Cerca nel Blog

giovedì 30 giugno 2016

ASIAN STYLE #14: RECENSIONE ANIME AKATSUKI NO YONA


Rubrica ideata da questo blog (se prendete citate)  in cui verranno presentati e recensiti manga, anime, live action e drama che attirano particolarmente la nostra attenzione!


Titolo originale Akatsuki no Yona
Titolo inglese Yona of the Dawn - The Girl Standing in the Blush of Dawn
Titolo Kanji 暁のヨナ -The girl standing in the blush of dawn-
Genere Soprannaturale Sentimentale Reverse-harem Azione Fantasy Avventura
Episodi 24
Sinossi:
Yona è l’unica figlia dell’imperatore di Kouka, amata e viziata, è abituata ad ogni sorta di lusso. La principessa ha una cotta per suo aitante cugino Soo-won, e le sue giornate trascorrono serene, disturbate solo dalla sua insolente guardia del corpo, il generale Son Hak. La ragazza decide di rivelare i suoi sentimenti al padre, per far benedire una possibile unione col cugino, ma il genitore si oppone fermamente. Ciononostante, dopo aver ricevuto un meraviglioso regalo per il suo sedicesimo compleanno dall'amato, la principessa vuole tentare nuovamente di convincere il genitore. Ma prima che possa conferire col padre, il perfetto mondo della protagonista viene distrutto per sempre: Soo-won assassina il monarca, per succedergli al trono, così Yona, con il cuore spezzato, è costretta a fuggire con Son Hak e darsi alla macchia. Soo-won ha dalla sua l'esercito, quindi l'unica forza in grado di opporglisi sono i leggendari dragoni protettori. Per riconquistare il trono usurpato Yona affronterà un'avventura al fine di trovarli, riunirli e convincerli a seguirla. Non sarà facile poiché i dragoni sono nascosti e sparsi per il mondo, e non sempre intenzionati a diventare i paladini di questa principessa dai capelli "color dell’alba"...


Mi sono approcciata a questo anime sentendone parlare in giro per il web.
La trama parla già già di quello che accade nel primo dei 24 episodi e devo dire che sono rimasta colpita dalla freddezza con cui Soo-won ha assassinato l’imperatore Il, ritenendolo non capace di poter gestire un regno come quello di Kouka. Nona deve affrontare tutto da sola, almeno inizialmente. Si sente tradita, ed è normale avendo trascorso l’infanzia con Soo-won e Hak. La principessa fino a quel momento viveva in una specie di campana di vetro, protetta dal resto del mondo, viziata e ignara delle ingiustizie, delle morti e di tutto ciò che vi è di più crudele. Eppure. l’assassinio del padre è come uno schiaffo per lei, il tradimento brucia forte nel suo petto e il desiderio di vendetta cresce dentro di lei.
Senza contare che lei e Hak - servo fedele segretamente innamorato di Yona - devono fuggire, nascondersi per non essere uccisi. I due giovani compagni inizieranno così un’avventura che li porterà a incontrare il monaco Ic-Soo e Yun: il primo rivelerà loro che per poter avere in qualche modo una possibilità di combattere Soo-Won, dovranno trovare i quattro leggendari draghi.
Secondo l'antica leggenda esistono quattro uomini a cui i quattro draghi, fratelli di Hiryu, il drago rosso che si tramutò in umano e governò per primo su Kouka, affidarono il loro potere. Da quel momento in poi il loro compito sarebbe stato quello di trovare la reincarnazione di Hiryu, che avrebbero seguito come loro sovrano e padrone. Avrebbero combattuto sempre al loro fianco, a costo della propria vita. Secondo le rivelazioni di Ic-Soo, nelle vene della principessa Yona, scorre il sangue di Hiryu e per questo lei è l'unica a cui i Quattro Draghi possono obbedire.
Mi è piaciuto molto il modo in cui l’anime da questo punto in poi abbia cambiato direzione e come il ritrovamento dei Quattro Draghi si sia diversificato da soggetto a soggetto.
Non tutti infatti hanno avuto un’infanzia felice come il Drago Bianco, Ki-Ja, colui che possiede la mano destra dalla forza indomita. C’è chi come il Drago Blu, Shin-Ah, colui che può vedere da lontano, che viene visto come un mostro dalla gente del villaggio e deve vivere segregato lontano da loro. Chi come il Drago Verde, Jae-Ha, colui che può saltare in alto, cerca in tutti i modi di sottrarsi alla sua natura e alla sua discendenza, fallendo miseramente. E infine chi come il Drago Giallo, Zeno, colui che possiede un corpo indistruttibile, di cui NELL’ANIME viene detto poco o nulla in quanto appare nell’ultimo episodio della serie.
Nonostante i soliti cliché, mi ha molto colpito soprattutto per la leggenda dei Draghi che è ben strutturata nell’arco dei 24 episodi.
Nonostante tutto però basandomi sull’anime non si capisce a pieno quali siano le reali intenzioni di Soo-Won e il motivi del suo gesto. Va bene che l’imperatore Il non era in grado di prendere decisioni importanti per il regno perché troppo magnanimo ma addirittura assassinarlo mi sembra molto eccessivo.
I momenti seri vengono intervallati da piccole scaramucce tra i compagni di viaggio. Esilaranti sono quelle tra Hak e Ki-Ja e sempre tra Hak e Jae-Ha. Eppure in mezzo a tutta questa guerra c’è anche l’amore, quell’amore che trapela da ogni azione di Hak nei confronti di Yona che, nell’anime, appare estremamente stralunata per quanto riguarda questo sentimento. Più volte l’ho definita senza speranza per non riuscire a capire ciò che potrebbe avere. Ma il suo pensiero continua ad andare a Soo-Won. Seriamente?! Ti ha ucciso il padre. E tu continui a rimanere immobile di fronte a lui? Non ci siamo. Per fortuna che si dà una svegliata.
La cosa che però mi ha infastidito più di tutte? Il finale. Allora… Ogni episodio tratta della ricerca dei draghi. Due sono gli episodi per il Drago Bianco e altrettanti (se non di più) per gli altri due draghi (Blu e Verde) per raccontare la loro storia dall’infanzia fino a oggi e mi sta anche bene. Quello che invece mi fa imbestialire è il NON aver parlato del Drago Giallo che a mio parere è quello più interessante. Il motivo non ve lo posso spiegare perché farei uno spoiler gigantesco. Sappiate solo che l’anime si conclude una volta trovato Zeno. Non viene raccontata la sua storia. Non viene spiegato niente.
Solo una volta che ho trovato il manga, ho capito il motivo di tanto mistero attorno alla sua figura. E questa è una cosa che mi ha lasciato senza parole, per non parlare di quale sia il suo reale potere.
Spero solo che venga fatto un OVA su di lui, per spiegare il tutto. Vi lascerà senza fiato.
Concludo dicendo che Akatsuki no Yona è un anime adatto agli amanti dei periodi antichi, di leggende, di draghi e principesse che, di fronte alla dura realtà, sfoderano gli artigli mostrando la loro grinta. Perché è questo che fa Yona, da semplice principessa viziata è diventata nel corso degli episodi sempre più forte e sicura di sé arrivando a essere una vera e propria principessa guerriera che ha come solo scopo quello di proteggere le persone che ama.


