ambientare storie in ogni luogo che visita e a fare di ogni persona che colpisce la sua curiosità la protagonista di un racconto. Non ha idea di quanto possa essere pericolosa questa sua innocente passione, almeno finché non inizia a sospettare che l'affascinante Mr. Blanchard sia uno di quei succhia sangue che popolano le storie che tanto ama...




Partiamo dal presupposto che la serie A proposito di Jane Austen non l’ho letta in ordine di uscita ma basandomi sui miei gusti personali. Vampiri, Orgoglio e Pregiudizio è stato il primo, Incantevole Persuasione il secondo e per ultimo Il Castello di Northanger credendo che fosse molto simile ai primi due e che mi avrebbe quasi sicuramente deluso.
E invece questa volta sono rimasta colpita in senso positivo ma dovevo aspettarmelo da Colleen Gleason! Avendo amato la serie Gardella non ho potuto fare a meno di appassionarmi a questa storia benché breve.
Mi sono ritrovata molto nel personaggio di Caroline Merrill, amante dei libri gotici sui vampiri, come non citare Polidori, con un’immaginazione che va al di là dell’umana comprensione.
Eppure questa sua fervida immaginazione può risultare molto pericolosa soprattutto quando si trova di fronte al misterioso Mr. Blanchard sostenendo di avere di fronte uno di quei vampiri che irretiscono le giovani e pure fanciulle.
Anche io inizialmente ho avuto molti sospetti sull’uomo soprattutto per i suoi comportamenti ambigui ma il mio cuore non ha potuto fare a meno di palpitare ogni qual volta Caroline e Mr. Blanchard si incontravano.
Dite che ho una passione smisurata per i belli e tenebrosi?
Hell, yeah! Non ne posso fare a meno, è più forte di me.
Nei romanzi della Gleason però bisogna ricordarsi che niente è come sembra: ciò che appare puro nella realtà si rivela essere il più terribile dei mali e viceversa.
Parliamo per un attimo anche dello stile: tutto ciò che scrive la Gleason è pura poesia, una narrazione che fa sentire il lettore vero protagonista del romanzo.
Senza ombra di dubbio posso affermare che questo racconto è il migliore della serie A proposito di Jane Austen.
Spero di leggerne altri di questa serie SOPRATTUTTO scritti dalla Gleason.

VOTO ROMANZO
VOTO COVER

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)