Cerca nel Blog

venerdì 3 giugno 2016

Recensione in Anteprima: Il ragazzo del libro accanto di Olivia Dade


Il ragazzo del libro accanto
Olivia Dade
Serie: Amori in biblioteca
Data di uscita: 9 giugno 2016
Pagine 288
Prezzo 7,90€
Sinossi
Angela Burrowes lavora nella deliziosa biblioteca della contea di Nice. Sebbene sia brillante e amata dai lettori, una bella mattina di sole viene informata dalla sua superiore, Tina, che è sul punto di perdere il lavoro. Il motivo? Nonostante i continui richiami, la sezione erotica continua a essere un problema con le copertine troppo esplicite così in bella vista. Per non parlare delle libertà che Angie si è presa nell’organizzare la festa di Capodanno per single, o il concorso di scrittura di San Valentino, dove gli aspiranti scrittori si misurano con un racconto hot! E così, con l’umore sotto i piedi e una valanga di pensieri in testa, Angie si avvia verso casa. Ma il fato, si sa, può essere davvero dispettoso e l’incontro fortuito e travolgente con uno sconosciuto alto e sexy certo non l’aiuta a schiarirsi le idee. Lui è Grant Peterson, e l’attrazione tra i due è qualcosa di molto, molto simile a un colpo di fulmine. La mattina seguente, però, arriva una sorpresa come una doccia fredda: Grant è il nuovo direttore della biblioteca, intenzionato a riportare ordine e rigore nel regno di Angie! Come andrà a finire?





Sto scrivendo questa recensione subito dopo una sessione intensiva di lettura di questo romanzo. Ho impiegato circa due ore a leggerlo tutto e mi sembrava che fossero passati solo pochi minuti.
Se la storia di Jack e Penny mi aveva entusiasmato, quella di Angie e Grant mi ha sconvolto in senso positivo ovviamente. È incredibile come la loro “carica esplosiva” sia riuscita a coinvolgermi in maniera così disarmante.
Angie è la responsabile della biblioteca di Antietam, è una ragazza tutto pepe che dice le cose che pensa senza filtri, è energica e ricca di idee che coinvolgono gli avventori della biblioteca. L’esempio più eclatante è stato l’evento organizzato a Capodanno (di cui si parla nella novella prequel Al diavolo i buoni propositi) e ora non è da meno: insieme alle altre bibliotecarie ha deciso di organizzare un concorso di San Valentino a tema hot: descrivere una scena di sesso che verranno poi pubblicate sulla pagina Facebook della biblioteca. Il racconto che riceverà più like avrà diritto a un premio.
Quello che Angie non si aspetta è che questo e altri suoi comportamenti in merito alla disposizione dei romanzi erotici possano mettere in forse la sua posizione alla biblioteca.
Angie dovrà infatti essere supervisionata dal nuovo arrivato, Grant Peterson, nuovo direttore della biblioteca.
Per Angie i guai però non sono finiti… Perché Grant altri non è che lo sconosciuto col quale Angie ha passato una folle notte di passione la sera prima.
Per l’etica professionale entrambi dovranno mantenere le distanze. Ma ci riusciranno? Questo lo lascio scoprire a voi.
Per quanto mi riguarda ho adorato alla follia questo romanzo, di gran lunga superiore al primo perché più completo.
All’apparenza i due protagonisti sembrano l’uno l’opposto dell’altra: Grant ragiona e prende decisioni tramite fogli di calcolo, lascia più spazio alla mente, cosa che invece non fa Angie, donna passionale fino al midollo, prende le decisioni basandosi sul puro e semplice istinto soprattutto dopo il brutto periodo che ha passato poco prima di laurearsi. In fin dei conti c’è da capirla soprattutto quando i genitori non capiscono i sentimenti che muovono le decisioni della ragazza.
Eppure, entrambi i protagonisti sono legati dalla passione, lo stesso Grant a stento si riconosce quando è con Angie, perché lascia che sia l’istinto ad agire.
Questo romanzo però non è solo fatto di passione, è composto anche dall’amore: amore che Angie prova nei confronti della sorella per averla aiutata in passato, amore che Grant prova nei confronti dei genitori che durante l’infanzia si sono sacrificati per lui in molti modi, amore che Angie e Grant provano l’una per l’altro al punto da proteggersi a vicenda per gli “errori” commessi.
Che poi… Si può davvero parlare di errore se due persone si amano alla follia come loro? Io non credo.
Ancora una volta Olivia Dade mi ha entusiasmato e mi ha fatto palpitare il cuore col suo stile leggero, per niente scontato. Poi ammettiamolo: ogni donna è una potenziale Angie col suo carattere ribelle e le sue battute sbarazzine.
Spero vivamente che la Newton Compton continui a pubblicare i libri di questa serie: meritano di essere letti da tutti gli amanti dei libri come me!

VOTO ROMANZO E COVER

2 commenti:

  1. Allora ci avevo visto giusto! Beh dopo la tua recensione di ieri i miei dubbi si erano già dissolti, ma ora sono proprio convinta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io spero davvero che la Newton continui a pubblicare questa serie!!!

      Elimina

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)