VOTO


CLICCANDO SULL'IMMAGINE SOTTOSTANTE POTETE FIRMARE LA PETIZIONE PER CHIEDERE ALLE CASE EDITRICI DI FUMETTI DI PORTARE IL MANGA ANCHE NEL MERCATO ITALIANO

martedì 28 giugno 2016

Cover Reveal + Giveaway: Adam di Giovanna Roma

Adam
Giovanna Roma
EDITORE: Self-pubblishing
GENERE: dark contemporary romance
SERIE: Deceptive Hunters #1
USCITA PREVISTA: fine estate 2016
SINOSSI:
Ho sempre saputo come sarebbe stata la mia vita.
La mia storia è stata scritta da qualcun altro e non è certo una trama felice.
Solo. Letale. Killer.
Circondata dalla feccia della società. Dipendente. Vuota.
Niente legami. Fuori dal lavoro non esiste una vita vera per me.
Soltanto il baratro.
Tutti si proclamano innocenti, finché il mio proiettile non decide per loro.
Io vedo cosa nascondono dietro la maschera. Li scopro animali.
Poi qualcuno si mette in mezzo e complica le cose.
Qualcuno mi ha urlato in faccia e sono stata costretta ad affrontare i mostri nella mia testa.
Inizia la caccia.
Inizio la fuga.
Ora un bivio cambierà per sempre ciò che sono.
Ora tutto sarà diverso. Finalmente sarò solo io e nessun’altra.

GIVEAWAY ADAM
Avete tempo fino al 7 luglio per partecipare al giveaway della nuova serie ‪‎dark romance
Deceptive Hunters!
In premio il file del capitolo 1 di Adam, primo romanzo della serie dark ‪Deceptive Hunters‬

