Cerca nel Blog

giovedì 19 gennaio 2017

Recensione Lui vuole me di Ava Lohan

Lui vuole me
Ava Lohan
Pagine: 372
Prezzo ebook: 2,99€
Prezzo cartaceo: 13,51€
Sinossi:
Mancano diciassette giorni per prendere i voti, quando per salvare il convento mi ritrovo costretta ad accettare il compromesso del suo nuovo arrogante proprietario.
Lui vuole me, una novizia, per due settimane. Il mio corpo in cambio del convento. Questa è la sola possibilità che mi offre per non perdere la mia casa.
Ma Kegan Anderson non è come la maggior parte dei ragazzi: lui è a capo del Lust, il club privato più esclusivo e lascivo di Long Island. Ed è lì che vuole portarmi.
Kegan è abituato a vendere il suo corpo e quello dei suoi dipendenti. Non prova niente per nessuno e non va mai a letto più di una volta con la stessa persona a meno che questa non lo paghi.
In questi quattordici giorni non posso negargli il mio corpo, ma devo riuscire a preservare il mio cuore e a ignorare l’attrazione che sento per lui e ciò che mi fa provare. Perché Kegan è una bestia. E la bestia non ama, distrugge.




È il caso di dirlo... OH MIO DIO!
Questo libro mi ha totalmente sconvolta e non in senso negativo, anzi! Avevo bisogno di una lettura del genere, una lettura che si discostava almeno un po' dai soliti erotic romance che ormai popolano il web.
Parto però dicendo che se siete dei "devoti", questo libro non fa al caso vostro perché potrebbe urtare la vostra sensibilità. Basta andare avanti e sceglierne un altro. Ce ne saranno a bizzeffe per i vostri gusti.
Non vi parlerò della trama perché vi guasterei il piacere della lettura tuttavia vi parlerò dei personaggi.
A Rose mancano diciassette giorni per prendere i voti, ha scelto questa via per ciò che ha vissuto in passato, un passato che la accomuna proprio al nuovo proprietario del convento, Kegan Anderson, la cui vita è segnata da sesso, sesso, ancora sesso e dolore. Quel dolore che non lascia trapelare in nessun modo.
Un contratto tra i due prevede che Rose passi i restanti giorni che la separano dai voti con la Bestia nel suo club privato, il Lust.
E qui scattnao le emozioni forti: Kegan e Rose non sono protagonisti adatti ai lettori che facilmente si scandalizzano e urlano alla blasfemia.
La Bestia e la giovane e pura novizia sono per quei lettori che hanno bisogno di emozioni forti, emozioni che ti arrivano dritto al cuore.
Nell'arco della lettura non ho potuto fare a meno che notare il forte cambiamento di entrambi i protagonisti: Rose si lascia andare al vero desiderio, attraversando i cancelli della Lussuria e giungendo dritta a ciò che sono i suoi veri sentimenti. D'altra parte Kegan, da sempre dedito al peccato in tutte le sue forme, trova il suo angolo di Paradiso solo tra le braccia di Rose.
I due sono destinati a completarsi e al contempo a distruggersi a vicenda. Benché sappiano questo, non possono fare a meno di cercarsi. Kegan e Rose sono un po' come il Diavolo e l'Acqua Santa o il lupo e l'agnello.
Rifacendomi alla favola della Disney che preferisco mi sono chiesta: chi mai potrebbe amare una Bestia?
La risposta è insita in questo romanzo: solo una giovane pura di cuore.
Voglio complimentarmi con Ava Lohan per il coraggio che ha avuto nello scrivere e pubblicare questo romanzo: sei andata contro molti, ma coloro che hanno letto questo romanzo li hai conquistati.
Mi hai conquistata.


Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti alimentano il mio blog!
Lasciate un segno del vostro passaggio e io sarò felice di potervi rispondere :)