Cerca nel Blog

martedì 25 ottobre 2016

Recensione Il trono di ghiaccio di Sarah J. Maas

Il trono di ghiaccio
Sarah J. Maas
Serie: Throne of glass #1
Pagine: 462
Editore: Mondadori
Prezzo ebook: 6,99€
Prezzo cartaceo: 13,00€
Sinossi:
Il tempo della magia è finito e sul trono di ghiaccio siede un re malvagio quando un'assassina giunge al castello. Il suo scopo non è uccidere, ma guadagnarsi la libertà. Dovrà sconfiggere ventitré contendenti in una sfida per diventare sicario di corte ed essere così rilasciata dalle terribili miniere di Endovier. Il suo nome è Celaena Sardothien. Presto la sua lotta per la vittoria si trasformerà in una lotta per la sopravvivenza, perché un oscuro pericolo minaccia il suo mondo. A lei il compito di estirparlo prima della distruzione.




Celaena Sardothien è l'assassina più famosa di tutto il regno di Adarlan eppure, nonostante la sua scaltrezza, è stata tradita e adesso è costretta a lavorare nelle miniere di Endovier in cui la vita non è per niente facile. Tuttavia, dopo un anno di sopravvivenza a questo inferno sulla Terra, a Celaena viene data un'opportunità direttamente dal capitano della guardia reale, Chaol: se vincerà il torneo che decreterà il nuovo paladino del re che lei tanto odia, potrà di nuovo essere libera. E per Celaena la libertà è tutto ciò che desidera anche se questo vuol dire servire il re per i prossimi quattro anni.
Durante il torneo dovrà però nascondere la sua vera identità e diventare Lillian. Ma non sarà da sola perché verrà aiutata proprio dal figlio del re, il principe Dorian, e dal capitano Chaol.
Inutile dirvi che il triangolo amoroso sarà presente nel corso della storia ma non intaccherà per niente la trama di fondo, perché Celaena dovrà far luce sulle misteriosi morti che avvengono proprio tra i partecipanti di questi "Hunger Games" di Adarlan.

Lasciate ora che vi tessa le lodi proprio della protagonista: Celaena Sardothien è una sopravvissuta, una protagonista Bad-Ass coi fiocchi che oscura bellamente Katniss Everdeen e qualsiasi altra protagonista di romanzi letti in passato. Lotta per ciò in cui crede, la libertà, anche se questo vuol dire assassinare persone per denaro. Eppure sotto quello spesso strato di freddezza, Celaena nasconde anche altro: amore e passione. E quei piccoli attimi di spensieratezza riesce ad averli solo con due persone: Dorian e Chaol. Apparentemente agli antipodi, uno gentile e premuroso, l'altro inizialmente rude ma premuroso a modo suo, hanno un denominatore comune. La sopravvivenza di Celaena al torneo, anche se questo vuol dire contravvenire alle regole.
Sinceramente dei due non saprei davvero chi scegliere. Durante il corso della lettura inizialmente stavo dalla parte di Dorian poi dopo poche pagine tifavo per Chaol. Insomma, Sarah J. Maas mi ha letteralmente scombussolato le idee.
Veniamo poi al mistero di fondo del romanzo: il ritorno della magia. Perché ad Adarlan la magia è stata bandita da molto tempo eppure qualcuno sta muovendo i fili affinché possa tornare alla vita. Anche se questo vuol dire sacrificare vite.
I colpi di scena con Sarah J. Maas sono sempre dietro l'angolo. Avevo già letto Il trono di ghiaccio in lingua ma rileggerlo in italiano ha tutta un'altra enfasi e questo non fa altro che riconfermare quanto io ami questa saga.
Spero vivamente che la Mondadori prenda in considerazione l'idea di pubblicare in Italia anche la serie A Court of Thorn and Roses.

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)