Per partecipare cliccate sul banner qui sotto:





venerdì 24 giugno 2016

Recensione Forever with You di Sandi Lynn


Forever with you
Sandi Lynn
Serie: Forever #1
Editore: Newton Compton
Data: 22 Giugno
Genere: contemporary romance
Pagine: 241
Sinossi:
Quando si è trasferita a New York con il suo ragazzo, Ellery pensava che avrebbero vissuto per sempre felici e contenti nel loro appartamentino nella Grande Mela. Non avrebbe mai immaginato che lui avrebbe fatto i bagagli e se ne sarebbe andato perché aveva “bisogno di spazio”. Così da un giorno all’altro Ellery si è ritrovata single e, per combattere la solitudine, si è rifugiata nella sua arte e nei suoi dipinti. Finché un incontro fortuito non cambia tutto: una notte Ellery aiuta un ubriaco a tornare a casa sano e salvo. Quello che non sa è che il misterioso sconosciuto altri non è che il milionario Connor Black. Quando, il mattino dopo, Connor trova Ellery nella sua cucina, pensa che quella ragazza abbia violato la regola numero uno: nessuna può restare a dormire dopo essere stata a letto con lui. Vorrebbe mandarla via, ma suo malgrado si sente attratto dalla sua ostinazione, dalla sua aria di sfida, dalla sua dolcezza…
Connor Black, emozionalmente ferito, uscito da una tragedia personale, si è ripromesso di non innamorarsi mai più di una donna, ma poi Ellery Lane è piombata per sbaglio nel suo mondo e lui ha iniziato a provare emozioni nuove. Vale la pena di lasciarsi andare? Il coraggio e l’amore bastano davvero a salvare una vita?





Cosa potervi dire di questo romanzo senza che io mi metta di nuovo a piangere?!
Forever with You è questo. Una storia incredibile. Se alcuni di voi mi seguono su Instagram sanno già quello che penso ma ve lo riporto qui sotto.



La storia di Ellery e Connor mi ha fatto palpitare il cuore dall'inizio alla fine. Ellery è una ragazza acqua e sapone uscita in malo modo da una relazione. Convinta dell'amica decide di andare in discoteca ed è lì che incontra Connor Black ubriaco fradicio. Ed ecco che scatta la buon samaritana che è in Elle che decide di aiutare l'uomo, senza chiedere nulla in cambio.
Il post sbronza di Connor è difficile: non è abituato a trovare donne in casa dopo una notte di sesso. Almeno questo è ciò che crede di avere fatto. La cosa che lo sbalordirà ancora di più è che non ha fatto niente di tutto questo con la ragazza.
Tra i due inizierà a crearsi uno strano rapporto: nessuno dei due dice di essere interessato eppure entrambi non possono fare a meno di cercarsi, di confrontarsi anche in malo modo e di provare emozioni diverse dal solito.
Ellery ha una strana lista che tiene nel cassetto di tutte le cose che vuole fare. È una ragazza diversa da quelle che Connor frequenta di solito. È meno impostata, meno rigida. Preferisce andare a mangiare un hot dog piuttosto che andare in un ristorante di classe.
Il motivo per cui fa tutto questo, perché fa determinate scelte appartiene al suo passato, quello stesso passato che è tornato a bussare così rumorosamente alla sua porta e che stravolgerà il suo essere nel profondo. Connor sarà in grado di rimanerle accanto? O la paura per ciò che è accaduto nel suo passato lo sopraffarà?
Ho amato Ellery e in alcuni momenti mi sono ritrovata nei suoi modi di fare: cerca di nascondere il suo malessere sotto la sua spensieratezza e il suo incontro con Connor la stravolge. D'altra parte Connor è uno dei personaggi maschili migliori di questo 2016.
Sì, all'inizio è impostato, ha le sue regole, come ogni ricco mascalzone che si rispetti, eppure Ellery riesce a fargli provare nuove emozioni che lo fanno sentire diverso e al tempo stesso lo spaventano. Eppure non si tira indietro davanti al grave problema di Elle. Anche quando tutto sembra andare a suo sfavore - e in alcune occasioni credetemi che succederà - lui sarà sempre presente per lei. Chi non amerebbe un uomo simile?
Sono rimasta molto colpita da come l'autrice abbia trattato un tema così delicato come la malattia (ma non vi dirò di quale si tratta) in maniera così semplice e allo stesso tempo così dolorosa. Mentre leggevo mi venivano i brividi e si può dire che ho assorbito, almeno in parte, la rabbia di Elle e allo stesso tempo la sua forza.
Elle è un personaggio da cui non possiamo fare altro che prendere ispirazione. È una sopravvissuta, una combattente che lotta per salvare se stessa e per poter tornare dalle persone che ama.
Per questo motivo ringrazio la Newton Compton per aver portato in Italia questo piccolo gioiello.

VOTO ROMANZO E COVER

lunedì 20 giugno 2016

Recensione Prova ad amarmi ancora di Sylvia Kant


Prova ad amarmi ancora
Sylvia Kant
Serie: Prova ad amarmi #2
Editore: Newton Compton
Data di uscita: 20 giugno 2016
Genere: Erotic romance
Sinossi:
Antony Barker è il più costoso, attraente e tenebroso gigolò del jet-set newyorkese. Sesso e perversione si incarnano in quest’uomo dall’anima di ghiaccio, lo sguardo magnetico e il fisico scultoreo. Un rapporto antico, morboso e crudele lo lega alla sua cliente numero uno, l’ambigua e potente Rachel Norton, presidente della più grande industria farmaceutica statunitense, la Norton & Faulk.
Angela Palmieri viene da Roma, è timida e troppo lontana da quel mondo per poterne fare parte. L’incontro con Antony la segna sia nell’anima che nel corpo, perché lui non è un uomo qualunque e gli oscuri segreti che custodisce sconvolgono Angela nel profondo, fino a costringerla ad allontanarsi, ma, ovviamente, non è così facile liberarsi del ricordo di Antony… In un susseguirsi di colpi di scena, intrighi e rivelazioni, Angela imparerà a conoscere meglio se stessa, i suoi desideri e il suo passato, ma soprattutto quello del suo amato gigolò dall’anima nera…





Premetto che questa recensione conterrà alcuni spoiler o meglio, dovrò parlare del finale del primo libro Prova ad amarmi quindi vi sconsiglio di leggere questa recensione se non avete ancora iniziato la serie.

Detto questo posso dirvi che ho amato e odiato questo libro in contemporanea e adesso vi spiego il motivo. 
I fatti riprendono da dove si è concluso il romanzo precedente: Rachel si fa saltare in aria portando con sé Antony.
La donna aveva già anticipato che se Antony non fosse stato suo, non sarebbe stato di nessun altra, sua figlia Angela compresa.
Il dolore di Angela che viene a scoprire tutto questo è palpabile fin dalle prime pagine: inizialmente in shock per la morte della sua Anima Nera poi per come si è sentita manipolata dall'uomo che diceva che lei era diversa da tutte le altre.
Da qui inizierà il nuovo percorso di Angela, fatto di uomini della sicurezza, sostanziose capitali da gestire, nuovi amori e nuovi tradimenti.
Lo spirito di Angela però è forte e saprà affrontare tutto, aiutata da Linda che, nel corso del tempo, da conoscente diventa un'amica fidata.
Mi è piaciuto come l'autrice abbia saputo sviluppare una trama così complessa attorno alla protagonista che subisce un'evoluzione ben studiata nell'arco del romanzo.
Eppure, nonostante il nuovo amore, nonostante il suo essere andata avanti "dopo Antony", non riesce a fare a meno di pensare a lui.
Quante volte lo ha odiato per come l'ha lasciata, per come si è sentita usata. Eppure non riesce a non amarlo, ripensando a quegli attimi insieme, a quella parola scritta da Antony poco prima di partire.
Aspettami.
Ma come si può aspettare quando la persona amata è morta? Può il sentimento perdurare oltre la morte? Può Angela provare ad amare Antony ancora una volta in maniera diversa? Oppure continuerà a odiarlo e basta?
Nonostante la sua morte, Antony continua a essere IL personaggio attorno al quale ruota tutto, continua a canalizzare l'attenzione su di sé e un'Anima Nera come lui non può fare altro che esserne orgoglioso.
Prova ad amarmi ancora è un romanzo complesso, non è per niente adatto ai deboli di cuore o ai bigotti. Le scene di sesso e di tortura sono portate al limite da Sylvia Kant che non risulta mai essere volgare in quello che scrive.
Penso che questo sia il miglior libro scritto dall'autrice e spero davvero che riesca a scrivere gli spin off di alcuni personaggi che ha citato nei ringraziamenti.

VOTO ROMANZO E COVER

sabato 18 giugno 2016

COMUNICATO STAMPA BUTTERFLY EDIZIONI Love self è la collana che permette agli autori self di pubblicare con un editore



La Butterfly Edizioni apre i battenti agli autori che pubblicano in self publishing online. Dopo le numerose richieste da parte di autori emergenti, nasce quindi LOVE SELF, ma i veri protagonisti saranno i lettori! Sono infatti questi ultimi a decretare o meno il successo di un libro, per cui punteremo proprio sui gusti dei lettori. Grazie all'hashtag #loveselfforbutterfly accetteremo i consigli dei lettori per scegliere i libri pubblicati in self publishing che meritino una lettura attenta presso la nostra casa editrice e un'eventuale pubblicazione con la Butterfly Edizioni. Gli autori potranno comunque inviare liberamente i loro testi a: butterflyedizioni@yahoo.it , ma i libri sostenuti dai lettori avranno la priorità su tutto.
Proprio grazie a questo scouting abbiamo scoperto due bravissime autrici che a breve verranno pubblicate da noi: Barbara Morgan con "Mai lontana dal mio cuore" ed Eleonora Mandese con "In fuorigioco per te".

Butterfly Edizioni mette al centro dell'attenzione i lettori! Partecipa anche tu con l'hashtag #loveselfforbutterfly e consigliaci un autore che ti piace!

giovedì 16 giugno 2016

Anteprime Newton Compton Editori del 16 giugno 2016


Buon pomeriggio Bookaholics!
Oggi carrellata di nuove uscite targate Newton Compton Editori! Devo dire che ultimamente sto seguendo tantissimo questa casa editrice! Vi ricordo inoltre che il 30 giugno uscirà la nuova collana FIRST e so già che dovrò aprire un mutuo per prendere tutti i cartacei di questa nuova collana!


Ogni giorno per sempre
Adelia Marino
Genere: Rosa
Sinossi:
Haley ha vent’anni e vive in California con sua zia Tess. La sua vita è cambiata tre mesi prima, quando la madre è morta e il padre le ha attribuito la colpa, cacciandola di casa. Con un passato tanto doloroso alle spalle non è facile ricominciare, ma ben presto Haley conosce alcuni ragazzi del posto: Joey, una coetanea che diventa subito sua amica, e poco dopo Landon Carter, il tatuatore più affascinante di Santa Monica. Landon di solito s’interessa alle ragazze con un unico scopo... ma con Haley sembra diverso. Tra i due scatta subito una fortissima attrazione, ma quando James, l’ex di Haley, che l’ha tradita con la sua migliore amica, si presenta a sua insaputa a Santa Monica, le cose si fanno davvero complicate…



Uno splendido errore
Ali Novak
Genere: Rosa
Sinossi:
Jackie non ama le sorprese e considera il caos il suo peggior nemico. Ha capito presto che il modo migliore per ottenere un po’ di considerazione da parte dei genitori troppo impegnati è quello di essere perfetta. E così si è trasformata nella figlia che chiunque desidererebbe: look impeccabile, ottimi voti a scuola, amicizie selezionate. Ma il destino ha in serbo per lei una vera e propria rivoluzione… Un terribile incidente, infatti, le porta via i genitori e Jackie all’improvviso è costretta a lasciare il suo elegante appartamento di New York per trasferirsi in un ranch in Colorado, dai Walter, i suoi nuovi tutori. E non è tutto. I Walter hanno ben dodici figli: undici maschi e un “maschiaccio”. Jackie si ritrova così circondata dal nemico, da ragazzi chiassosi, sporchi e invadenti che sembrano non conoscere affatto la nozione di “spazio personale”. Come potrà adattarsi e andare avanti quando, per mantenere vivo il ricordo dei suoi genitori, sente di dover continuare a essere perfetta?



That baby
Jillian Dodd
Genere: Young Adult
Sinossi:
«È sorprendente come poche parole possano cambiare la vita. Si inizia con un semplice Ti amo. Ed è fatta. Come è successo a me. Jadyn è la ragazza che amo. La ragazza che ho sempre amato. Le nostre vite sono come singoli fili prodigiosamente tessuti insieme, un arazzo che ha uno squisito sapore di passato, presente e futuro. Ci sono molte cose che lei mi ha svelato e insegnato a capire. E poi sono arrivate quelle paroline che hanno fatto cambiare il senso ad ogni cosa: Aspetto un bambino…» Per Philip quello che sta succedendo è molto più di quanto avesse potuto pensare. E, a dire tutta la verità, quello che sta per accadere era davvero difficile da immaginare per chiunque. Emozioni forti, lacrime incontenibili e momenti esilaranti in questo ultimo, imperdibile episodio della trilogia che ha commosso e divertito i lettori di tutto il mondo.



La casa dei profumi dimenticati
Jan Moran
Genere: Narrativa
Sinossi:
Nella California degli anni Cinquanta, Caterina e Santo, un giovane italiano cresciuto con lei nella tenuta vinicola di Milles Étoiles, consumano una notte di passione dopo la quale lei si scopre incinta. Respinta dalla famiglia e dalla società per aver scelto di tenere la figlia illegittima, Caterina decide di partire per l’Italia, dove si trova il casale ricevuto in eredità da una vecchia zia. Una volta giunta a Montalcino, Caterina scopre un mondo nuovo e allo stesso tempo antico, fitto di misteri e intrighi che coinvolgono tutta la famiglia, e in particolare suo padre Luca e lo stesso Santo. Tra l’armonia delle colline toscane, i lussureggianti vigneti della California e la magia della Ville Lumière, prende vita una vicenda familiare intricata, ricca di passioni, segreti e verità nascoste che coinvolge e seduce fino all’ultima pagina.



mercoledì 15 giugno 2016

Mini - Recensione Il Guerriero di Morrigan di Yvan Pendragon


Il Guerriero di Morrigan
Yvan Pendragon
Selfpublished
GRATIS

Data di uscita: 14 giugno 2016
Pagine: 70
Sinossi:
"La via della Morrigan passa per la battaglia.
La vita è una lotta incessante e senza esclusione di colpi, contro avversità e nemici che tentano a ogni tuo passo di ostacolarti, atterrarti, sconfiggerti. Onora dunque la Dea delle battaglie, e non concedere mai loro la soddisfazione di scrutarti sconfitto e con l'animo sanguinante come colpito da una pioggia di frecce.
Questa è la via della Dea della lotta..."
Così spiega uno degli estratti iniziali de Il Guerriero di Morrigan, testo filosofico/mitologico dedicato alla Dea celtica della battaglia.
In esso troverete sia leggende e racconti, che un introduzione a ciò che è un vero percorso spirituale dell'individuo.
Verso un modo diverso di vedere il mondo e vivere le battaglie in esso contenute.





Se cercate un urban fantasy o un romanzo del genere QUESTO NON FA al caso vostro.
A questo saggio - perché non si può definire in altro modo - bisogna approcciarsi in maniera differente.
Va preso come una linea guida per un cammino di iniziazione colmo di ostacoli ma che porta alla presa di coscienza del vero Io Interiore.
La dea Morrigan tiene per mano il lettore, accompagnandolo in questo impervio cammino, aiutandolo oppure mettendogli i bastoni tra le ruote per testare la sua forza di volontà.
Lei è triplice e non è facile avere a che fare con un'entità del genere. Superate le sue prove e avrete il suo sostegno.
Non mantenete la parola data e vi distruggerà.
Devo dire che l'autore ha fatto un ottimo lavoro sia per quanto riguarda la ricerca sia per quanto riguarda le sue conoscenze di base.

VOTO




domenica 5 giugno 2016

ASIAN STYLE #13: RECENSIONE Promessa d'Amore di Shushushu Sakurai [Serie Completa]


Rubrica ideata da questo blog (se prendete citate)  in cui verranno presentati e recensiti manga, anime, live action e drama che attirano particolarmente la nostra attenzione!


Titolo originale Nise no chigiri
Titolo inglese Second Generation Promises
Casa Editrice Kodansha
Disegni Shushushu Sakurai
Storia Kanshuu Idea Factory
Categoria Josei
Genere Sentimentale Storico Soprannaturale
Anno 2010
Volumi 4
Disponibilità Panini Comics
Trama:
La storia fantastica di Shiraha Mana, una giovane liceale giapponese che un giorno si ritrova misteriosamente catapultata in epoca Sengoku, nel bel mezzo delle lotte tra i vari feudi giapponesi, che hanno caratterizzato una delle pagine più truci e sanguinose della storia nipponica.
Presa di mira da un comandante, Takeda Shingen, viene salvata e protetta da un altro guerriero, Uesugi Masatora, e affidata da questi ai suoi fidati samurai, un gruppo noto come Nokizarushuu.
La ragazza si trova quindi coinvolta nel loro conflitto per proteggere Masatora dai nemici, e nella lotta per la sopravvivenza in un'epoca così funesta: vive così quest'avventura conoscendo già l'esito delle vicende storiche che vivrà, e quindi il destino delle persone che incontra.
Alcuni dei personaggi sono liberamente ispirati ai veri protagonisti delle guerre del Sengoku Jidai; tra questi proprio Takeda Shingen e Uesugi Masatora, noto anche come Uesugi Kenshin, e Yamamoto Kansuke, un seguace di Takeda, ma con una posizione poco chiara nella storia di Nise no Chigiri.



Parlare di questa serie di manga per me è facilissimo. Adoro il periodo Sengoku e tutti i manga e anime a esso connessi. Per chi non lo sapesse, l'epoca Sengoku (戦国時代, Sengoku jidai) o periodo degli stati combattenti è un periodo di vasta crisi politica che il Giappone dovette fronteggiare dal 1478 e che si protrasse fino al 1605. Fu un'epoca in cui il Giappone era diviso in tanti piccoli feudi costantemente in guerra tra loro.
Ed è proprio questo che si trova ad affrontare Mana Shiraha, inviata in questa epoca per proteggere Uesugi Masatora da morte certa.
In questa avventura però non sarà sola poiché Masatora le affiancherà i suoi fidati Nokizarushuu, verso i quali Mana proverà un sincero affetto, per alcuni fraterno, per altri - o meglio per uno solo - qualcosa di più ma non vi dirò di chi si tratta anche se, fin dal primo manga, si capisce di chi sto parlando.
Oltre a questo Mana riceverà le attenzioni di Takeda Shingen, comandante nemico verso il quale prova sentimenti contrastanti.
Sinceramente avrei preferito che Mana volgesse il suo sentimento nei confronti di Takeda che, rimembrando la sua vita passata nella quale amava l'anima di Mana, fa di tutto per fare sua la ragazza. Inutile dire che non "vincerà" lo scontro tra rivali amorosi e che Mana sceglierà il ragazzo che è stato buono fin dall'inizio. Questo mi è dispiaciuto davvero tanto.
Inoltre avrei voluto che la storia di Takeda fosse stata sviluppata di più, magari con uno spin off a parte dove anche lui riesce a ritrovare la pace.
Il finale? Scontato, ciononostante posso dire che nella sua completezza il manga mi è piaciuto molto.

VOTO

sabato 4 giugno 2016

Segnalazione: Amore a seconda (s)vista di Alexandra Maio



AMORE A SECONDA (S)VISTA
Alexandra Maio
Casa Editrice: Butterfly Edizioni
Pagine: 120
Prezzo: 1,99 € (FINO A DOMENICA 5 GIUGNO in offerta a 0,99€)
Disponibile solo in ebook per il momento su Amazon
Data di uscita: 3 giugno 2016
Sinossi:
Da quando ha perso la moglie in un incidente stradale, Raul è diventato un cinico e usa le donne per cancellare il dolore della perdita. I suoi amici continuano a organizzargli cene al buio, sperando che lui si affezioni a qualcuna ma nulla sembra smuoverlo; finché la moglie del suo migliore amico gli predice, attraverso la lettura dei tarocchi, l’imminente incontro con l’anima gemella.
Agata, romantica e folle trentenne, non riesce a sopprimere il senso di colpa per il passato, ha già trovato la sua dolce metà ma la sua sete di vendetta non le permette di essere felice.
Il destino minaccia di sconvolgere le loro vite e di intrecciare il loro cammino. Tra situazioni imbarazzanti, figuracce ed equivoci, il romanzo “Amore a seconda (s)vista” ci ricorda che l’amore è cieco ma il cuore sa sempre dove andare…
E se il tuo destino fosse già scritto?


venerdì 3 giugno 2016

Recensione in Anteprima: Il ragazzo del libro accanto di Olivia Dade


Il ragazzo del libro accanto
Olivia Dade
Serie: Amori in biblioteca
Data di uscita: 9 giugno 2016
Pagine 288
Prezzo 7,90€
Sinossi
Angela Burrowes lavora nella deliziosa biblioteca della contea di Nice. Sebbene sia brillante e amata dai lettori, una bella mattina di sole viene informata dalla sua superiore, Tina, che è sul punto di perdere il lavoro. Il motivo? Nonostante i continui richiami, la sezione erotica continua a essere un problema con le copertine troppo esplicite così in bella vista. Per non parlare delle libertà che Angie si è presa nell’organizzare la festa di Capodanno per single, o il concorso di scrittura di San Valentino, dove gli aspiranti scrittori si misurano con un racconto hot! E così, con l’umore sotto i piedi e una valanga di pensieri in testa, Angie si avvia verso casa. Ma il fato, si sa, può essere davvero dispettoso e l’incontro fortuito e travolgente con uno sconosciuto alto e sexy certo non l’aiuta a schiarirsi le idee. Lui è Grant Peterson, e l’attrazione tra i due è qualcosa di molto, molto simile a un colpo di fulmine. La mattina seguente, però, arriva una sorpresa come una doccia fredda: Grant è il nuovo direttore della biblioteca, intenzionato a riportare ordine e rigore nel regno di Angie! Come andrà a finire?





Sto scrivendo questa recensione subito dopo una sessione intensiva di lettura di questo romanzo. Ho impiegato circa due ore a leggerlo tutto e mi sembrava che fossero passati solo pochi minuti.
Se la storia di Jack e Penny mi aveva entusiasmato, quella di Angie e Grant mi ha sconvolto in senso positivo ovviamente. È incredibile come la loro “carica esplosiva” sia riuscita a coinvolgermi in maniera così disarmante.
Angie è la responsabile della biblioteca di Antietam, è una ragazza tutto pepe che dice le cose che pensa senza filtri, è energica e ricca di idee che coinvolgono gli avventori della biblioteca. L’esempio più eclatante è stato l’evento organizzato a Capodanno (di cui si parla nella novella prequel Al diavolo i buoni propositi) e ora non è da meno: insieme alle altre bibliotecarie ha deciso di organizzare un concorso di San Valentino a tema hot: descrivere una scena di sesso che verranno poi pubblicate sulla pagina Facebook della biblioteca. Il racconto che riceverà più like avrà diritto a un premio.
Quello che Angie non si aspetta è che questo e altri suoi comportamenti in merito alla disposizione dei romanzi erotici possano mettere in forse la sua posizione alla biblioteca.
Angie dovrà infatti essere supervisionata dal nuovo arrivato, Grant Peterson, nuovo direttore della biblioteca.
Per Angie i guai però non sono finiti… Perché Grant altri non è che lo sconosciuto col quale Angie ha passato una folle notte di passione la sera prima.
Per l’etica professionale entrambi dovranno mantenere le distanze. Ma ci riusciranno? Questo lo lascio scoprire a voi.
Per quanto mi riguarda ho adorato alla follia questo romanzo, di gran lunga superiore al primo perché più completo.
All’apparenza i due protagonisti sembrano l’uno l’opposto dell’altra: Grant ragiona e prende decisioni tramite fogli di calcolo, lascia più spazio alla mente, cosa che invece non fa Angie, donna passionale fino al midollo, prende le decisioni basandosi sul puro e semplice istinto soprattutto dopo il brutto periodo che ha passato poco prima di laurearsi. In fin dei conti c’è da capirla soprattutto quando i genitori non capiscono i sentimenti che muovono le decisioni della ragazza.
Eppure, entrambi i protagonisti sono legati dalla passione, lo stesso Grant a stento si riconosce quando è con Angie, perché lascia che sia l’istinto ad agire.
Questo romanzo però non è solo fatto di passione, è composto anche dall’amore: amore che Angie prova nei confronti della sorella per averla aiutata in passato, amore che Grant prova nei confronti dei genitori che durante l’infanzia si sono sacrificati per lui in molti modi, amore che Angie e Grant provano l’una per l’altro al punto da proteggersi a vicenda per gli “errori” commessi.
Che poi… Si può davvero parlare di errore se due persone si amano alla follia come loro? Io non credo.
Ancora una volta Olivia Dade mi ha entusiasmato e mi ha fatto palpitare il cuore col suo stile leggero, per niente scontato. Poi ammettiamolo: ogni donna è una potenziale Angie col suo carattere ribelle e le sue battute sbarazzine.
Spero vivamente che la Newton Compton continui a pubblicare i libri di questa serie: meritano di essere letti da tutti gli amanti dei libri come me!

VOTO ROMANZO E COVER

giovedì 2 giugno 2016

Recensione Al diavolo i buoni propositi di Olivia Dade


Al Diavolo i buoni propositi
Olivia Dade
Serie: Amori in biblioteca #0.5
Editore: Newton Compton
Genere: contemporary romance
Prezzo: 2,99€
Pagine: 104
Sinossi:
La bibliotecaria Penny Callahan potrebbe scrivere un bestseller sulle relazioni finite male a causa di individui bugiardi e traditori, per questo ha deciso: per i prossimi dodici mesi si terrà alla larga dagli uomini. Deve solo uscire incolume dalla serata per single organizzata della biblioteca per Capodanno, poi potrà tornare al suo pigiama e ai suoi amati libri. Ma quando si ritrova davanti un affascinante cliente dal sorriso irresistibile, all’improvviso la prospettiva di una serata fra gli scaffali le sembra molto più allettante.
Il solitario scrittore Jack Williamson non avrebbe mai dovuto dar retta a sua madre. Se non fosse stato per lei, non si sarebbe mai sognato di partecipare a una serata per single in biblioteca, e non si sarebbe mai ritrovato a tu per tu con questa adorabile bibliotecaria, che lo sta subissando di domande sul suo stile di vita da recluso. Si tratta solo di un breve e fugace flirt oppure è il prologo per una bella storia d’amore?




Al diavolo i buoni propositi è la novella che introduce la nuova serie di Olivia Dade edita dalla Newton Compton, Amori in biblioteca.
Da amante dei libri quale sono non potevo certo lasciarmi sfuggire l’occasione di leggere questi libri.
Ma veniamo alla storia: la biblioteca di Antietam ha organizzato per la serata di Capodanno un evento per single così da non farli rimanere soli in questa notte magica.
Penny Callahan è stata costretta dall’organizzatrice, sua amica, di presenziare all’evento al suo posto anche se tutto quello che la donna vorrebbe fare è rimanere a casa sul divano.
Ma non è la sola a essere stata forzata a partecipare: John Williamson - per tutti Jack - è uno scrittore di fama mondiale divorziato che cerca in tutti i modi di stare lontano dai riflettori per proteggere la figlia. La madre però lo costringe ad accompagnarla alla serata.
Entrambi i protagonisti avevano già pensato a quali fossero i loro buoni propositi per l’anno nuovo. Inutile dire che andranno tutti a monte dopo il loro incontro.
Dopo l’imbarazzo iniziale, dovuto ai giochi a sfondo sessuale per intrattenere gli ospiti nell’arco della serata, Jack e Penny avranno la possibilità di conoscersi in maniera più approfondita e di esplorare sentimenti a loro sconosciuti o quasi.
Di più non vi dirò anche perché vi toglierei il piacere della lettura.
Vi dico solo che con questa novella Olivia Dade è riuscita a incuriosirmi e a mettere su carta il cosiddetto “colpo di fulmine”: Penny e Jack si sono innamorati nell’arco di poche ore.
Che sia verosimile o meno lascio a voi lettori l’ardua sentenza.
Per quanto mi riguarda mi è piaciuta soprattutto la parte dei giochi basati sui libri. Magari venissero fatti anche nelle biblioteche qui vicino a me.
Continuerò a leggere i libri di questa autrice? Sì. Sto già leggendo il secondo volume della saga, Il ragazzo del libro accanto e mi piace da morire!

VOTO ROMANZO
VOTO COVER